Scusate, ma Iezzo chi? | JMania

Scusate, ma Iezzo chi?

(Di Gaver) Piccola premessa doverosa, anche in virtù delle molte sollecitazioni che i vari siti interessati rendono note e che ci appare quantomeno opportuno sottolineare. Personalmente non credo si tratti di un campionato falsato, non ritengo che certe decisioni arbitrali condizionino il torneo, decisioni nelle quali, almeno per ora, evito di entrare visto che aggiorno …

iezzo_napoli(Di Gaver) Piccola premessa doverosa, anche in virtù delle molte sollecitazioni che i vari siti interessati rendono note e che ci appare quantomeno opportuno sottolineare. Personalmente non credo si tratti di un campionato falsato, non ritengo che certe decisioni arbitrali condizionino il torneo, decisioni nelle quali, almeno per ora, evito di entrare visto che aggiorno settimanalmente il mio personale “vademecum” degli errori/orrori già riportato alla vostra attenzione, ma ritengo necessario evidenziare, anche oggi, che la serie A Italiana vive un contrasto di pensieri che sfocia sovente nell’ambiguità. Non torno sui presunti torti comminati alla Juventus, le immagini sono cosi lampanti che riproporre certi fatti significherebbe offendere la nostra stessa intelligenza, seppur ancorata ai minimi sindacali. Ma quel che più mi incuriosisce, per esempio e solo per restare agli ultimi eventi, è un Presidente (Pulvirenti) sempre pronto a rivendicare (contro di noi) presunti diritti violati, mentre sia contro Inter che (da ultimo) contro il Napoli appare come uno degli ultimi scolaretti in procinto di andare ad una gita, gaio e spensierato.\r\n\r\nDelle due una: o rivendica soltanto in determinate occasioni (vs. Juventus), altrimenti in tutte le altre circostanze è obbligato/invitato a tacere. Ieri sera, qui chiudo la parentesi errori/orrori, l’apoteosi dell’incoerenza, ovvero il post Milan-Udinese con l’ennesimo rigore/incentivo scandalo a favore dei rossoneri; assistere a come quasi tutta la truppa mediaset tentasse di fuorviare l’atteggiamento delle proteste friulane è stato a dir poco eslilarante, proteste che, a loro dire, sarebbero comunque iniziate, udite udite, in conseguenza dei torti subiti dall’udinese contro chi? Un “ciccio bello piccinin” a chi indovina…..ma contro la Juve lo scorso anno, altrimenti contro chi sennò? Svegliatemi, non ci credo! Primo quesito: quanto si dovrà pagare il Mountari affaire? (a proposito, mi sa che già quest’anno se lo son ripreso con gli interessi…visto il rigore inesistente per fallo di Isla, ed il mani di Cosntant sulla linea all’ultimo minuto su tiro di Vucinic). Secondo quesito: Ma sarà mica ancora colpa di Moggi&Giraudo? Mah! Punto e a capo, veniamo a noi.\r\n\r\nIeri, come al solito, ho dato uno sguardo alle varie pagine dei siti web che potrebbero in qualche modo interessarmi e tra gli altri scorgo, non senza un sottile velo di stupore, la seguente e testuale notizia: Rincara la dose Gennaro Iezzo. L’ex portiere del Napoli, contattato in esclusiva dalla redazione di …., è tornato sugli episodi post Juventus-Genoa per condannare l’atteggiamento tenuto dai giocatori bianconeri nei confronti dell’arbitro Guida: “Le proteste dei giocatori della Juventus nella gara con il Genoa sono assurde. Chi di noi non ha protestato ma personalmente non ho mai fatto cose del genere. Se è finito lo stile-Juve? Si, proprio cosi, le parole di Marotta sono fuori luogo, mi dispiace per lui, ma mi dispiace anche per come si sono comportati certi giocatori della Juventus. Inoltre anche Conte è uscito dalle righe, le lamentele così mi danno fastidio proprio. Resta il fatto che di Gianni Agnelli ce ne è stato uno solo”. Non è mia abitudine e costume criticare arbitrariamente nessuno, tantomeno persone che non conosco e che non possano in alcun modo porre le proprie e legittime controdeduzioni ma, in questo caso, mi sembra chiamato in causa l’intero movimento Juventino.\r\n\r\nIl Sig. Iezzo, come riporta wikipedia, è stato un calciatore che ha militato in più squadre, tra le quali il Napoli e che, a termine carriera, può vantare uno score personale di 288 presenze con 235 gol subiti, tra varie categorie e team. Questo il dettato ufficiale delle sue prestazioni sportive. Non mi sembra di leggere, nel suo trascorso, un dottorato in sociologia o antropologia, il che mi fa dedurre che queste sue esternazioni sarebbero frutto solo di una sua considerazione di parte e, permettetemi, arbitraria. Potremmo scrivere di tutto su ogni società di calcio, Napoli in primis, basta digitare il nome della società su qualsiasi motore di ricerca, accostare un termine a vostro piacimento e vedrete che verrà fuori ogni genere di notizia. Non sta a me giudicare se quelle notizie siano vere o presunte, ma ho certamente l’obbligo morale di rispettare tutti a prescindere se i fatti possano essere accertati o meno; questo perché, secondo il mio modesto pensiero, c’è sempre un organo superiore preposto a tutto, condizione questa che fa si che ogni nostro intervento a riguardo di qualsiasi altrui vicissitudine diventa, nell’ordine, fuori luogo, superflua, arbitraria e scorretta. Non ricordo, sinceramente e non me ne voglia, gesta calcistiche del Sig. Iezzo, forse perchè probabilmente sarà più votato per altre performances, come per esempio la candidatura per le prossime elezioni, ma vorrei che ognuno si ponesse un interrogativo nell’atto in cui tenta di sminuire o condannare le azioni degli altri…ovvero chiedersi molto semplicemente, “ho i requisiti necessari per criticare”? “O il mio è solo un asserire atto soltanto a destabilizzare ed a rendere ancora più confusa ed indecifrabile una situazione di per se già anomala?”\r\n\r\nIl Sig. Iezzo criticherà i modi dei nostri, per carità, ma forse dovrebbe anche tentare di dare una risposta a dei gesti che lo interessano più da vicino; per esempio un presidente che fugge in motorino e minaccia ogni cosa se non dovesse essere accontentato (nonostante sue firme precedenti che dichiarassero il contrario…vedi supercoppa), un allenatore recordman di espulsioni, proteste e velate provocazioni (“parlerò a fine anno di Pechino…”), una società che, negli anni, è stata sempre oggetto di particolari attenzioni da parte di soggetti sovente estranei al calcio, ovvero una vicenda scommesse quanto meno discutibile. So che la vecchia tecnica dell’”attacca per non essere attaccato” ha sempre il suo charme, ma non ha senso però chiamare in causa personaggi (Avv. Agnelli) da usare come parafulmine per le proprie inopportune dichiarazioni, personaggi che han realmente fatto la storia d’Italia e che non meritano il minimo coinvolgimento in queste zuffe di bottega. Il Sig. Iezzo, ci permetta, si concentri sulla campagna elettorale; comprendo appieno che un voto in più fa sempre comodo, ma lasci stare argomenti dei quali, è chiaro, ha poca cognizione e conoscenza, evitando di discriminare e condannare episodi dei quali non può avere, per cause di forza maggiore, una visione imparziale.

LEGGI ANCHE  Una buona Juve asfalta la Samp

21 commenti

  1. Toure:”L’urlo del San Paolo mi fece tremare le gambe…poi capii che tremavo per il camorrista a bordocampo.”\r\n\r\nChe città meravigliosa. Ama così tanto i propri campioni che li scippa o svaligia le loro case.\r\n\r\nSiamo nel 2013, carissimo, e per quanto possa essere d’accordo sugli aspetti storici (sono un indipendentista convinto e stai pur tranquillo che i neo borbonici hanno la mia piena solidarietà), trovo del tutto anacronistico definire ORA Napoli città superiore per cultura e qualità, dato che siete fanalino di coda in ogni stracazzo di graduatoria inerente il senso civico e la qualità della vita.\r\nAperta e chiusa parentesi extra calcistica.\r\nAddio.

  2. azzzz: ma una bella botta di colera a mangiare polpi vivi cresciuti nelle fogne (il vostro mare) no? O una bella mozzarella di bufala farcita di diossina? O magari uno sgarro a qualcuno nei quartieri spagnoli? O ancora, bruciato in un rogo dei vostri cumuli di merda lasciati in strada? Ma anche un “allagamento da sole” all’evolutissimo San Paolo non ci starebbe male. Oppure un camion dei rifiuti che ti esplode in faccia mentre lo manometti…\r\n…è proprio vero, certe città, culturalmente e qualitativamente superiori, offrono infinite opportunità.\r\nMi auguro tu possa cogliere al volo la tua. Col tuo bel bidet sotto braccio nel quale, ovviamente, ti laverai la faccia.

  3. Infatti, era tua sorella, che non usando il bidet puzzava da un chilometro. ah ah \r\nE lavatevi ogni tanto, che siete luridi dentro e fuori.\r\nDELINQUENTI MAFIOSI !

  4. L’urlo del San Paolo mi fece tremare le gambe dalla puzza che emanava!!

  5. Peccato, non posso inviarti foto!\r\nma via su google e scrivi : mazzoleni con la maglietta dell juve.\r\nAuguri

  6. Infatti, edo!\r\nspero cha dall’unità d’italia ad oggi avrai imparato a cosa serve il bidet.\r\nvisto che i piemontesi ( ma tu sei piemontese? ) il bidet lo hanno visto x la prima volta quando entrarono nella reggia di Caserta e nella relazione scrissero che c’era uno strano oggetto a forma di chitarra. ah ah \r\nmo si spiga xkè la vostra puzza di merda si sente da un chilometro. vi abbiamo civilizzati e ci avete rapinati. Avevate solo 20 milioni in cassa ed un mare di debiti, Il REGNO DI NAPOLI era il PIU’ grande e piu’ ricco d’italia con 550 milionie, varie industrie e, Napoli era la capitale culturale europea. LADRI !\r\ncerto che mi sono qualificato. io so da dove vengo , SONO NAPOLETANO. Tu e quelli come te non siete niente.\r\nStasera vi arbitra Mazzoleni , che numero gli avete dato?\r\ngioca titolare, mica lo tenete in panchina? ah ah \r\nche LADRI! siete dei mafiosi!\r\nTi invio un file con il quale ci siamo scompisciati dalle risate dopo la truffa di PECHINO. ;Mariuollllllllllll !\r\n\r\nMETTETEVI VERGOGNA !

  7. @azzzz\r\n”Leggi e impara cosa è il calcio e cosa sono una squadra e una città di cultura e qualità superiore (Napoli).”\r\nTi sei appena qualificato da solo con questa affermazione.

  8. Leggi e impara cosa è il calcio e cosa sono una squadra e una città di cultura e qualità superiore:\r\nIEZZO è parte di questo, al contrario di te che nn sei nessuno.\r\n\r\nYaya Touré: “Quello dei napoletani per la loro squadra è un amore viscerale. L’urlo del San Paolo mi fece tremare le gambe…”\r\n \r\nEcco quanto ha dichiarato Yaya Toure’ del Manchester City:Nel programma i “Signori del calcio”, andato in onda su Sky Sport, è stato ospite il centrocampista del Manchester City e fresco vincitore del pallone d’oro africano, Yayà Tourè. Il centrocampista ha parlato anche della sfida al Napoli nella scorsa edizione della Champions League: “La mattina andammo a fare riscaldamento al San Paolo, Carlos (Tevez) mi parlava di questo stadio, ma io che ho giocato nel Barca mi dicevo, che sarà mai! Eppure quando misi piede su quel campo sentii un qualcosa di magico, di diverso. La sera quando ci fu l’inno della Champions, vedendo 80.000 persone fischiarci mi resi conto in che guaio ci eravamo messi! Qualche partita importante nella mia carriera l’ho giocata, ma quando sentii quell’urlo fu la prima volta che mi tremarono le gambe! Bene, fu li che mi resi conto che questa non e’ una solo squadra per loro, questo e’ un amore viscerale, come quello che c’è tra una madre ed un figlio! Fu l’unica volta che dopo aver perso rimasi in campo per godermi lo spettacolo!”.

  9. Napoli, senti Blatter: “Vedere una partita degli azzurri al San Paolo è un’esperienza che dovrebbero fare tutti coloro che amano il calcio”\r\n”A Napoli il calcio è passione, è una religione. Mi ha sempre toccato il calore del pubblico del San Paolo. I napoletani sono dei tifosi straordinari”\r\n07.02.2013 08.18 di Redazione Tutto Napoli per tuttonapoli.net articolo letto 206 volte\r\n \r\n\r\n© foto di Daniele Buffa/Image Sport\r\n«Assistere a una partita del Napoli al San Paolo è un’esperienza che dovrebbero fare tutti coloro che amano il calcio». E’ presidente della Fifa da quattordici anni, fa questo omaggio alla città e alla squadra in un’intervista al Mattino. Dalla lotta al razzismo e alle scommesse ai rapporti con Maradona, il numero uno del calcio mondiale parla a cuore aperto.\r\nIl Napoli era in serie C otto anni fa e adesso sfida la Juve per lo scudetto, oltre ad essere impegnato in Europa League. E ai risultati sportivi si aggiunge un perfetto equilibrio finanziario.\r\n«Con molto piacere ho constatato che il Napoli è tornato nella top 5 del calcio italiano. Il presidente De Laurentiis e il suo staff stanno facendo un ottimo lavoro. Il Napoli può diventare una delle grandi anche in Europa, lo auguro di tutto cuore ai napoletani e al loro presidente».\r\nConosce Cavani, il super bomber del Napoli e dell’Uruguay?\r\n«Certo, chi non conosce Cavani? È uno dei migliori attaccanti al mondo».\r\nQuale ricordo ha di Napoli e della sua passione per il calcio?\r\n«A Napoli il calcio è passione, è una religione. Mi ha sempre toccato il calore del pubblico del San Paolo. I napoletani sono dei tifosi straordinari. Un tifo così può dare tantissimo ad una squadra. Assistere ad una partita del Napoli nel suo stadio è un’esperienza da fare per tutti coloro che amano il calcio».\r\nQual è il suo rapporto con Maradona, l’uomo simbolo del calcio napoletano?\r\n«Posso assicurare che il rapporto tra me e Diego è buono. Ogni volta che ci siamo visti è stato sempre molto gentile. Un suo ritorno nel mondo del calcio? Non sta a me parlarne: è una decisione che solo lui deve prendere».

  10. Penso che tu non capisci un cazzo e stai pieno di folonari (vino).\r\nTu non sai cosa è l’onestà, cosa è lo sport e soprattutto cosa è uno stadio ed una squadra di calcio.\r\nTi allego una intervista a Blatter e ti consiglio di trovare una intervista a sky a tourè (manchester city).\r\nImpara qualcosa…..STRUNZ !

  11. ho paura che si cadrebbe dalla padella nella brace… qualcuno ha visto cosa ha pubblicato il times riguardo alle partite truccate in europa ?

  12. PENSATE realmente che uscire dalla serie A sia l’unica soluzione? O forse può esserci ancora un modo differente per evidenziare i diritti di una società gloriosa come la Juve?

  13. maiellabianconera

    no, non sei solo, per quanto mi riguarda sono con te.Condivido tutto quello che hai scritto. Perchè non facciamo sottoscrizione di questa e la inviamo al presidente per far conoscere le nostre intenzioni?Io ci sto sarò il primo a firmarla: Forza juve

  14. Non mi resta che condividere il pensiero di Lonemax e di Luke.Speriamo che un giorno tutto ciò si possa avverare,ci sarebbe veramente da ridere e da godere nel vedere il calcio nostrano colare a picco e fallire miseramente,così come meriterebbe.

  15. Concordo con lonemax, Luke-Sun_Tzu e soprattutto con alezanko. La soluzione all’estero non è impossibile. La Juventus è una società per azioni e le società possono fondersi con altre società. Avremmo dovuto farlo anni fa con il Monaco. Ora, per cominciare, niente riunioni di Lega e appena possibile disdetta dei diritti TV. E vediamo quanto vale il calcio italiano senza la Juventus.

  16. lo sapete che anch’io sarei disposto a partire dalla III divisione del campionato francese? e a dirla tutta, probabilmente si potrebbero comprare i diritti sportivi di qualche società e partire più in alto

  17. andiamo in francia,\r\nParigi è a 700km da Torino, Palermo è a 1500km.\r\nPer le squadre francesi non sarebbe un sacrificio, Torino è a 100km dal confine con la francia, e secondo me anche il campionato francese ne guadagnerebbe con la Juve.\r\nAndiamoci anche se dovessimo partire dalla 3 divisione.\r\nA.A. vinciamo questo campionato, e poi ciao ciao a tutti.

  18. Condivido appieno l’ide con i fratelli juventini Lonemax e Luke-Sun_Tzu.\r\nSarebbe troppo bello!!!\r\nCon noi poterbbero giocare solo alla Playstation

  19. che faccia di kEZZO!\r\n:-)

  20. @Lonemax: non sei solo, e lo sai. \r\n\r\nPurtroppo molti credono che saremmo noi a rimetterci. \r\n\r\nE ancora purtroppo quasi tutti interpreterebbero una mossa di questo genere come una fuga.\r\nIo invece sto con te.\r\n\r\nIl coltello dalla parte del manico ce l’abbiamo noi:\r\n-prestigio serie A in Europa (a picco!);\r\n-€ di diritti televisivi (- per loro, + per noi);\r\n-€ di “sold out” agli stadi (- per loro, + per noi);\r\n-FIGC e CONI che vedono l’80% della nazionale attuale e passata andarsene all’estero…\r\n\r\n…e tanti altri aspetti che tempo fa scrissi proprio qui ma che non ho più voglia di elencare.\r\n\r\nE’ l’unica mossa concreta, di forte denuncia INTERNAZIONALE e che apporterebbe innumerevoli benefici che A.A. può fare.\r\n\r\nPerò…\r\n\r\n…però la realtà è che ha votato Abete.\r\nE questo la dice lunga.

  21. chiedo scusa a gaver per questo mio post lungo.\r\nlettera ad andrea agnelli\r\ncaro presidente,\r\nquale tifoso (penso sufficientemente equilibrato, nonchè aziendalista) della nostra juve ed amante del calcio, mi sento di rivolgerle alcune parole, convinto che lei, o qualcuno per lei, legge perlomeno saltuariamente i post dei tifosi su questo forum.\r\ncredo che la situazione mediatica, con i diversi trattamenti riservati alla nostra squadra e quelli riservati ai nostri avversari, abbia raggiunto, e ormai superato, quei limiti di guardia da cui, credo, sia impossibile tornare indietro. questa campagna portata avanti da televisioni e carta stampata(e sorretta dalle istituzioni) contro i nostri colori, allo scopo di innervosire squadra e staff, sta dando i suoi frutti con le squalifiche dei nostri tesserati; presto perderanno la pazienza anche i nostri tifosi (insultati su ogni campo, e dove la memoria dei nostri caduti viene villipesa senza che nessuno prenda provvedimenti) e con sommo gaudio delle istituzioni, ci squalificheranno il campo (non attendono che un nostro passo falso da due anni). è vero dovremmo essere dei “lords”, ma mi creda, in questo calcio, è veramente difficile; d’altronde non è richiesto per essere tifosi, essere anche dei santi. \r\nle chiedo un atto di coraggio: rinunci ai 90-100 mln (o quanti sono) dei diritti televisi, e non faccia più entrare allo juventus stadium sky, mediaset, rai nè nessun giornalista di nessuna testata della carta stampata, neanche quella considerata “amica” (che è poi tutto da verificare). mi piacerebbe assistere ad un campionato in cui una partita di calcio è una partita di calcio, con errori a favore e contro, giudicati per quello che sono: errori. ma questo non è più possibile. piuttosto che leggere o vedere immagini commentate in maniera univoca contro i nostri colori, preferisco non leggere resoconti, o non vedere immagini. se quei soldi ci sarebbero in futuro serviti per completare la squadra, per quel che mi riguarda, la completi pure con gabbiadini boakye beltrame bonatini, o chi vuole lei, basta che ce lo dica. sono disposto a vedere un giovanissimo come centravanti, pur di non vedere una moviola sulla rai, sky o mediaset, o il resoconto di una partita allo juventus stadium sulla gazzetta dello sport, corriere o il mattino. se ha le mani legate convochi una conferenza stampa e si dimetta con tutto la staff: la ricorderemo come uno dei più grandi presidenti della nostra storia per il suo coraggio.\r\n se saltuariamente legge questo forum, avrà più volte letto di tifosi che chiedono di portare la squadra all’estero.\r\npotrebbe essere una soluzione, non so quanto praticabile; mi viene difficile pensare che alcune squadre della premier, della ligue 1, della liga o del campionato svizzero siano contente di avere noi nello stesso campionato a giocarsi un posto in champions; però provare a contrattare, si potrebbe. meglio ripartire dalla 3° serie in francia o in inghilterra, che continuare così. personalmente baratterei volentieri la premiership, con questa situazione che si è creata in italia. e finalmente, andandocene, la serie a sarebbe un campionato regolare, senza più ladri.\r\nnon so quanti dei 14 mln di tifosi la pensano come me, forse sono solo, magari ad altri piace questo clima da guerra continua.\r\na me no, a me piace lo sport, ed in italia il calcio non è più uno sport.\r\ncordialmente

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi