Tevez alla Juventus fino al 2018 | Rinnovo pronto, ma il Boca...

Tevez alla Juventus fino al 2018: pronto il rinnovo, ma occhio al Boca

Tevez alla Juventus fino al 2018: pronto il rinnovo, ma occhio al Boca

Tevez alla Juventus: Marotta ha pronto il rinnovo fino al 2018, ma l’Apache vuole tornare al Boca Juniors per chiudere la carriera con la maglia del cuore

Tevez-Juventus-2018Tevez alla Juventus: Marotta proporrà il prolungamento fino al 2018, ma c’è la tentazione Boca Juniors. Carlos Tevez è sempre più il trascinatore della Juve di Massimiliano Allegri: da quando è cambiata la guida tecnica, l’argentino è più libero nei movimenti e va anche molto più facilmente in gol. Chiaro che la Vecchia Signora, che lo scorso anno gli fece sottoscrivere un contratto triennale, pensi al prolungamento.

Come riporta oggi ‘Tuttosport’, però, non si tratta di una cosa facile, poiché quando sbarcò in bianconero lo stesso Apache aveva ammesso: “voglio giocare qualche anno in Italia e poi tornare al Boca”. Tevez ci tiene a chiudere la carriera nel club del suo cuore, il Boca Juniors, ma ha intenzione di rispettare il contratto con la Vecchia Signora in scadenza a giugno 2016, quando avrà 31 anni. Troppo presto forse, per lasciare il calcio europeo: il dg bianconero Beppe Marotta farà leva su questo aspetto per provare a convincere l’Apache a prolungare fino al 2018.

Non è una questione di soldi, poiché c’è già il PSG pronto a ricoprire d’oro l’argentino. La proposta dei parigini al momento non intriga affatto Tevez, che a Torino e alla Juventus ci sta fin troppo bene. Ormai è un leader dello spogliatoio, una sorta di capitano virtuale dopo Gigi Buffon. In Francia non sarebbe lo stesso, mentre al Boca sarebbe accolto come un Dio. La decisione sarà solo sua: arrivare a 33 anni con la Juve nel 2018 o tornare in Argentina già a giugno 2016.

2 commenti

  1. iosonojuventino92

    Secondo me, al netto delle difficoltà che ha avuto l’anno scorso in Champions, non è del tutto corretto quello che avete scritto all’inizio.

    Insomma: l’anno scorso, come quest’anno, Llorente era/è IL Centravanti della Juve, Tevez seconda punta o trequartista arretrato (per sopperire al pressing su Marchisio, come contro l’Atalanta). L’anno scorso, ha segnato, solo in campionato, 19 gol, contro i 16 di Llorente. Vero che andare in gol già da adesso, quest’anno (pure in CL!), è cosa gradita e dimostra un super rendimento di Carlos (già 5-6 gol, contro gli 0 di Llorente; postilla: se ci fosse Bendtner al posto del basco, sarebbe già crocifisso più e più volte perché non segna… eppure faceva lo stesso lavoro di sponda che fa Fernando quest’anno…), ma i 19 dello scorso anno non sono proprio pochini. Se, poi, in proporzione, sta rendendo meglio, allora sono d’accordo. Fermo restando, però, che siamo quasi ad ottobre, ancora.

    Se rinnovasse fino ai 33 anni, comunque, per me sarebbe bello. Se va via rendendo sempre così eccellentemente, ci lascerà ancora bei ricordi per altri 3 anni. Ha già dimostrato di essere da Juve e il Numero 10 della Juve (se penso che la voleva Giovinco, una maglia così gloriosa e pesante, brrrr…). Poi, se deciderà di chiudere la carriera al Boca già da prima (2016), in bocca al lupo comunque. Rimarrà nella Storia e nei nostri cuori. Il primo Numero 10 del dopo-Del Piero. Mica male!

    Ma ora siamo nel presente. Per cui: Forza Juve e vamos, Apache!

  2. Il rinnovo è fondamentale!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi