Tre giornate a Mexes, graziato Muntari | JMania

Tre giornate a Mexes, graziato Muntari

Tre giornate a Mexes, graziato Muntari

Dopo aver analizzato attentamente le immagini televisive, il giudice sportivo Tosel ha inflitto tre giornate di squalifica al difensore del Milan Philippe Mexes, che dopo pochi secondi dall’inizio della ripresa di Milan-Juventus, sabato scorso, ha colpito con un pugno l’attaccante bianconero Marco Borriello: “le immagini televisive documentano che, nelle circostanze segnalate, il calciatore rosso-nero, nella …

Dopo aver analizzato attentamente le immagini televisive, il giudice sportivo Tosel ha inflitto tre giornate di squalifica al difensore del Milan Philippe Mexes, che dopo pochi secondi dall’inizio della ripresa di Milan-Juventus, sabato scorso, ha colpito con un pugno l’attaccante bianconero Marco Borriello: “le immagini televisive documentano che, nelle circostanze segnalate, il calciatore rosso-nero,
nella zona centrale del campo ed a notevole distanza dall’azione di giuoco in svolgimento, con un repentino ed energico movimento del braccio destro colpiva da tergo con un pugno il fianco destro, all’altezza del costato, del calciatore bianco-nero, che si accasciava dolorante al suolo. L’Arbitro non adottava alcun provvedimento disciplinare in quanto, come precisato su richiesta di questo Ufficio (e-mail delle ore 16.11 odierne) “non aveva visto” l’episodio in esame, avendo rivolto la sua attenzione in altra direzione. E’ di tutta evidenza l’intenzionalità del gesto ed appare superflua ogni ulteriore considerazione circa la natura “violenta” della condotta di cui si è reso responsabile il Mexes”, si legge nella nota ufficiale. Lo stesso Tosel, ha deciso invece di non prendere alcuna decisione nei confronti di Pirlo e Muntari. Il centrocampista della Juventus, secondo un’esplicita richiesta del Milan, avrebbe dovuto essere squalificato per una presunta gomitata a Van Bommel, mentre Muntari aveva preso a pugni Lichtsteiner all’85’, mentre il difensore bianconero lo tratteneva in area. Squalificato per una giornata il dirigente rossonero Silvano Ramaccioni (insulti agli avversari nell’intervallo), mentre Adriano Galliani se l’è cavata con un’ammonizione con diffida per “per avere, al termine del primo tempo, al rientro negli spogliatoi, rivolto ad alcuni tesserati della Società avversaria espressioni provocatorie ed irrispettose”.

Sempre nel tardo pomeriggio di oggi, il giudice sportivo ha diramato l’elenco degli squalificati dopo l’ultimo turno di serie A: si tratta di Lucarelli (Parma) e dei romanisti Cassetti e Osvaldo per due turni ciascuno, e per un turno Aronica (Napoli), Balzaretti (Palermo), Canini (Cagliari), Lauro, Guana (Cesena), Vidal (Juventus), Gago (Roma), Moralez (Atalanta), Pellissier (Chievo), Peluso (Atalanta), Pepe (Juventus), Valiani (Parma).

Ennesima multa alla Juventus: ammenda di € 10.000,00 “per avere suoi sostenitori, nel corso del secondo tempo, indirizzato a calciatori della squadra avversaria cori costituenti espressione di discriminazione razziale; entità della sanzione attenuata ex art. 13 comma 1 lett. a) e b), e comma 2, CGS, per avere la Società concretamente operato con le forze dell’ordine a fini preventivi e di vigilanza”.

7 commenti

  1. Fratelli io non so voi se ogni tanto guardate il processo del lunedi, io ogni volta mi riprometto di non farmi del male ma non ce la faccio e ogni lunedi do una sbirciata.. Ma mi chiedo, com’è possibile che la società Juventus permetta a certe persone di dire determinate cose?? Ora un conto è il tifo e sono le cose da bar che si dicono tra tifosi, e quelle le posso anche accettare, Crudeli non lo sopporto ma è un tifoso e accetto le sue scene patetiche anche se a volte esagera ma Taormina e gli altri fenomeni da Roma!! quelli dichiarano senza mezzi termini che la Juve ruba, che c’è malafede negli errori, che finchè la juve era al settimo posto queste cose non accadevano!!! Sono cose gravissime!! Fratelli non dobbiamo accettare e permettere queste cose!! Facciamo qualcosa per farci sentire anche in corso Galfer! E’ ora di dire basta!! cosa ne pensate? Marco

  2. Mexes zozzo era, zozzo è rimasto! Pirlo quando ha alzato il gomito era davanti all’arbitro, quindi già Tagliavento aveva deciso di non fischiare neanche il fallo! Lichtsteiner avrà anche spinto, ma muntari gli ha messo più volte le mani in faccia! Mi immagino che avrebbero detto se fosse stato un dirigente della Juve ad andare a fine primo tempo negli spogliatoi dell’arbitri! Ma i milanisti possono, hanno un altro stile….

  3. A milanello si gioca a Box, il calcio non esiste.

  4. BUFFONI!!!
    L’amministratore delegato del Parma Pietro Leonardi non potrà svolgere fino al 5 marzo alcuna attività in Figc, nè ricoprire cariche federali, nè rappresentare la società nell’ambito federale: lo ha deciso il giudice sportivo che ha punito il dirigente per aver contestato l’operato arbitrale con espressioni ingiuriose al termine della gara contro il Genoa al momento del rientro negli spogliatoi.

    Alt! Non discuto la decisione, sia chiaro, ma se Leonardi è stato “punito” per espressioni ingiuriose allora perché zio fester se l’è cavata con una RIDICOLA ammonizione con diffida?? ..la risposta è più chiara del sole, ovviamente!!

  5. …io l’ho sempre detto e scritto che il Vero Nemico (oltre che i nuovi rampolli di casa Agnelli) erano e sono il duo fester-nano!!! Da sempre!!! Umberto, quando chiamò Moggi e Giraudo, fu lungimirante. Altro che MorattO..zè!!

    (pensiero personale)

    Saluti..

  6. Solo Mexes e Muntari? guardate pure questo video e diffondete >>>>>

    http://www.youtube.com/watch?v=kThAfv21pCM

    SOLI CONTRO TUTTI, FORZA JUVE !!!!

  7. bianconeronelsangue

    nessuna sanzione a Muntari !!!!!!!!
    scandaloso !!!!!!!!
    ha preso a pugni Lichtsteiner di più e meglio di un pugile professionista, non un solo pugno ma tanti !!!!!!!
    gesto intenzionale, violento e ripetuto !!!!!!
    e nessuna sanzione !!!!!!
    incredibile !!!!!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi