Storari: "Un onore essere alla Juve, ma non sono una riserva" | JMania

Storari: “Un onore essere alla Juve, ma non sono una riserva”

Dopo Jorge Martinez, oggi è stato il turno di Marco Storari, che si è presentato in sala stampa per rispondere alle domande dei giornalisti e rendere pubbliche le sue prime impressioni dal ritiro di Pinzolo. “È un onore essere alla Juve e giocare con tanti campioni. Spero che Buffon torni presto, potermi allenare con lui …

Dopo Jorge Martinez, oggi è stato il turno di Marco Storari, che si è presentato in sala stampa per rispondere alle domande dei giornalisti e rendere pubbliche le sue prime impressioni dal ritiro di Pinzolo.
“È un onore essere alla Juve e giocare con tanti campioni. Spero che Buffon torni presto, potermi allenare con lui sarà bellissimo. Lo chiamerò in questi giorni per fargli un in bocca al lupo”.

BIANCONERO PER UNA SERIE DI CONCAUSE
“Se Buffon non si fosse fatto male, non sarei arrivato alla Juve e se non avessi giocato bene alla Samp non sarei stato scelto. Allo stesso modo se non avessi soddisfatto Del Neri non sarei arrivato qui. Credo che sia un insieme di cause che mi ha portato alla Juve”.

VI SPIEGO DEL NERI
“L’ho conosciuto solo per sei mesi. Da quando sono arrivato alla Sampdoria, a gennaio, abbiamo iniziato a vincere e dunque ho vissuto i momenti belli. Ho conosciuto una persona disponibile, ma che ha sempre fatto capire che le decisioni spettavano solo a lui. Ai portieri chiede di giocare alti e di seguire i movimenti della difesa. Non sarà un problema, perché prepara le squadre molto bene”.

UNA MAGLIA DA CONQUISTARE
“Uno si augura il meglio per la propria carriera, ma ora penso solo ad allenarmi bene e se lo meriterò giocherò, come accade in tutte le squadre. Al Milan c’erano delle gerarchie. Io ero il quarto portiere, poi mi sono trovato a giocare titolare. Sono stato un anno a Firenze dove ho giocato una sola partita, ma non mi sono mai considerato un secondo. Mi metterò a disposizione e cercherò di dare una mano al gruppo. Non sono più un ragazzino e credo che un consiglio da uno di 33 anni possa anche fare comodo”.

I PRIMI GIORNI IN BIANCONERO
“Ho trovato una notevole organizzazione e una grande società con tanti campioni. Sono qui da poco, ma penso di vedere un buon gruppo. Le voci di mercato non ci turbano, sappiamo che fino a quando non si chiuderà sarà così. Siamo dei professionisti e non ci dobbiamo fare influenzare. C’è scetticismo nei confronti di questa squadra? Forse perché l’anno scorso non è arrivata fra le prime quattro. Se fosse accaduto ad un’altra società sarebbe stato normale, ma per la Juve non può esserlo. Qui non può esserci un basso profilo. Le favorite per lo scudetto? L’Inter che ha vinto tutto, ma anche Milan, Roma e la Juve, naturalmente”.

(Credits: Juventus.com)

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi