Supercoppa Italiana: Juventus ricorre ad Alta Corte di Giustizia

Supercoppa Italiana: Juventus ricorre ad Alta Corte di Giustizia

Supercoppa Italiana: Juventus ricorre ad Alta Corte di Giustizia

La Juventus ha depositato all’Alta Corte di Giustizia il ricorso contro la decisione della Lega di dare quai tutto l’incasso della Supercoppa alla Lazio

SS Lazio v FC Juventus - TIM SupercupLa Juventus ha ufficialmente depositato presso l’alta corte di Giustizia il ricorso in merito alla somma entrata nelle casse della Lazio lo scorso 18 agosto, quando si tenne la finale di Supercoppa Italiana vinta dai bianconeri per 4-0. La Juve non ci sta ad aver incassato meno del club di Lotito, ragion per cui – come recita una nota apparsa sul sito Juventus.com – prosegue la battaglia per ottenere giustizia:

“L’Alta Corte di Giustizia ha ricevuto un ricorso da parte della Juventus FC Spa in merito alla suddivisione degli incassi della Supercoppa 2013. La società ricorrente – spiega il comunicato – chiede di annullare la decisione adottata dalla Corte di Giustizia Federale della FIGC – Sezioni Unite – il 5 settembre 2013 e, per l’effetto, di annullare la delibera adottata dal Consiglio di Lega Serie A il 27 giugno 2013 sul punto relativo alla suddivisione sopraindicata”.

Le entrate totali della Supercoppa, tra incasso, diritti TV e pubblicità, è stato di 2,65 milioni di euro lordi, che secondo i criteri stabiliti dalla Lega Calcio, sono stati così ripartiti: 350 mila euro alla Lega stessa, 1,8 milioni alla Lazio e appena 500 mila euro alla Juventus. Se non ci fosse stata alcuna modifica da parte della Lega di A, con i vecchi criteri Lazio e Juventus avrebbero percepito 1,15 milioni a testa.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

4 commenti

  1. Capitan Sparrow

    Art. 39 del Codice di Giustizia Sportiva – Revocazione e revisione
    1. Tutte le decisioni adottate dagli Organi della giustizia sportiva, inappellabili o divenute irrevocabili, possono essere impugnate per revocazione innanzi alla Corte di giustizia federale,entro trenta giorni dalla scoperta del fatto o dal rinvenimento dei documenti:
    a) se sono l’effetto del dolo di una delle parti in danno dell’altra
    b) se si è giudicato in base a prove riconosciute false dopo la decisione
    c) se, a causa di forza maggiore o per fatto altrui, la parte non ha potuto presentare nel precedente procedimento documenti influenti ai fini del decidere
    d) se è stato omesso l’esame di un fatto decisivo che non si è potuto conoscere nel precedente procedimento oppure sono sopravvenuti, dopo che la decisione è divenuta inappellabile, fatti nuovi la cui conoscenza avrebbe comportato una diversa pronuncia
    e) se nel precedente procedimento è stato commesso dall’organo giudicante un errore di fatto risultante dagli atti e documenti della causa
    2. La Corte di giustizia federale può disporre la revisione nei confronti di decisioni irrevocabili se, dopo la decisione di condanna, sopravvengono o si scoprono nuove prove che, sole o unite a quelle già valutate, dimostrano che il sanzionato doveva essere prosciolto oppure in caso di inconciliabilità dei fatti posti a fondamento della decisione con quelli di altra decisione irrevocabile, od in caso di acclarata falsità in atti o in giudizio.
    3. Ai procedimenti di revocazione si applicano, in quanto compatibili, le norme procedurali dei procedimenti di ultima istanza.
    4. L’organo investito della revocazione si pronuncia pregiudizialmente sulla ammissibilità del ricorso per revocazione.
    5. Non può essere impugnata per revocazione la decisione resa in esito al giudizio di revocazione.

  2. La Società con il Presidente in testa stà lavorando bene, sia sul piano sportivo (quello che più ci interessa) che su quello economico. Per quanto riguarda l’art. 39 aspettiamo la conclusione di tutti i processi di calciopoli o meglio di farsopoli, abbiamo aspettato (e deglutito amaro) fino ad oggi, aspettiamo ancora un poco, la revisione dell’art. 39 la si può richiedere una sola volta. Vi invito pertanto ad essere uniti e sostenere squadra e società in tutti i suoi componenti.

  3. a quanto ne so io non c’è prescrizione per ricorrere all’art.39. Correggetemi se sbaglio!

  4. sanguebianconero

    Come al solito alla Juve pensano prima ai soldi !!!!!
    Quando si decideranno, invece, a presentare il ricorso ex art .39 per la revoca delle sentenze sportive del 2006 e farsi riassegnare ufficialmente gli scudetti del 2005 e 2006 revocati ???
    Aspettano che inrtervenga la prescrizione ???!!!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi