Interviste Primo Piano Video

Siviglia-Juventus 1-3: interviste Allegri, Bonucci e Marchisio (Video)

allegri siviglia-juventus
Scritto da Redazione JM

Siviglia-Juventus 1-3, le interviste post-partita: Allegri soddisfatto anche se fa qualche appunto alla squadra, Marchisio e Bonucci parole da leader

Siviglia-Juventus 1-3, le interviste post-partita. Massimiliano Allegri è particolarmente soddisfatto dopo la vittoria di Siviglia. I tre punti conquistati in Andalusia hanno consentito ai campioni d’Italia di superare il primo scoglio stagionale\r\n\r\n“Abbiamo raggiunto il primo dei tre obiettivi che avevamo: ora – dice il tecnico toscano a Premium – dobbiamo restare in testa al campionato e poi c’è la Supercoppa”.\r\n\r\nLa Juve ha vinto ma non ha ancora una volta convinto? Allegri l’ha vista così…\r\n\r\n“La squadra ha fatto una buona partita. Abbiamo subito gol nell’unica occasione concessa ma nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, meglio della ripresa. Nella ripresa dovevamo avevamo avere meno fretta nelle giocate ma loro si sono chiusi molto bene. Dobbiamo migliorare nella gestione nel finale delle partite. Vincere qui non è facile – prosegue – , il Siviglia è terzo nella Liga, ha giocatori importanti ma penso sia stata una vittoria meritata e bella che ci permette di affrontare l’ultima gara del girone da qualificata. Io mi arrabbio quando negli ultimi minuti facciamo delle cose da manicomio e inspiegabili. Loro potevano fare gol solo su palle buttate in area perché fisicamente sono forti e noi abbiamo perso la palla tre volte, quando dovevamo solo tenerla”.\r\n\r\nQualcuno prova a tirarlo in messo ad una polemica con Conte per un’intervista alla ‘Gazzetta’, Allegri dribbla così:\r\n\r\n“Io devo solo ringraziarlo perché mi ha lasciato una squadra che l’anno dopo ha vinto lo Scudetto, la Coppa Italia e arrivata in finale di Champions”.\r\n\r\nQuanto ai singoli, il tecnico bianconero poi elogia Kean e Pjanic, che però non ha fatto una grande partita:\r\n\r\n“Il classe 2000 avrà altro spazio? In questo momento abbiamo fuori Pjaca e Dyabala quindi starà ancora con noi. Sta crescendo, ha avuto un momento di picco poi è calato, come tutti i ragazzi, ma adesso sta tornando al top: ha pagato un po’ il dispendio di energie mentali. La prova di Miralem? Non era una partita semplice, è stata una gara molto fisica, lui doveva fare delle cose diverse, si è dato da fare. Per noi è importante, fino a questo momento ha fatto 4 assist e 4 gol tutti decisivi”, conclude.\r\n\r\n\r\n

Siviglia-Juventus 1-3: Bonucci

\r\nAutore di un gol importantissimo, Leonardo Bonucci celebra il raggiungimento del primo traguardo stagionale della Juventus.\r\n\r\n“Dobbiamo vincere anche contro la Dinamo Zagabria – le parole del difensore riportate da Tuttosport – nel calcio non c’è niente di scontato. Sapevamo che qui a Siviglia sarebbe stata difficile, hanno segnato al primo tiro ma siamo stati bravi a reagire e a portare a casa la qualificazione. Loro una volta rimasti in inferiorità ci hanno chiuso tutti gli spazi, noi abbiamo fatto fatica a trovare qualche giocata ma fortunatamente il mio sinistro ci ha dato una mano”.\r\n\r\nNon è stata facile contro gli andalusi e il gioco non sarà stato il massimo, ma l’importante era raggiungere un obiettivo che tra l’altro porterà nelle casse bianconere tanti bei soldini.\r\n\r\n“In Champions tutte le partite sono difficili, sapevamo che questo match sarebbe stata il crocevia della stagione. Abbiamo raggiunto il primo obiettivo stagionale, ora dobbiamo pensare al campionato dove dobbiamo continuare a mantenere o a migliorare il distacco che abbiamo”, conclude.\r\n\r\n\r\n

Siviglia-Juventus 1-3: Marchisio

\r\nClaudio Marchisio ha messo a segno il gol del pari su rigore, ma in generale la prestazione del ‘Principino’ è stata importantissima per esperienza internazionale.\r\n\r\n“Grande felicità, non era una gara facile, il pubblico è caldo gli dava una grossa carica, la nostra prestazione non è stata male – dice a Mediaset Premium – . Conoscendo il Siviglia, gli abbiamo fatto tre gol, siamo molto contenti. Dobbiamo pensare al presente, la gara oggi si poteva mettere male, abbiamo recuperato da grande squadra, ora c’è il campionato, anche se gli altri sbagliano non possiamo pensare di giocare con meno preoccupazioni o senza la giusta cattiveria. Nel secondo tempo facevamo fatica, poi dopo il secondo gol abbiamo palleggiato meglio, nel secondo tempo abbiamo cercato palloni non buoni, possiamo migliorare in questo”.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi