Roberto Mancini: "Calciopoli? E' scoppiata tardi, ma prima non c'erano certezze" | JMania

Roberto Mancini: “Calciopoli? E’ scoppiata tardi, ma prima non c’erano certezze”

Da Cassano («lo volevo all’Inter»), alla rottura con Moratti, passando per la Nazionale («l’allenerei), Calciopoli («era ora») e il futuro («magari in Premier»). Roberto Mancini si racconta in un’intervista a “Le Iene Show”, in onda domani, martedì 17 novembre, alle ore 21.10, su Italia 1. Iene: Hai rescisso il contratto con l’Inter? ma sei pazzo, prendevi …

roberto-manciniDa Cassano («lo volevo all’Inter»), alla rottura con Moratti, passando per la Nazionale («l’allenerei), Calciopoli («era ora») e il futuro («magari in Premier»). Roberto Mancini si racconta in un’intervista a “Le Iene Show”, in onda domani, martedì 17 novembre, alle ore 21.10, su Italia 1.

Iene: Hai rescisso il contratto con l’Inter? ma sei pazzo, prendevi 6 milioni all’anno
Mancini: «Non prendevo questo, comunque ho rescisso perché ho voglia di tornare ad allenare»

Iene: Ora che sei ufficialmente disoccupato le Iene ti danno 10 secondi per auto promuoverti. Manda un messaggio ai presidenti per farti assumere
M: «Sono Roberto Mancini, il mio modulo è 5-5-5 come quello di Oronzo Canà. Assumetemi».

Iene: da quanto tempo non alleni?
M: «1 anno e qualche mese»

I: in questi anni quante proposte hai ricevuto?
M: «Tre o quattro»

I: da parte di quali squadre?
M: «Non posso dire le squadre»

I: ma è vero che non alleni perché chiedi troppi soldi?
M: «Non è mai stata la cosa principale, né da giocatore, né da allenatore»

I: come si misura lo stipendio di un allenatore?
M: «In base a quello che ha vinto»

I: «Tu cos’hai vinto da allenatore?
M: «Con la Fiorentina una Coppa Italia, alla Lazio una Coppa Italia, all’Inter 3 scudetti, due Coppe Italia e due Supercoppe italiane»

I: in una settimana quand’eri calciatore quante volte andavi in discoteca?
M: «A me non piaceva la discoteca»

I: e da allenatore?
M: «Mai»

I: sei mai stato in discoteca con Adriano?
M: «No»

I: era davvero depresso?
M: «Era un momento difficile»

I: hai mai fatto un giro in Ferrari con Balotelli?
M: «Ci sarei andato se mi avesse invitato, ma non aveva la Ferrari»

I: Balotelli è uno cattivo o lo dipingono così?
M: «No, non è cattivo»

I: diventa come Ibra secondo te?
M: «Magari»

I: Balotelli farà i Mondiali?
M: «Fino ad oggi non è mai stato chiamato, però secondo me era un giocatore che poteva essere molto utile»

I: tra te e l’Inter cosa ha funzionato?
M: «Abbiamo vinto quasi tutto, dopo vent’anni che l’Inter non vinceva»

I: e cosa non ha funzionato?
M: «Il presidente ha deciso di cambiare»

I: quanto ha contato da uno a dieci per il tuo esonero Oriali?
M: 0

I: i giocatori?
M. 4

I: i tifosi?
M: 0

I: quanto ha contato da uno a dieci per il tuo esonero Moratti?
M: «10. Lui mi ha spiegato che era per quella cosa che ho detto dopo Liverpool, ma secondo me non è così».

I: ti sei pentito di quella conferenza stampa?
M: no

I: hai mai allenato Cassano?
M: No

I: è un fenomeno
M: sì

I: hai mai chiesto a un tuo presidente di comprarlo?
M: sì, Moratti

I: perché ogni tanto Cassano fa le cassanate?
M: perché è un fuoriclasse

I: perché Lippi non lo convoca?
M: «perché non gli piacerà come giocatore»

I: ma ci credi alla storia che il figlio di Lippi e Cassano si sono picchiati?
M: «no, non credo. Credo che Lippi abbia una squadra in cui ci sono certe gerarchie e certi equilibri e magari pensa che Cassano possa creargli delle difficoltà»

I: tu lo convocheresti al prossimo Mondiale?
M: i giocatori che fanno la differenza servono

I: prove di coppia tra Mancini-Vialli e Pazzini-Cassano. La coppia più vincente?
M: beh, noi abbiamo vinto tutto alla Samp

I: la coppia più bella?
M: adesso Vialli è un po’ così così, però da giovane era carino

I: la coppia che rimorchia di più?
M: non c’è paragone neanche su questo, dai

I: il giocatore più forte del mondo?
M: Messi

I: il giocatore che più somiglia a Mancini?
M: Totti

I: ti piacerebbe allenare la Nazionale?
M: Sì

I: te la facciamo allenare noi: finale di Coppa del Mondo. Manda in campo il tuo 11
M: Buffon, Zambrotta, Nesta, Barzagli, Grosso, Pirlo, De Rossi, Gattuso, Cassano, Toni, Totti

I: chi vince i Mondiali?
M: l’Inghilterra

I: chi vince la Champions Legaue?
M: Chelsea, Barcellona, Inter e Real Madrid possono essere le quattro semifinaliste

I: e il campionato chi lo vince?
M: l’Inter

I: è vero che questa è ancora la tua Inter?

M: no

I: e che questa Inter gioca meglio della tua è vero?
M: la mia giocava molto bene

I: segui ancora l’Inter?
M: non sempre

I: conosci tutti i giocatori?
M: come no

I: bene, allora l’Inter in finale di Champions League. Il tuo 11
M. Julio Cesar, Maicon, Samuel, Cordoba, Maxwell…volevo vedere se eri attento!. Chivu, Cambiasso, Stankovic, Zanetti, Esnaider, Etò e Milito o Balotelli

I: Moggi è ancora influente nel calcio italiano?
M: da quello che uno legge sembra che con qualcuno parli

I: e i tempi in cui giocavi?
M: sì

I: perché gli stai sulle palle a Moggi?

M: non lo so

I: e a te quanto sta sulle palle?
M: mi stava sulle palle il modo che aveva di fare

I: cosa hai pensato quando è scoppiata calciopoli?
M: era ora

I: ma in campo vi accorgevate che qualcosa non andava?
M: sì

I: perché nessuno ne ha mai parlato prima?
M: perché bisogna avere delle certezze

I: la peggiore esperienza da allenatore.
M: quando sono stato alla Fiorentina e ci sono stati grandissimi problemi economici.

I: dove preferiresti allenare?

M: in Premier
(Credits: Tuttosport.com)

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi