Sassuolo-Juventus 1-3 | Intervista Antonio Conte | Video

Sassuolo-Juventus 1-3, intervista Antonio Conte: “Sono nervoso, troppi record”

Sassuolo-Juventus 1-3, intervista Antonio Conte: “Sono nervoso, troppi record”

Sassuolo-Juventus 1-3, intervista Antonio Conte: il tecnico bianconero esalta la straordinaria stagione dei suoi e non le manda a dire a Rudi Garcia

sassuolo-juventus-conteSassuolo-Juventus 1-3, intervista Antonio Conte. La Juve festeggia al Mapei Stadium di Reggio Emilia: il terzo scudetto consecutivo è ormai ad un solo punto e lo si potrà festeggiare già nel prossimo turno casalingo contro l’Atalanta. Al termine della gara con il Sassuolo, intanto, Conte è un fiume in piena: “Festa Scudetto? Ancora no – dice a ‘Sky Sport’ – . Dovremo essere bravi a chiudere il discorso nella prossima partita. Non voglio mettere le mani. Abbiamo comunque fatto un ottimo passo avanti. La corsa alla Mourinho dopo il 3-1? Stavamo facendo un passo importantissimo per uno scudetto storico che sarebbe il terzo consecutivo”.

Inevitabile il riferimento alla Roma, squadra sempre osannata dalal stampa, eppure indietro di 8 punti dai campioni d’Italia:

Sento dire che la Roma sta facendo qualcosa di stratosferico, allora qual è l’aggettivo per il campionato della Juve? Il Benfica? Giovedì lo Juventus Stadium ci darà una mano, sono convinto che giocheremo in dodici. I nostri tifosi scenderanno in campo con noi. Per la Juve tutto quello che fa diventa un obbligo. Se riusciremo a vincere l’Europa League si dirà che è una coppetta, se verremo eliminati diranno che non siamo pronti per la vittoria in Europa. Allora siamo costretti a vincere perché altrimenti si dirà che solo gli altri hanno fatto cose stratosferiche.

La settimana è stata costellata di polemiche: il tecnico della Roma ha pungolato la Juventus affermando che gli avversari contro i bianconeri non si impegnano. Conte replica così:

A livello di cultura Garcia e la Roma hanno alimentato la cultura del sospetto e invece di andare avanti siamo andati indietro. Questi tre anni alla Juve mi hanno eccitato tantissimo. Nel primo anno ribaltammo i pronostici, lo scorso anno era una conferma, quest’anno un obbligo. E’ un periodo esaltante per la Juve e voglio che lo viviamo con il massimo delle nostre forze assieme ai nostri tifosi. Il presidente Agnelli ci ha chiesto di centrare il bis scudetto-Europa League, un traguardo che non avevano raggiunto né il papà, né il nonno. Io il Mourinho italiano? Ho sempre avuto determinati atteggiamenti e comportamenti entusiasti e passionali. Sono sempre stato così, lo ero da calciatore e lo sono adesso fa allenatore. Io vivo questo mestiere con passione. Io scendo sempre in campo con i miei ragazzi, sono lì a lottare sempre al loro fianco”.

A Rai Sport, poco dopo Enrico Varriale snocciola qualche numero di questa Juventus: “Avete 93 punti, il miglior attacco con 75 gol fatti, più di due gol a partita segnati…”. Conte lo stoppa:

In effetti ha ragione Garcia, questi record mi stanno rendendo nervoso.

Game, set, match.

Un commento

  1. Ahahahahah, mitico Antonio, JUVENTINO a vitaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi