Tacchinardi: "Scommetto su Antonio Conte, ma vincere sarà un'impresa" | JMania

Tacchinardi: “Scommetto su Antonio Conte, ma vincere sarà un’impresa”

Tacchinardi: “Scommetto su Antonio Conte, ma vincere sarà un’impresa”

“Ho avuto la fortuna di aver giocato con Antonio, che era già un allenatore in campo, aveva sempre grande voglia di vincere. Mi sarei immaginato un giocatore che poi sarebbe diventato un grande allenatore, così è stato. In questi anni sta facendo un calcio diverso, è l´allenatore per rilanciare la Juventus, Antonio sa cosa vuol …

“Ho avuto la fortuna di aver giocato con Antonio, che era già un allenatore in campo, aveva sempre grande voglia di vincere. Mi sarei immaginato un giocatore che poi sarebbe diventato un grande allenatore, così è stato. In questi anni sta facendo un calcio diverso, è l´allenatore per rilanciare la Juventus, Antonio sa cosa vuol dire vincere. Bisognerà solo vedere se resisterà alle pressioni, che a Torino sono tante: secondo me ha la giusta personalità per questa sfida”. Per parlare del possibile arrivo di Antonio Conte sulla panchina bianconera, è intervenuto a ‘Radio Sportiva’ l’ex centrocampista del ciclo lippiano Alessio Tacchinardi.

ORA E’ PRONTO
“Mi ricordo che, quando lo incontrai prima che andasse alla Juve da tecnico, era molto deciso, forse troppo deciso nelle sue idee. Il discorso di Diego era forse sbagliato, io credo comunque che Conte sia cambiato da Bergamo: dopo Bergamo ha capito che bisognava cercare di essere più morbidi nel comunicare i propri concetti. La gavetta è importante, ora Antonio è pronto”.

SUPER A BARI E SIENA
“Le esperienze di Bari e Siena sono state importanti, ma la più grande sfida più proprio quella con l´Atalanta. È andato contro la piazza di Bergamo, però quando sei allenatore devi cercare di gestire certe situazioni: lui ha capito, ha fatto tesoro di quell´esperienza. Alla Juve non sarà facile, prende una squadra disastrata e deve farla tornare a vincere”.

DEL PIERO DA SOLO NON BASTA
“Avevo parlato un mese fa con Andrea Agnelli, sapevo di questa sua impressione, ha ragione. I nuovi arrivi non hanno avuto la mentalità vincente, io non credo che Chiellini e Del Piero siano responsabili di questo flop. Lo spirito Juve era all’interno della nostra squadra, Del Piero purtroppo non poteva giocare da solo”.

4 commenti

  1. ‘pito, grazie.

  2. Juventinonelsangue

    Tacchinardi si riferiva al fatto che Conte,due anni fa non venne alla Juve perchè avevano già preso Diego e lui non lo voleva,causa incompatibilità con i suoi schemi di gioco.

  3. “Il discorso di Diego era forse sbagliato”, cioè?
    Qualcuno me lo può spiegare?

  4. ci vuole tacchinardi come vice di conte!! 2 GUERRIERI JUVENTINI !!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi