Rischia già di saltare il tavolo della pace, Inter e Coni non mollano lo scudetto 2006 | JMania

Rischia già di saltare il tavolo della pace, Inter e Coni non mollano lo scudetto 2006

Rischia già di saltare il tavolo della pace, Inter e Coni non mollano lo scudetto 2006

Rischia di saltare prima ancora di essere messo in piedi il ‘tavolo della pace’ in merito alle vicende di Calciopoli. Nonostante le aperture a distanza da parte dei principali attori della vicenda – Petrucci e Andrea Agnelli – il nodo rimane quello dei contenuti e ad impugnare l’ascia dopo l’armistizio, ci ha pensato lo stesso …

Rischia di saltare prima ancora di essere messo in piedi il ‘tavolo della pace’ in merito alle vicende di Calciopoli. Nonostante le aperture a distanza da parte dei principali attori della vicenda – Petrucci e Andrea Agnelli – il nodo rimane quello dei contenuti e ad impugnare l’ascia dopo l’armistizio, ci ha pensato lo stesso presidente federale Giancarlo Abete: “Chi va al di là dei regolamenti sportivi commette un vero e proprio atto di violenza e la Figc non è un fortino da espugnare, ma un insieme di regole. Da bambino, mi hanno insegnato che chi giudica va rispettato, evidentemente qualcun altro non ha ricevuto lo stesso insegnamento”. Di certo non il punto di partenza migliore per combattere quello che Petrucci ha definito ‘doping legale’. Secondo le previsioni dei bene informati, l’accordo potrebbe finire con un baratto: ritiro del ricorso al Tar da parte della Juventus, in cambio al riconoscimento della parità di trattamento e conseguente confisca dello scudetto 2006 all’Inter.
Ma gli ostacoli per addivenire a questa soluzione, sono molteplici. Innanzitutto il Coni dovrebbe intervenire per sconfessare la Federazione, allora meglio attendere il parere dei saggi, prima di iniziare. Anche se per qualcuno, vedi il presidente della Fiorentina Cognigni si è già in ritardo sulla tabella di marcia: “Mi pare che il tavolo della pace sia un’iniziativa un po’ datata – ha spiegato il numero uno viola – perché il nostro patron, Diego Della Valle, aveva lanciato una proposta identica. Non è stata accolta in maniera ottimale”. Sulla stessa linea d’onda anche la Juventus, che dopo aver atteso per 14 mesi una risposta alla lettera sulla ‘parità di trattamento’ riterrebbe un’ulteriore attesa un’inaccettabile e ulteriore a presa in giro.
Ciascuna della parti in causa, prima di sedersi dev’essere consapevole di dover rinunciare a qualcosa: non paiono essere della stessa idea Inter e Coni, che sul nodo principale del contendere, ossia lo scudetto 2006, sia i nerazzurri sia il Comitato Olimpico non transigono. Lo scudetto è meritatamente finito all’Inter e lì dovrà restare.
Di che parlare, dunque se i presupposti sono questi? “Spero che la disponibilità al tavolo sia confermata anche nel momento in cui bisognerà fare ulteriore chiarezza e approfondire i contenuti”, ha dichiarato ancora il presidente federale Abete, dopo aver sentito puzza di bruciato. In attesa di capire, dunque, chi si siederà al tavolo a parte Coni, Figc, Juve e Inter, è chiaro l’intento del ‘Palazzo: la Juventus deve ritirare il ricorso al Tar per risarcimento danni alla Figc, uno spauracchio da 443 milioni che, nonostante non ci sia certezza di avere successo, potrebbe realmente far saltare il banco. E nessuno vuole arrivare a tanto.

7 commenti

  1. Il tavolo va bene, ma non bisogna fermare le azioni legali finché non si otterrà qualcosa nel famoso tavolo.
    Altrimenti ci prenderanno soltanto per il sedere come hanno fatto continuamente dal 2006 in poi.
    Forza Presidente, non mollare e non cedere alle minacce. Il calcio in Italia è la Juve (chi fornisce più giocatori alla Nazionale? Chi ha più tifosi?) e Abete e Petrucci non se lo devono scordare!

  2. quoto michele,
    niente compromessi coi mafiosi ed i corrotti!
    siamo in una guerra che noi non volevamo, e ora bisogna combattere,
    e niente prigionieri!!!!!
    FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS!!!!!

  3. OT:Mah, gli servirà perché pensa che urla la sua rabbia, invece da solo fastidio al cervello nel cercare di leggere la sua opinione.

    Riguardo al post penso che AA ha fatto una giusta mossa per abbassare i toni, ma sembra che l’abbiano presa per debolezza… Si vogliono sedere al tavolo per dirci che ci danno questo scudetto(2012)? Perché io non capisco per cosa si siedono se non pensano, finalmente, di diventare competenti su qualcosa e ridarci tutto quello che con furbizia ci hanno preso… Preferisco la Juve ritirata dal campionato TIM piuttosto che fare un passo indietro come nel 2006(abbiamo imparato che quando si fanno dei passi indietro a prenderla in quel posto siamo noi)… io non ci sto, io non ci sto, io non ci sto!

  4. Non capisco a cosa serva tutto questo maiuscolo…

  5. Cari Amici juventini e non che però siete cittadini seri e onesti,
    Tutti hanno capito che PETRUCCI e ABETE …per coprire e sostenere le ILLEGALIA’,gli ILLECITI SPORTIV e PENALI di MASSIMO MORATTI…hanno fatto carte false e …adesso non sanno come fare.
    MORATTI ha inquinato con i suoi pessimi comportamemnti…tutto il CALCIO ITALIANO…senza scordare il brutto caso TELEKOM-PIRELLI-INTER-Polis D’ISTINTO e ADAMO BOVE…caduto da un Cavalcavia!
    Se pensiamo a quante ne ha dette il CLAN MORATTI-FIGC…su MOGGI…
    Se pensiamo a Marco TRAVAGLIO che MOGGI lo dipinge come MAFIOSO…
    Ma allora tutto la VERGOGNA che ha in casa MORATTI…che cosa lo fa diventare…MAFIOSO sarebbe troppo poco …se si usa PARITA’ di DEFINIZIONE!
    MORATTI nel 2006 non ha confessato che Moggi non era il solo a telefonare ai DESIGNATORI (legale e permesso) ma MORATTI ha mentito doppiamente perchè…non chiamava solo BERGAMO per Natale…ma chiamava e frequentava ARBITRI in attività e qualcuno lo portava a casa Facchetti e dalla Bocassini e in BANCA di MILANO da Paolillo.
    E PALAZZ dice che ha illecitamente alterato e taroccato e illecitato partite e arbitri….MA ABETE E TRAVAGLIO E PETRUCCI E PALOMBO E GALDI E MURA E LA RUSSA…NON SI VERGOGNANO DI ESSERE SPONSOR DI UNO COME MORATTI.
    ALLA FINE IL VERO CALCIOPOLARO CON gALLIANI…è SOLO MORATTI MASSIMO…CHE NEGA L’EVIDENZA E SPERA CHE ABETE CONTINUI A COPRIRLO!!!
    VOGLIAMO DIRE CHIARAMENTE COME STANNO LE COSE??????
    abete FREQUENTA moratti E LO DIFENDE QUINDI è COMPLICE DEI SUOI REATI…SPORTIVI E TELEKOM!!!!
    E NON ESISTE PRESCRIZIONE PERCHè ABETE E PALAZZI E BORRELLI E PETRUCCI…SAPEVANO DI TELEKOM E DI ILLECITI SPORTIVI GIà NEL 2006 E 2007 E 2008 E 2009 E 2010…E MORATTI MENTE ANCORA E MENTE ANCORA E MENTE ANCORA…fermatelo PERCHE’ MORATTI CONTINUA A COMMETTERE REATI!!!

  6. abete, abete………a me da bambino mi hanno insegnato che se un soggetto è incomptente deve lasciar perdere la cosa ………andate a lavore se siete incompetenti,”piaccia o non piaccia”….

  7. MA finiamola con sto tavolo..il Coni Petrucci ,Abete,Moratti, gente Che ne ha combinate di tutti colori….caro Agnelli non fatti fottere…loro sono Lupi Famelici…occhio

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi