Torino-Juventus | Bomba carta | Giudice sportivo rinvia

Torino-Juventus, bomba carta: Tosel rinvia la decisione

Torino-Juventus, bomba carta: Tosel rinvia la decisione

Torino-Juventus: il giudice sportivo Tosel rinvia la sua sentenza e chiede l’acquisizione di nuove prove per stabilire chi abbia lanciato la bomba carta

18.40 – La polizia smentisce la versione del procuratore: la bomba carta sarebbe stata lanciata dal settore ospiti. Lo confermano fonti della Polizia di Stato che ha visionato i filmati delle telecamere dello Stadio Olimpico di Torino. Intanto, il giudice sportivo, Giampaolo Tosel, rinvia ogni decisione e chiede un supplemento di indagini che gli consentano di stabilire con esattezza da dove sia partita la bomba carta esplosa nel settore Primavera occupato dai tifosi del Torino. Ecco il comunicato.

Letto il rituale rapporto dei collaboratori della Procura federale nel quale, tra l’altro, si riferisce che all’inizio della gara, dal settore dello stadio Olimpico occupato dai sostenitori della Società bianco-nera, era stata lanciata una “bomba-carta” nel settore denominato “Curva Primavera”, occupata dai sostenitori della squadra granata, con conseguenze lesive per nove persone, che erano ricorse in “codice verde” alle cure sanitarie presso il pronto soccorso di vari nosocomi cittadini; letta altresì la comunicazione dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, trasmessa a questo Ufficio dalla Procura federale alle ore 14.15 odierne, in cui si precisa che “sono in corso accurate indagini per accertare se i l petardo esploso con evidenza nel settore granata sia stato lanciato dalla curva juventina ovvero confezionato e fatto esplodere dagli stessi tifosi torinisti”; P.Q.M. manda al Procuratore federale affinché voglia disporre, con massima cortese sollecitudine, l’acquisizione di ogni elemento probatorio (con particolare riferimento ad eventuali riprese televisive) utile per superare l’attuale radicale contraddittorietà tra le prospettate ipotesi investigative.

Bomba carta già nel settore granata: lo dice il Pm

Torino-Juventus: nessun lancio, la bomba carta accesa direttamente nel settore Primavera dei granata. Svolta nelle indagini su quanto accaduto ieri nel derby della Mole: come scrive il sostituto Procuratore Paladino, la bomba carta esplosa nel settore occupato dai tifosi del Toro non è stata lanciata dai sostenitori della Juve. Lo confermerebbero i video della Questura e quelli realizzati da alcuni tifosi granata presenti sul posto.

Ad ingannare chi ha effettuato le prime ipotesi, il lancio di un fumogeno a luce rossa, lanciato effettivamente dal settore juventino, ma poi spentosi senza alcuna conseguenza. La bomba carta, invece, secondo la ricostruzione del magistrato, sarebbe stata accesa da un tifoso del Torino che l’ha incautamente messa sotto un seggiolini, causando così l’esplosione e la diffusione delle schegge che hanno ferito 11 persone.

Se ci fosse stato il lancio da parte dei tifosi della Juventus, sottolinea ancora Paladino, “avrebbe potuto scoppiare tra le mani di chi la lanciava o durante il volo”. La nuova versione, ovviamente, cambia tutti gli scenari e ora appare sinceramente poco probabile che il giudice sportivo Giampaolo Tosel possa prendere pesanti provvedimenti nei confronti dei tifosi bianconeri, così come l’Osservatorio per le Manifestazioni Sportive del Viminale, dovrà andare con i piedi di piombo prima di vietare la trasferta di Genova ai tifosi bianconeri. Senza contare la gogna mediatica cui sono stati sottoposti i supporters della Signora…

8 commenti

  1. Ciao a tutti, ragazzi. In quest’ultimo mese e mezzo non riesco più a vedere la Juve per tanti motivi, soprattutto personali.

    Volevo dire che il TG La7, rete di proprietà del sig. Cairo, presidente del Torino, ha fatto spuntare un filmato in cui compare un ragazzo incappucciato con felpa bianca che raccoglie una luce rossa e la scaglia verso destra (alla propria sinistra, ma a destra della telecamera), con alcune maglie bianconere che si spostano, aggiungendo che è stato acclarato che sono stati “i tifosi della Juve” a lanciare quella bomba carta. Vorrei chiedervi se quel filmato era già in circolazione prima che uscisse questa notizia/ricostruzione della polizia e se è riferibile al fumogeno o alla bomba carta stessa. Sarebbe i***ressante. Perché, nel primo caso, sarebbe una mistificazione della realtà volta a far passare i tifosi del Torino come angioletti. Poi, nel servizio, si è detto che le denunce sono scattate solo per i fatti dell’aggressione al nostro bus e non per la bomba, detto in un modo alquanto vittimista.

    Fermo restando che l’autore stava nel settore “ospiti”, questi atti non fanno parte del tifo sano e del calcio, e lo condanno ugualmente come condanno l’aggressione ai nostri, i cori sull’Heysel e qualunque forma di violenza manifestata contro di noi.
    Non penso che, però, un’i***ra società ed un’i***ra tifoseria debbano pagare per il comportamento i..ota di uno solo. Vietare la vendita dei tagliandi, chiudere una curva/squalificare uno stadio NON risolve il problema. Né dare una multa per responsabilità oggettiva (che considero, da sempre, un abominio, qualunque sia il colore delle maglie) alla società.

    In tutto questo, Tavecchio, Malagò, Alfano e company, che fanno? Annunciano slogans che, 99 su 100, non avranno alcun seguito.

  2. ma prima di parlare a vanvera aspettate le conclusioni

  3. Già ieri diversi tifosi presenti allo stadio avevano sottolineato questa versione nei vari “social”. Quello che è SCONCERTANTE sta nel fatto che i media, tutti, abbiano subito ” concentrato” le accuse sui tifosi della Juve senza il minimo dubbio. Appare chiaro che “screditare” la Società Juventus si rivela sempre più una strategia premeditata. Chiedo che la Società Juventus PRETENDA di disputare tutte le partite in trasferta a porte chiuse almeno fino alla fine della stagione, altro che sospendere la vendita di biglietti per impedire ai suoi tifosi di partecipare alle trasferte , questa è una VERA E PROPRIA STRATEGIA DELLA TENSIONE nei confronti di una squadra e dei suoi tifosi! BASTA, la deve DEVE iscriversi ad un altro campionato all’estero, non se ne può più. Per quanto riguarda la partita di ieri non so con quale spirito i giocatori della Juve l’abbiano affrontata dopo questi fatti , fuori e dentro lo stadio, mi domando: cosa sarebbe successo se la Juve la partita l’avesse vinta? Dopo che i suoi tifosi erano stati accusati di un fatto non causato da loro? Perché non ci vengano a dire che non si sono accorti subito chi e dove aveva fatto scoppiare la bomba!

  4. Ma come…aspettate, fatemi capire………allora….questi cervelli di cuoio si costruiscono le bombe carta direttamente in curva…….se le fanno esplodere sotto i piedi….per nn far figure di merda lasciano credere che le abbiamo lanciate noi…e poi la procura li sgama proprio grazie ai video ke loro stessi caricano su internet….????!!!!!!!! Sono proprio i peggio!!!!!!! Povero Grande Toro……..chissà come ti rigirerai nella tomba………!!

  5. tanto la prossima barzelletta è che la juventus comanda pure in procura…prima in italia, in europa niente. Poi in europa ci danno i rigori che non ci sono e quindi rubiamo pure là, da oggi compriamo pure la questura per far dichiarare che la bomba carta è stata fatta scoppiare dai torinisti…

  6. salve atutti, mi chiamo MARCO, e sono tifoso Juventino da +/- 40 anni!! se davvero le cose riguardo i fattacci del DERBY, allora si e assolutamente sì lor signori quelli per intenderci che hanno spatato ad alzo zero sui NS. tifosi devono chiedere pubblicamente SCUSA!! se hanno un minimo di DIGNITà; ma credo proprio che la mia speranza sarà disattesa; perchè l’ammissione di aver preso un granchio grosso come quello REALE non è nelle corde di questi INCAPACI comunicatori dei miei stivali!!!

    rinnovo i miei saluti a tutti e grazie per l’opportunità datami per esprimere il mio libero pensiero.
    MARCO.

  7. Scusate volevo dire chiambretti, anche se storpiare il cognome di questo personaggio non dovrebbe essere disdicevole.

  8. Ora voglio vedere come si comporterà la dirigenza: non si può sempre subire senza reagire.
    Certi giornalai, quali gp.ormezzano, devono subire e pagare per le imbecillità dette e scritte così come chiameresti.
    Si deve assolutamente REAGIRE!
    Il tifoso Juventino ha già pagato abbastanza nel 2006 quando una dirigenza inetta fece precipitare la gloriosa Juventus in serie B senza battere ciglio.
    Anzi vi fu l’impressione, mai smentita, che vi fosse addirittura la volontà, per mezzo di quelle assurde accuse, di eliminare la cosiddetta triade dalle posizione di comando.
    Non vorrei che la storia si ripetesse e che anche l’attuale direzione subisse le assurde bestialità che si sono lette su diversi giornali e sentite in TV senza chiedere e pretendere almeno le scuse di alcuni personaggi ben noti.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi