Rivoluzione Fifa: pronta l'abolizione della figura del procuratore | JMania

Rivoluzione Fifa: pronta l’abolizione della figura del procuratore

Rivoluzione Fifa: pronta l’abolizione della figura del procuratore

La Fifa si appresta a chiudere un’epoca: quella dei procuratori, meglio conosciuti come “agenti di calciatori”. Si tratterebbe di una vera e propria rivoluzione che porterà alla totale liberalizzazione del settore, con l’abolizione degli albi nazionali dei procuratori e, soprattutto, della figura dell’agente Fifa: e proprio “l’abuso” che alcuni operatori hanno fatto negli ultimi anni …

La Fifa si appresta a chiudere un’epoca: quella dei procuratori, meglio conosciuti come “agenti di calciatori”. Si tratterebbe di una vera e propria rivoluzione che porterà alla totale liberalizzazione del settore, con l’abolizione degli albi nazionali dei procuratori e, soprattutto, della figura dell’agente Fifa: e proprio “l’abuso” che alcuni operatori hanno fatto negli ultimi anni di questa qualifica avrebbe indotto i dirigenti di Zurigo ad accelerare la pratica.
Da qualche tempo, infatti, sta circolando una bozza del futuro regolamento che porterà, entro il 2011, alla cancellazione della figura del procuratore così come oggi la conosciamo. La Fifa prevede l’esistenza di una figura unica, definita genericamente intermediary (intermediario) che potrà essere scelta dal calciatore senza alcun vincolo di qualifica o, addirittura, di competenza. E al tempo stesso non verrà più riconosciuta nessuna sigla o associazione che raggruppi mediatori o rappresentanti. L’obbligo ferreo, invece, sarà quello di segnalare tempestivamente la “designazione” alla Fifa. Anche perché riterrà responsabili in modo diretto sia il calciatore sia la società nel caso di eventuali infrazioni. L’approvazione è prevista entro l’anno prossimo: tra giugno e ottobre verrà esaminata e approvata dal comitato esecutivo della Fifa.
L’associazione Avvocaticalcio, intanto, ha indetto un’assemblea per giovedì 2 dicembre alle 14 a Milano: vi parteciperà Paolo Lombardi, ex dirigente Fifa, che illustrerà i punti principali del nuovo regolamento. “Ma che qualcosa non andasse in questa professione, noi lo sosteniamo da tempo – afferma Claudio Pasqualin, presidente di Avvocaticalcio –Tanto è vero che io e altri abbiamo lasciato l’associazione ufficiale della Figc tre anni e mezzo fa e la nostra associazione ha già più di 100 iscritti. Del resto, lo abbiamo sempre detto: è il calciatore che deve scegliersi l’agente, colui che è in grado di dargli assistenza legale e gestionale. Ora cercheremo di saperne di più, ma la “deregulation” potrebbe avere effetti positivi per chi può garantire professionalità e competenze legali”.

(Credits: ‘Tuttosport’)

Un commento

  1. Toh, ogni tanto qualcosa di buono. Sarebbe davvero ottimo.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi