Rivera: come mai le intercettazioni su Facchetti escono solo ora? | JMania

Rivera: come mai le intercettazioni su Facchetti escono solo ora?

A Casa Calciopoli, la stanza dell’ignoranza ha sempre nuovi ed interessanti inquilini. L’ultimo in ordine di tempo è il mitico Gianni Rivera, il quale dalle colonne di Repubblica rilascia la seguente dichiarazione: “le intercettazioni su Facchetti? Anche quando parlano di Nerone, dicono cose su cui non può più difendersi. Si parla di intercettazioni in cui Giacinto è …

calciopoli2A Casa Calciopoli, la stanza dell’ignoranza ha sempre nuovi ed interessanti inquilini. L’ultimo in ordine di tempo è il mitico Gianni Rivera, il quale dalle colonne di Repubblica rilascia la seguente dichiarazione:

“le intercettazioni su Facchetti? Anche quando parlano di Nerone, dicono cose su cui non può più difendersi. Si parla di intercettazioni in cui Giacinto è coinvolto ma non so in che modo. Se ci sono queste intercettazioni mi stupisco che siano uscite solo ora. Non si capisce per quale motivo Moggi non le abbia portate prima per difendersi, ma l’Italia è un paese strano

Francamente non sappiamo che cosa facesse nell’estate del 2006 il signor Rivera, ma di certo non era in Italia e non ha seguito il processo-lampo chiamato Calciopoli.
Ma dato che noi juventini siamo magnanimi e buoni di spirito, rispondiamo volentieri: le intercettazioni che stanno finalmente scoprendo il vaso di Pandora di quella farsa conosciuta giuridicamente come Farsopoli (Mario Sironi dixit) non sono state presentate all’epoca del primo dibattimento processuale dato che
1) non hanno dato il tempo materiale a coloro che erano indagati di difendersi e quindi eventualmente di cercarle e farle annettere agli atti;
2) un colonnello dei Carabinieri, probabilmente addestrato ad hoc da qualcuno più in alto di lui, le ha ritenute “non rilevanti”, scartandole a priori e nascondendone in sostanza l’esistenza.
Quelle “rilevanti” dovevano riguardare solo Bergamo, Pairetto, De Santis e Moggi, con pochi altri di contorno. Gli obiettivi, daltronde, erano loro e solo loro.
Quindi, ai legali di Luciano Moggi non è rimasto che investire qualche migliaio di euro e comprarsele, per poi provvedere a sbobinarle, una per una.
T’è capit, Gianni?

Fracassi Enrico – Juvemania.it

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi