Suicidio Roma: fuori dall'Europa League | JMania

Suicidio Roma: fuori dall’Europa League

Altro che impresa. La Roma esce dall’Olimpico con le ossa rotte. Nei sei minuti che chiudono il primo tempo succede di tutto. E dall’1-0 conquistato grazie al gol di Riise, i giallorossi si ritrovano sotto 1-3 con il Panathinaikos. Troppo difficile rimontare. Nel secondo tempo servirebbero quattro gol: ne arriva uno, firmato da De Rossi, …

SPR: CALCIO, ROMA LIVORNOAltro che impresa. La Roma esce dall’Olimpico con le ossa rotte. Nei sei minuti che chiudono il primo tempo succede di tutto. E dall’1-0 conquistato grazie al gol di Riise, i giallorossi si ritrovano sotto 1-3 con il Panathinaikos. Troppo difficile rimontare. Nel secondo tempo servirebbero quattro gol: ne arriva uno, firmato da De Rossi, ma ovviamente non basta. La squadra di Ranieri, delusissimo perché a questa coppa teneva davvero, esce dunque ai sedicesimi di finale dall’Europa League.

INCREDIBILE PRIMO TEMPO — Nel primo tempo, prima di quei sei minuti di pura follia, le squadre si erano affrontate alla pari. Il Panathinaikos è apparso subito un po’ più aggressivo, ma il gioco era comunque nelle mani della Roma, che prima del gol di Riise su punizione, aveva avuto una buona occasione con Vucinic. Poi, al 40′, De Rossi commette un fallo ingenuo su Ninis e l’arbitro concede il rigore: Cissé batte, Doni intuisce l’angolo ma non ci arriva. Passano tre minuti e Cassetti perde un pallone prezioso sulla trequarti, Ninis lo raccoglie e con un tiro tagliato supera Doni. Sembra un incubo, ma il peggio non è ancora arrivato. Ninis da centrocampo vede l’inserimento di Cissé, Mexes non riesce ad intercettare, il francese salta Doni in uscita e al 46′ insacca.

ALTA TENSIONE — Nell’intervallo Ranieri deve aver comunque tentato di caricare i suoi perché una volta entrati in campo Cerci, Vucinic e compagni ci provano sul serio. Giocano senza fare i conti e riescono a dominare il campo e ad essere pericolosi diverse volte. Arriva pure il gol, dicevamo, con De Rossi che sfrutta al meglio la respinta del portiere Tzorvas su tiro di Riise. Poi una serie di reti sfiorate, alcune davvero clamorose soprattutto con il giovane Cerci. Se i giallorossi le avessero realizzate tutte probabilmente la rimontona ci sarebbe stata, ma va anche detto che i greci hanno colpito un doppio palo da brividi… La gara si chiude con un’espulsione (Katsouranis per doppia ammonizione) e molto nervosismo in campo. E sembra che nei corridoi che portano agli spogliatoi giocatori di Roma e Panathinaikos siano entrati in contatto.

Credits: Gazzetta.it
Fracassi Enrico – Juvemania.it

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi