Sconcerti a sorpresa su Calciopoli: "Inter da punire come la Juventus" | JMania

Sconcerti a sorpresa su Calciopoli: “Inter da punire come la Juventus”

Nei giorni scorsi Mario Sconcerti, editorialista del Corriere della Sera e opinionista Sky,  è stato protagonista di un battibecco con l’azionista di maggiornaza della Juventus, John Elkann. Oggi, intervistato da Ilsussidiario.net si schiera dalla parte dei bianconeri in merito agli ultimi sviluppi di Calciopoli, definendo deplorevole la telefonata tra Facchetti e Bergamo, la forma importa …

sconcertiNei giorni scorsi Mario Sconcerti, editorialista del Corriere della Sera e opinionista Sky,  è stato protagonista di un battibecco con l’azionista di maggiornaza della Juventus, John Elkann. Oggi, intervistato da Ilsussidiario.net si schiera dalla parte dei bianconeri in merito agli ultimi sviluppi di Calciopoli, definendo deplorevole la telefonata tra Facchetti e Bergamo, la forma importa tanto e non quanto, la sostanza è che «non si possono avere contatti con chi deve giudicare». Ecco uno stralcio dell’intervista.

Cosa pensa Sconcerti delle nuvoe intercettazioni portate in aula dalla difesa di Moggi?
“Sono in una diversa forma ed eleganza rispetto a quelle contestate a Moggi, ma sembrano alleggerire la posizione dell’ex direttore generale della Juventus”.

La Juventus, però a suo tempo… chiese la B con penalizzazione?
“In quel caso c’è stata una decisione netta, bisogna però contestualizzare il fatto. Il regolamento dava la Juve in C: l’atteggiamento della società è servito”.

In queste ultime ore la famiglia ha precisato che il nome di Collina nella telefonata Facchetti-Bergamo è stato fatto, diversamente da quanto indicato dalla difesa nerazzurra, dal designatore
“Cambia poco. Facchetti faceva il suo mestiere di presidente. Nelle telefonate si parla chiaramente di arbitri, ma non si possono avere contatti con chi deve giudicare. Facchetti è stato più elegante, ma dal punto di vista della giustizia sportiva resta una brutta telefonata”.

Qualcuno ipotizza la revoca dello scudetto all’Inter…
“C’era la spinta dell’Uefa: a noi serviva una squadra campione d’Italia. Avremmo avuto il danno del ranking. Fu una decisione presa in tutta fretta, ma questa è una caratteristica della giustizia sportiva: è sommaria perché le manifestazioni devono continuare. Non è tanto la decisione di dare uno scudetto, ma è grave e serio e togliere due scudetti alla Juventus. Non si può togliere la storia per il comportamento di alcuni dirigenti”.

I giudici sono riusciti a dimostrare che i campionati erano falsati?
“Non c’è stata questa dimostrazione”.

11 commenti

  1. la juve è stata punita eccessivamente senza illeciti perchè non pagare come onesta società internazionale con una multa per illeciti passaporti falsi

  2. la juve è retrocessa in b senza illeciti perchè non pagare con una multa come internazionale illecito passaporti falsi

  3. Tacere fa comodo a molti

  4. perchè non si parla della finale di surpercoppa italiana tra juventus e inter del 2004 arbitrata da desantis in favore dell’inter

  5. le strade sono 2 caro roberto…. oh riaprono il processo sportivo o saranno denunciati per occultamento delle prove e favoreggiamento in sede penale…. fai tu.

  6. finisce a taralucci e vino….fino a quando Mediaset regala posti di lavoro all’AIA,non cambiera’ niente.

  7. finchè c’è vita c’è speranza…. Mi pare fin dall inizio che si sottovalutino alcune cose IMPORTANTI. vediamo come va a finire….

  8. Maskered….vai dal dentista!Prevedo tante carie amico mio.Ti sei illuso un po’ troppo…meglio il calcio che insegni ai ragazzi.

  9. Sconcerti si e’ svegliato.Miracolo………..Buffone….

  10. dopo che ha gettato fango sulla Juventus e sui tifosi della Vercchia Signora adesso parla?! STAI SEDUTO SCONCERTI!!!!

  11. qualcosa si muove……..

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi