Sandulli segnalato dalla Figc alla Commissione Garanzia | JMania

Sandulli segnalato dalla Figc alla Commissione Garanzia

Sandulli segnalato dalla Figc alla Commissione Garanzia

L’intervista concessa da Piero Sandulli a Radio Capital nel corso della quale ha rivelato le motivazioni della sentenza nei confronti di Antonio Conte potrebbe costare un procedimento disciplinare all’avvocato romano, che ha fatto parte della corte di giustizia federale. La Federcalcio ha infatti segnalato il suo comportamento alla commissione di garanzia sulla giustizia sportiva, secondo …

L’intervista concessa da Piero Sandulli a Radio Capital nel corso della quale ha rivelato le motivazioni della sentenza nei confronti di Antonio Conte potrebbe costare un procedimento disciplinare all’avvocato romano, che ha fatto parte della corte di giustizia federale. La Federcalcio ha infatti segnalato il suo comportamento alla commissione di garanzia sulla giustizia sportiva, secondo quanto recita il “combinato disposto dell’art. 28 (comma 2) del codice di giustizia sportiva e dell’art.2 del regolamento di disciplina dei componenti degli organi di giustizia sportiva, che precludono ai giudici la possibilita’ di esprimere commenti sui processi nei quali sono coinvolti”.

Secondo i regolamenti, “la commissione di garanzia degli organi di giustizia sportiva è l’unica istituzione che può comminare sanzioni ai giudici ed è presieduta da Pasquale De Lise, ex presidente del Consiglio di Stato, e composta anche dagli ex presidenti di Corte Costituzionale Capotosti e Mirabella, dall’ex pg di Milano Borrelli e dal magistrato della Corte dei Conti e presidente del collegio dei revisori dei conti del Coni, Raffaele Squitieri”. Qualcosa sio sta muovendo?

8 commenti

  1. mamma mia, che faccia da c….lo ragazzi, ma veramente c’e’ anche questo individuo nel collegio disciplinare? ma anche questo “MACACO” hanno tenuto? non ho parole e le mie speranze di ottenere giustizia si riducono al lumicino!

  2. @Zebrato, e invece @sempre juve ha ragionissima!! Spero, anch’io, che gli accada quello che spera. E non è il solo!! Qui non ci sono più regole. Qui non c’è più rispetto!! Qui lo dico e Qui lo confermo: mi sono rotto i coglioni!!!

  3. @sempre juve, che qualcuno li aspetti sotto casa, potrebbe andare bene, per il resto no, ……… farebbe il loro gioco.

  4. Sandulli si dimostra ancora la solita “prima donna” bisognosa delle platee in spregio alla Legge, all’educazione e, ricordando alcune sue frasi gravissime, alla competenza.

  5. ma a chi ca..o la volete dare a bere.Ormai non vi crede più nessuno , siete tutti al soldo delle milanesi.Spero sempre che qualcuno incappucciato vi aspetti sotto casa e vi rompa il c..o.

  6. Paradossalmente mi fa più piacere la risposta piccata dell’immacolato Petrucci.

    A entrare nelle loro logiche contorte ed immorali, potremmo pensare che stia preparando la strada ad una sentenza tnas che scagiona Conte.
    Così poi potrà dire “visto? Lasciateli lavorare in pace”…e, come è sua abitudine, salirà sul carro dei vincitori.

    “Che nessuno salga su quel cazzo di carro”.

    Conte ha la nostra più totale ed incondizionata stima.
    Mai visto il popolo bianconero così unito.

  7. “I LADRI DI PISA”: Il giorno litigano e la notte vanno a rubare insieme.
    In cosa differiscono, Coni, Figc, Giustizia sportiva, Palazzi , Sandulli?
    I ladri sono solo ladri, questi, invece, …… non lo sò.

  8. Sì, decisamente, qualcosa si sta muovendo.
    Il martello di Abete: un colpo al cerchio…ed uno alla botte.
    Ma di cosa stiamo parlando? Suvvia, tanto il percorso in FIGC è finito, questo “gesto” è uno specchietto per le allodole.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi