Torino-Juventus: assalto al pullman, bomba carta, ira Marotta

Torino-Juventus: assalto al pullman, bomba carta e ira di Marotta

Torino-Juventus: assalto al pullman, bomba carta e ira di Marotta

Torino-Juventus finisce 2-1: i granata ottengono la vittoria sul campo, ma a perdere è lo sport

Torino-Juventus finisce 2-1: i granata ottengono la vittoria sul campo, ma a perdere è lo sport. Dopo una serie di scontri tra le due tifoserie avvenuti in mattinata, il pullman dei campioni d’Italia è stato accolto da una sassaiola e lancio di bottiglie e lattine al suo arrivo allo Stadio Olimpico. Un vetro laterale è stato sfondato, ma per fortuna non ci sono state conseguenze: i calciatori della Juventus, che hanno avvertito anche lo scoppio di alcuni petardi sotto il pullman, sono usciti indenni, pur constatando un clima intimidatorio nei loro confronti.

Sulla vicenda, è intervenuto il dg bianconero Beppe Marotta, che a Sky se l’è presa con il giornalista di fede granata Ormezzano, autore oggi di un articolo molto forte sulla ‘Gazzetta dello Sport’:

Sicuramente si è trattato di un fatto di grave violenza – ha detto Marotta – , deplorevole. Secondo me preventivabile, frutto – permettimi – anche di alcuni editorialisti, di alcuni giornalisti della vostra classe, che spesso usano un linguaggio assolutamente contro di noi, non valutando invece quelli che sono i meriti sportivi. E’ normale che poi la conseguenza della gente sia questa. La speranza veramente è che non si arrivi ad un fatto più grave, di cui poi tutti noi dovremmo pentircene. Basta leggere un pezzo di stamattina su un autorevole quotidiano sportivo in cui veniamo tacciati di essere dei “ladri”, quindi questo la dice lunga su quello che poi è il fatto che si è riproposto alle 13:30″.

Ma cosa aveva scritto Ormezzano sulla Gazzetta in merito al derby? Ecco uno stralcio del suo articolo:

La Juventus dovrebbe essere stanca per la partita di mercoledì e comunque dovrebbe essere alle prese con problemi di poker e di tris, giochi d’azzardo altamente distraesti. Però la Juventus è specializzata in magia bianconera. (…) Si pensi all’ultimo derby, con il gol del 2 a 1 di Pirlo all’ultimo secondo di un troppo lungo recupero. Si pensi soprattutto, per non impegnare la memoria in operazioni di dolente vintage, alla fresca magia, nera o bianca a secondo dei punti di vista, con cui la Signora prestigiatrice ha fatto comparire praticamente dal nulla un rigore a suo favore a Torino contro il Monaco, usando un non fallo fuori area. Si pensi a come la stessa Signora, prestigiatrice in trasferta, ha fatto scomparire un chiaro rigore commesso dai suoi l’altro giorno nel Principato. Il tutto fra il silenzio/assenso, parente stretto della omertà di tanti piccoli allineati con le fortune dei forti.

Intanto, dopo quanto successo fuori lo stadio, la tensione è continuata anche all’interno, dove un tifoso bianconero ha lanciato una bomba carta verso la Curva Primavera occupata dai granata. Al termine della partita, poi, un altro scoppio, che però non ha avuto conseguenze. Il bilancio della giornata è di 12 feriti e 5 arresti tra tifosi del Torino (che hanno assaltato il pullman della Juve) e bianconeri (che hanno lanciato i petardi dentro l’Olimpico).

3 commenti

  1. un motivo in più per andarsene via dall’Italia.
    voglio proprio vedere se scriveranno delle dichiarazioni di Marotta o se si parlerà di violenza….

  2. onestamente credo, e lo dico da tanto ormai, che in questo la Società sia assente. Non ti piace quello che dice un giornalista? Non si può pretendere di andare in tv e dirlo, tanto si sa che non funziona…Bisognerebbe querelare giornalista e giornalai…e visto che poi in tribunale servirebbero prove, vedremo cosa succede! Avranno prove di quello che dicono? Se pure l’ex arbitro ha detto che il rigore del Monaco non c’era, di che stiamo parlando?! Il clima è avvelenato, ma mi spiace dire che che Juventus non si muove a difesa nè della squadra nè dei tifosi…che mettessero le telecamere sugli autobus e visti i volti della gente siano denunciati. Si coprono il volto? Bene, lacrimogeni dal bus e poi ci siano degli agenti che li raccolgono da terra…se guerra è guerra sia..non rispondendo a offesa con offesa, ma cercando di tutelare giocatori e tifosi…

    Ma ripeto, andare davanti le telecamere e dire “Basta” non mi pare che serva…e questa non è dialettica, questo è buttare fango e far rischiare la vita…Al signor Cairo poi bisognerebbe ricordare che non sono le uniche vittime di striscioni e cori…Punto n.1 li sentono anche quando vanno in altri stadi. Punto n.2 l’Heysel, Pessotto e i due ragazzini sono ricordati puntualmente quasi in ogni stadio…Non faccia la vittima, la vittima è il calcio.

  3. ARRESTATELI E BUTTATE LA CHIAVE.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi