Sconcerti: "Cedere alle pressioni di Moratti vuol dire condizionare gli arbitri" | JMania

Sconcerti: “Cedere alle pressioni di Moratti vuol dire condizionare gli arbitri”

Sconcerti: “Cedere alle pressioni di Moratti vuol dire condizionare gli arbitri”

C’era una volta un ex ferroviere che con il suo potere e con le trasmissioni televisive molto seguite, come il ‘Processo di Biscardi’ (tutti sanno quale sia l’elevato share, altro che Controcampo e la Domenica Sportiva) influenzava il mondo arbitrale nonché tutto il sistema calcio con crociate mediate a favore o contro questo o quell’arbitro. …

C’era una volta un ex ferroviere che con il suo potere e con le trasmissioni televisive molto seguite, come il ‘Processo di Biscardi’ (tutti sanno quale sia l’elevato share, altro che Controcampo e la Domenica Sportiva) influenzava il mondo arbitrale nonché tutto il sistema calcio con crociate mediate a favore o contro questo o quell’arbitro. A pensar male si fa peccato, ma a volte ci si prende, perché se questi comportamenti erano ritenuti poco puliti allora, perché non dovrebbero esserlo adesso? Noi siamo dell’avviso che non ci fosse nessun condizionamento allora, per l’oggi ancora non possiamo saperlo, lo scopriremo solo vivendo. Fatto sta che il circo mediatico messo su all’indomani (a dire il vero già dopo pochi minuti) di Inter-Napoli ha del condizionante. Pesantemente condizionante, con Moratti che dichiara di “non voler più vedere Rocchi”, La Russa che chiede “l’allontanamento di Rocchi per i prossimi 30 anni” e con il presidente federale Abete che carica: “Inter sfavorita da Rocchi” (quando mai si era sentito un presidente federale, rappresentante di tutti i club, schierarsi pubblicamente – Carraro lo fece solo al telefono, bontà sua – con una parte della contesa? Come si approcceranno alla prossima partita dei nerazzurri gli arbitri che sanno di dover anche accontentare il presidente federale).
A tornare sulla querelle mediatica, ci ha pensato Mario Sconcerti, nella sua rubrica ‘Lo sconcerto quotidiano’ su Corriere.it: “Vorrei sapere se trovate giusto che una società possa ricusare un arbitro – scrive Sconcerti -. Moratti ci ha provato, ma non è arrivato fino in fondo. Dopo la partita, giustamente arrabbiato contro Rocchi, ha detto di non volerlo vedere più arbitrare l’Inter. Ieri ha però escluso un complotto contro la sua squadra dimostrandosi più ragionevole. Il mio parere è che gli arbitri si debbano discutere sempre e accettare sempre. Deve esserci buon senso nella designazione, certamente non un accanimento terapeutico, ma la libertà di poter mandare qualunque arbitro all’altezza ad arbitrare la giusta partita, va difesa ad ogni costo. Se si concedesse alle grandi società di rifiutare alcuni arbitri, si tornerebbe al condizionamento da cui abbiamo tentato di uscire negli ultimi anni con qualche successo. E si direbbe ufficialmente agli arbitri che per arbitrare le grandi partite, devono aiutare le grandi squadre. Altrimenti verrebbero ricusati. Non è il problema di una partita. E’ il problema di tutto il calcio”. 

11 commenti

  1. Abete è scandaloso, Carraro fu ancor peggio ma almeno in privato (lui così credeva…)

  2. ora che il presidente yellow smile ha pianto, come solito fare dal suo club da almeno 20 anni, vedrete come fischieranno i prossimi arbitri! Come un paio di anni fa (quando al 15° del primo tempo la barzinter si trovava già in vantaggio molto spesso per il solito rigorino)vedrete quanti favori riceveranno ora…..E, ovviamente, diranno che sarà giusto e per riparare i torti subiti! Ma io mi chiedo: e i torti subiti da tutte quelle squadre che dal 2006 hanno affrontato l’inter quando verranno riparati (Roma, Chelsea, ecc.) ? Squadraccia eravate e squadraccia rimarrete, per sempre!

  3. moratti, tronchetti, abete e guidorossi Vera ed Unica Cupola

  4. Attenzione che ora i media delle due squadre padrone del calcio italiano, si stanno scatenando, come al solito e piu’ del solito, visto che tra la vecchia signora e le milanesi c’e’ gia’ un bel distacco….il corriere della sera, attraverso le parole di tale Claudio Colombo scrive, in sintesi, che la “juve scoppiera”, poi Gazzetta dice “tanto tra poco arriveranno i soliti infortuni”…. insomma i rosiconi prescritti e i loro cugini sono un fiume in piena, stavolta pero’ ho la sensazione che Conte si sia costruito una specie di “Arca di Noe’ bianconera”, che non sara’ facile distruggere….forza juve

  5. Sconcerti non ha affermato nulla. Le dichiarazioni di Sconcerti sono virgolettate.

  6. a prescindere dall’articolo, sconcerti è sconcertante quando afferma che il processo di biscardi aveva un grande share, quando è stato confermato nel processo di napoli che non superava il 4%. pur di continuare ad accusare moggi si nega anche l’evidenza, un po’ come auricchio che ha affermato che a lui non risultava che il milan avesse le televisioni!

  7. E poi mi si viene a dire che era Moggi a condizionare il Calcio.

    Col sorriso velenoso continua a dominare e dettare legge.

    Questo significa condizionare gli arbitri e falsare il campionato.

  8. Ma cedere a qualunque tipo di pressione è una condizionare una gara. Pensiamo a Mourinho: secondo voi perché parla sempre di arbitraggio il giorno prima della gara? Aspetto il giorno – poco fiducioso – in cui si arriverà ad accettare che un direttore di gara può sbagliare senza che si gridi allo scandalo. Perché per i due rigori negati contro il Borussia Dortmund e il gol in fuorigioco di Mijatovic non si è andati certo a ricusare la UEFA.

  9. Abete è più vergognoso ancora di Moratti, è un presidente sotto scacco, ha detto che l’errore di Rocchi ha determinato la partita …………. e perchè ? Quindi il Napoli ha vinto grazie all’arbitro ………….. ma Obi avrebbe dovuto essere espulso lo stesso per fallo da ultimo uomo, anche semza la prima ammonizione …………. ha anche detto che le critiche erano giusti senza, almeno, criticare i toni, intimidatori, anche verso di lui, di Moratti ………… e poi che c’entra calciopoli, chi vorrebbe farla pagare all’Inter ? Abete o Braschi ? E poi sarebbe comodo pagare così poco per le porcherie fatte !

  10. Antonio Medaglia

    ……ci risiamo il presidente dell’inter e i soui tifosi (..magari politici che farebbero meglio a pensare di più al buon governo della NAZIONE) si permette di ricusare un arbitro….e nessuno lo rimprovera anzi….trova il presidente Abete che dice le sue stesse code (….forse è pure lui tifoso della squadra?)……VERGOGNA…..fate allontanare le persone anche dal calcio…..bravi!!!!!!

  11. Il sig. Moratti voleva vincere gli scudetti con hacan sucur, west forlan insomma con i bidoni di giocatori se non vince he colpa degli albitri non sa che anche gli albitri sbagliano come sbagliano i giocatori titti nella vita facciamo errori

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi