Roma-Juventus | Massimiliano Allegri | Conferenza | Video

Roma-Juventus, Allegri: “Non è decisiva”, torna il 3-5-2 (Video)

Roma-Juventus, Allegri: “Non è decisiva”, torna il 3-5-2 (Video)

Roma-Juventus, conferenza stampa Massimiliano Allegri: il tecnico bianconero definisce la partita importante ma non decisiva, Pogba non sarà rischiato

Roma-Juventus, conferenza stampa Massimiliano Allegri. Il tecnico della Juve ha parlato oggi alla vigilia del posticipo della 25.a giornata di serie A, in programma lunedì alle 21 (e non alle 20.45 per solidarietà con il Parma) allo stadio Olimpico. I campioni d’Italia vogliono mantenere la distanza di 9 punti dai giallorossi, ma devono anche pensare ai tanti impegni ravvicinati che li aspettano. Ecco perché, Allegri domani non rischierà Paul Pogba, non al meglio della condizione, mentre Arturo Vidal, anch’egli non al top, dovrebbe essere regolarmente in campo.

Stanno abbastanza bene – dice sulle condizioni dei due centrocampisti l’allenatore – , valuterò. Comunque sia non è emergenza, se saranno disponibili giocano, altrimenti giocheranno Marchisio, Sturaro, Padoin. Oppure giocheremo con un centrocampista in meno o anche due. Magari giochiamo con due centrocampisti soli.

Dalle condizioni di alcuni giocatori incerti, dipenderà molto il modulo che Allegri sceglierà, anche se pare che sia nettamente favorito il 3-5-2, un modulo che consentirà ai campioni d’Italia di essere più prudenti:

Il trequartista? E’ una possibilità, ma dipende da come stanno Pogba e Vidal. Non ho ancora deciso come giocheremo. Se mancheranno i centrocampisti, può darsi che giocheremo con solo due uomini.

Dopo aver vissuto un periodo molto difficile, la Roma è tornata alla vittoria in Europa League, battendo il Feyenoord 1-2 in Olanda. Potrebbe essere la partita della svolta per gli uomini di Garcia:

Complimenti a tutte le qualificate, è un risultato importante per il calcio italiano, ultimamente denigrato. Sono passati tre mesi dall’andata, dopo quella di domani ci saranno ancora 13 partite e il Napoli si sta avvicinando. Per la quota scudetto mancano ancora molte vittorie. Adesso pensiamo alla Roma, poi alla Coppa Italia, al Sassuolo e così via. Sarà sicuramente una bella partita, come all’andata, anche se è stata messa in secondo piano dalle polemiche. La Roma ha pochi punti deboli – prosegue Allegri – e nella partita secca i valori si azzerano. Sarà una partita importante per il campionato, ma non decisiva. Per quanto riguarda l’attacco Matri sta abbastanza bene, Coman è cresciuto molto. Morata si sta abituando a giocare ogni tre giorni e sta crescendo. Llorente è stato decisivo con l’Atalanta. Insomma, faranno dei gol da qui alla fine. Loro cercheranno di vincere anche perché finora ci sono stati pochi scontri diretti, che iniziano ora. Non bisogna lasciare nemmeno un centimetro. E’ una partita fondamentale per noi per mantenere lo scontro diretto a nostro favore. Non dobbiamo pensare ai punti di vantaggio. In questo periodo ci sono tutte le partite più importanti, l’importante è stare bene.

All’andata ci furono tante polemiche proprio all’indomani di Juve-Roma, Garcia dichiarò che i giallorossi avrebbero vinto sicuramente lo scudetto:

Ormai sono passati tre mesi. Si è parlato di episodi tutti al limite, credo che ancora oggi sia difficile mettere d’accordo i moviolisti… Sarà una serata importante, il calcio italiano ne deve uscire nel migliore dei modi.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi