Sassuolo-Juventus 1-0: le pagelle | JMania

Sassuolo-Juventus 1-0: le pagelle

Sassuolo-Juventus 1-0: le pagelle

Sassuolo-Juventus 1-0, le pagelle. Si salvano davvero in pochi dal disastro del Mapei Stadium: alla fine è Buffon a fare il quadro più preciso della situazione con quella frase “non vinciamo un contrato, non ne prendiamo una di testa e non facciamo tre passaggi di fila” che suona anche come allarme nel rapporto tra la …

Sassuolo-Juventus 1-0, le pagelle. Si salvano davvero in pochi dal disastro del Mapei Stadium: alla fine è Buffon a fare il quadro più preciso della situazione con quella frase “non vinciamo un contrato, non ne prendiamo una di testa e non facciamo tre passaggi di fila” che suona anche come allarme nel rapporto tra la squadra e Allegri. Il tecnico livornese ha sbagliato di tutto e di più, come l’arbitro Gervasoni del resto.

JUVENTUS

Buffon 6: incolpevole sul goal, per tutto il resto del match rimane pressoché libero da ogni compito che spetterebbe ad un portiere.

Barzagli 6: unico solo giocatore bianconero meritevole di sufficienza; sempre attento e deciso. Anche nella confusione più totale della difesa spicca il suo ordine.

Bonucci 5: in affanno fin dal primo minuto contro un Floccari combattivo e in generale contro un reparto offensivo neroverde aggressivo. Passi indietro rispetto alle ultime prestazioni.

Chiellini 4.5: vittima di una prima ammonizione molto discutibile, imprudente sul fallo che porta al secondo giallo. Un difensore della sua esperienza non può permettersi di commettere un’ingenuità simile.

Cuadrado 5: ha la colpa di non puntare ripetutamente un Peluso ammonito dopo soli 13 minuti. Quando la squadra rimane in inferiorità numerica prova a cambiare posizione, ma senza portare beneficio alla squadra. Inconcludente.

Sturaro 4.5: Allegri gli dà un’opportunità importante e lui la fallisce. Sembra aver perso la cattiveria che lo ha distinto negli ultimi mesi della passata stagione. Poca precisione e tanta confusione.

Lemina 5: la prestazione meno brillante da quando è arrivato alla Juve. Dopo i primi minuti di grande caos, trova posizione e ritmo, ma quando la gara si compromette scopare dal campo. (All’82’ Hernanes: s.v.)

Pogba 5.5: l’unico che prova a prendersi la squadra sulle spalle nel momento di difficoltà. Dopo un inizio in cui non riceve un pallone, prova le giocate ed è il solo che tira e che va vicino al goal. Ma è ancora lontano dal Pogba che siamo stati abituati a vedere.

Alex Sandro 5: nessun dubbio, deve ancora ambientarsi. Salta più volte l’uomo ma nel momento di arrivare al cross, suo punto forte, diventa impreciso. Rivedibile in fase difensiva.

Dybala 5: giocatore diverso da quello visto domenica. Soffre la fisicità dei giocatori avversari e trova poche volte lo spunto. (Al 78′ Zaza 5: non dà nessun tipo di contributo alla squadra.)

Mandzukic 4.5: prestazione ancora più negativa della precedente, nella quale lo aveva salvato solo il goal. Un giocatore della sua esperienza dovrebbe aiutare la squadra nel momento del bisogno, ma lui non riesce a far salire i compagni perdendo tutte battaglie e andando spesso in fuorigioco. (Al 60′ Morata 5.5: prova a cambiare il match, salta spesso l’uomo ma poi si ritrova isolato. Misterioso il motivo per il quale non è sceso in campo fin dal primo minuto.)

Allegri 4.5: più che la formazione, questa sera non sono stati scelti gli uomini giusti. Inspiegabile la scelta di tenere fuori Khedira, alla luce dell’influenza che ha messo ko Marchisio.

SASSUOLO

Pegolo 6: impegnato per davvero solo in un caso, per il resto si limita a proteggere la sua zona di competenza con sicurezza.

Vrsaljko 6: l’obbiettivo bianconero sulla fascia destra figura bene, nonostante una gara nella norma. Spinge poco e si accontenta di proteggere bene la sua zona.

Cannavaro 6: roccioso, senza sbavature, vince ogni lotta contro gli attaccanti juventini. Oggi la sua esperienza si è fatta valere.

Acerbi 7: perfetto, non ha sbagliato nulla. Da quando è arrivato al Sassuolo si è rigenerato.

Peluso 6.5: non è facile gestire un’ammonizione ricevuta nei primi minuti. Lui ci è riuscito, nonostante dovesse affrontare ripetutamente un avversario come Cuadrado.

Missiroli 6: insieme ai due compagni di reparto forma un centrocampo ostico per qualsiasi squadra. La qualità non è eccelsa, ma nel primo tempo imprime una pressione fastidiosa per gli avversari.

Magnanelli 6: è l’anima della squadra. La sua qualità migliore è l’ordine, pur non avendo doti tecniche sopra la media.

Biondini 5.5: si fa vedere poco, tocca pochissimi palloni, ma i compagni di reparto stasera lavorano anche per lui. (Al 71′ Duncan 6: ordinato.)

Berardi 6.5: l’aggettivo migliore per descriverlo stasera è “furbo”. Causa entrambe le ammonizioni di Chiellini, lotta su ogni pallone. È mancata la sua qualità, ma il suo lavoro è stato più che sufficiente. Sarà pronto per la Juve? (All’81’ Laribi: s.v.)

Floccari 6: poco preciso in fase conclusiva, ma lotta e vince spesso i contrasti aerei con gli avversari. (Al 70′ Defrel 6: quando c’è da ripartire in contropiede è una scheggia e nel finale crea i presupposti per un paio di occasioni.)

Sansone 7: il migliore dei suoi. Corre avanti e indietro per 90 minuti, pressa tutti e il goal è la ricompensa di una prestazione di qualità e grande sacrificio. Punizione magistrale, imparabile.

Di Francesco 6: impone una mentalità offensiva e aggressiva nel primo tempo. Nel momento della superiorità numerica, però, la squadra non riesce a tenere palla. Stagione comunque sorprendere fino ad ora.

ARBITRO

Gervasoni 4: arbitraggio da serie minori. Gestione pessima dei cartellini. Si fa influenzare dalle richieste di giocatori e allenatori. Ci ha capito poco della partita.

3 commenti

  1. Singolarmente nessuno ha giocato male o ha lesinato impegno. Forse un voto + basso a Chiellini e Lemina per le ingenuita’ commesse (Lemina,ammonito, che allontana il pallone inveiendo contro l’ingiacchettatto). E’ che sembriamo una squadra completamente nuova al primo giorno di ritiro, quando ancora non c’e’ conoscenza reciproca, amalgama, velocita’, movimenti senza palla e fluidita’ di manovra. Dybala, A. Sandro e Cuadrado giocano col freno a mano tirato, hanno perso le caratteristiche di istintivita’, imprevedibilita’ e inventiva che li caratterizzavano. Forse per seguire le indicazioni del tecnico Feliciotti Allegri, che solo ora che li ha “appiattiti” li mette in campo.
    Forza Juve, fino alla fine.

  2. Mi rivolgo ai tifosi sfegatati come me.
    Abbiamo un presidente affaccendato in tutt’altre questioni, un direttore tecnico(Marotta) mediocre, un allenatore incapace. Come volete siano i risultati?
    Con questo andazzo e con il sig.Allegri i danni diverranno tali che ci vorranno diversi anni per recuperare.
    Morti Giovanni e Umberto Agnelli la Juventus non ha più avuto “credibilità” sportiva. È ed è stata derisa e sbeffeggiata da tutti, televisioni e giornali compresi.
    Ai tifosi della Juve l’epiteto migliore che si dà è quello di rubentini. E la proprietà rimane muta. Ma non c’è da meravigliarsi! Gli attuali “signori” della Juve, i famosi Elkan, non si sono mai lamentati per quanto successo nel 2006, anzi, io credo, ne sono rimasti indifferenti: si erano liberati, in un sol colpo, di Giraudo e Moggi.
    Questi due personaggi, artefici di una grande Juve, offuscavano le loro giovani personalità.
    Oggi questa attuale proprietà cerca solo visibilità e cerca addirittura di guadagnare dalla Juve.
    Quanto percepisce, ogni anno, la società pubblicitaria di Lapo dalla Juve? E cosa fa questa società per la Juve? Questo è solo un esempio.
    L’attuale allenatore e’ ed è sempre stato mediocre. Ha anche vinto, ma si può vincere anche fortunosamente o per meriti non propri. Quello che non è mai riuscito ad “insegnare” e’ un gioco decente, non dico un gioco spettacolare.
    Se non lo si allontana velocemente saranno guai.

  3. Capitan Sparrow

    Darei a Pogba la sufficienza; con Buffon e Barzagli era l’unico giocatore da Juve in campo ieri sera. Dybala ha un’attenuante: la solitudine in cui lo abbandona Mandzukic: Allegri 0 (perché meno non si può): Khedira e Morata in panchina, perché? Gervasoni: compri un altro regolamento, al suo mancano alcune pagine

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi