Real - Juventus: i cuori impavidi fanno la storia

Real – Juventus: i cuori impavidi fanno la storia

Real – Juventus: i cuori impavidi fanno la storia

Real – Juventus 1-1. Mamma mia quanto stiamo volando in alto. Voliamo così alti che quasi vengono le vertigini. Chi l’avrebbe detto? Io non ci avrei scommesso un cent. Eppure siamo a Berlino. Un manipolo di giocatori, con un cuore immenso, ha fatto questa piccola grande impresa. Non abbiamo ancora le mani su questa coppa. …

Real – Juventus 1-1. Mamma mia quanto stiamo volando in alto. Voliamo così alti che quasi vengono le vertigini. Chi l’avrebbe detto? Io non ci avrei scommesso un cent. Eppure siamo a Berlino. Un manipolo di giocatori, con un cuore immenso, ha fatto questa piccola grande impresa. Non abbiamo ancora le mani su questa coppa. Sarà improbabile, difficile, quasi impossibile. Sarà un’impresa al limite del proibitivo. Ci aspetta la squadra più forte dell’ultimo decennio alla faccia di chi ci dice che siamo fortunati. Intanto noi ci siamo. Intanto in finale ci presentiamo. Noi con le nostre belle facce da schiaffi alla Carlitos Tevez o con quella faccia da bravi ragazzi tipo Morata. Noi siamo qui e gli altri no. Andiamo a giocarci un titolo di Campioni d’Europa oltre ad essere già Campioni d’Italia.

Al Bernabeu, nella tana dei Campioni in carica, ci abbiamo messo cuore e anima, sangue e sudore. Abbiamo sofferto e contrattaccato abbiamo imprecato, pianto e gioito. Loro fortissimi al di là di quel che se ne dica. Certamente una squadra di solisti più che una squadra. Intanto nell’uno contro uno non la vedevamo mai e sono andati al tiro e al cross una miriade di volte. E’ servita tutta la bravura della difesa e tanto sacrificio dei mediani. E’ servito un immenso Buffon, incazzato come deve esser incazzato un vero Capitano quando combatte nell’arena dei leoni.

Loro ci hanno provato in tutti i modi anche quelli poco leciti. Uno svenimento continuo in area nostra, una squadra di talenti e cascatori e in finale sarà anche peggio. Campioni giocolieri e simulatori in Spagna la fanno da padrone. Chiellini fesso quel tanto che basta a procurare un rigore al primo contrasto. Un arbitro un po’ pasticcione e un po’ complice, che nel dubbio fischia sempre Real e che gli avrà regalato per lo meno 4 angoli invertendoli e li avrà graziati almeno altrettante volte da cartellini gialli. Ma noi siamo la Juve le lamentele sono per gli altri. Si può essere anche più forti di un arbitraggio casalingo. E alla fine si potrebbe uscire anche vincenti se Pogba e Marchisio avessero concretizzato occasioni d’oro, se Allegri, grandissimo condottiero, avesse avuto il coraggio di tirare fuori un impalpabile Pirlo per mettere dentro prima Pereyra o Sturaro, invece di farci giocare in 10 per 80 minuti. E’ incredibile che il Real non ci ha battuti nonostante noi potessimo giocare addirittura meglio.

Alla fine siamo passati noi ed è quello che conta. Per 20 giorni siamo sul tetto d’Europa a braccetto con il Barcellona. Chi non credeva in noi, chi pensa che la Juve non è forte, chi rosica è ripagato. Siamo in finale di Champions in finale di Coppa Italia e Campioni d’Italia. Sono le tre competizioni a cui partecipiamo. Sono solo tre e siamo in fondo e tutte e tre. Dio benedica questi giocatori. Dio benedica la Juventus. Sto godendo come un riccio. Se è un sogno non svegliatemi.

8 commenti

  1. io stravedo per marchisio play-maker, con lui a dirigere abbiamo fatto le migliori partite.
    altrettanto evidente è quello che pirlo può darci in questo momento: qualche calcio di punizione e soggezione per il suo passato non certo per il rendimento attuale.
    allegri credo che sia più furbo di quello che pensiamo: visto il centrocampo del real e sapendo della loro condizione fisica, e conoscendo la condizione di marchisio e vidal, ha messo dentro pirlo, una punizione dai 20 metri può capitare anche al primo minuto, perchè privarsi di un’opportunità?
    per questo condivido l’opinione di allegri grande condottiero, sapeva che marchisio vidal e pogba erano più che sufficienti ed ha rischiato; sono convinto che se il real avesse avuto modric e khedira, pirlo sarebbe andato in panca; a un quarto d’ora dalla fine, non era più necessario dentro barzagli e si chiude a doppia mandata l’area. e poi ancora due cambi a rompere il ritmo e prendere fiato.
    col barca è un bel rebus: è vero che loro sono dei marziani, però è altrettanto vero che non so quante partite quest’anno abbiano giocato contro una difesa e un centrocampo come il nostro.
    personalmente metterei sturaro a sinistra sulle tracce di messi, è l’unico che abbiamo che abbia il passo per stargli dietro, e pogba trequartista con vidal a destra a fianco di marchisio.
    però mi fido di allegri: qualunque formazione farà sarà la migliore del momento, lui conosce forma fisica e tenuta mentale, a chi tremano le gambe e a chi no, chi si può riprendere dopo un’inizio balbettante e chi invece è perso per tutta la partita.
    e poi, cos’altro pretendiamo da questi splendidi ragazzi? 😉

  2. vi leggo sempre tutti amici. grazie dei complimenti. su pirlo c’è poco da dire non ha piu’ il passo di un tempo e puo’ giocare solo a un ritmo blando. io inizierei a farlo giocare nei secondi tempi quando i ritmi calano. col real complice il caldo io l’ho visto assolutamente in apnea e oltretutto confuso che non è da lui. persino i rilanci in fase difensiva erano sbagliati. ricordo ha azzeccato un solo lancio mi pare su evra o pogba ma eravamo già nel secondo tempo.

  3. e se ripensiamo alla supercoppa italiana gentilmente concessa ad inizio stagione…….

  4. Siamo stati più squadra.
    Avevamo più fame e abbiamo messo un grande cuore.
    Non credo che siamo come l’Atletico Madrid che lo scorso anno è arrivato in finale con un non-gioco e con giocatori ossessivi che sono l’offesa all’arte del calcio.
    Abbiamo cercato di giocare e di imporre il meglio che sappiamo fare anche quando eravamo praticamente fuori sull’1-0.
    Credo che con la testa possiamo battere il Barcellona.
    Credo che abbiamo anche qualche guizzo vincente da poter esprimere.
    Credo che i numeri di Pogba, la grinta di Tevez, la rinascita di Vidal, la tenuta della difesa, il carisma di Buffon e il grande lavoro di Marchisio siano qualcosa oltre la bella speranza.

    Non cito Pirlo, perché a volte perde la palla e sempre perde sulla corsa. Lo scrivo con riconoscenza e rispetto, ma Pirlo ha sempre bisogno di 2 angeli custodi, ma in Europa non possiamo regalare un uomo nel vivo del centrocampo, soprattutto in finale di CL.

    Alla fine credo che possiamo crescere ancora psicologicamente, perché servirà qualcosa in più: a Madrid abbiamo potuto fare altri 2 goal, ma non eravamo del tutto cattivi e pronti… a Berlino quelle occasioni non si regalano a uno squadrone come il Barcellona!

    Scusate per la sottolineatura su Pirlo, ma condividete anche un 10%?

  5. Grande, grandissimo… Hai scritto con parole i sentimenti che provo da mercoledì sera ore 22.45… Immensi i ragazzi… Come disse Repice in commento radio “un manipolo di eroi riesce a violare il Santiago Bernabeu”… Come te Magno anche io sono dell’idea che siamo passati facendo tutt’altro che una partita memorabile, con un po’ di lucidità e a parità numerica (Pirlo non lo considero manco più, faceva tenerezza in mezzo a gente come Ronaldo, Bale, Benzema ecc..) avremmo approfittato dei buchi difensivi che nel secondo tempo concedeva il Real.
    fino alla fine!!!!!!!!!!

  6. Ciao Magno
    impresa storica di questo gruppo di bolliti…… Ti dirò che un pò ci ho sempre creduto!!!

    ……adesso dicono che il Real non è in forma, ma è un falso , Ronaldo ha segnato 3 gol al Siviglia 15giorni fà …penso piuttosto che se questi fenomemi giocassero in italia dove devi sudartela a Empoli e Cagliari non segnerebbero 40/45gol a stagione come in Spagna.

    Successo meritato e secondo mè oltre a tardare troppo i cambi Allegri ha pure sbagliato qualcosa tatticamente però dai ..ha messo tutti i migliori che ha perchè in Champions una sola giocata del singolo può fare la differenza,e poi mica è colpa sua se un trequartista TOP non lo abbiamo………… per fortuna un Vidal in formissima ha giocato per 2 ,
    lascio fuori l’arbitro ma anche questa volta ci sarebbe molto da discutere (ho perso il conto dei falli che non ci ha dato a favore ).

    Saluti a tutti e forza Juve

  7. Grandissima impresa!! La partita di ieri ha dimostrato che la Juve tecnicamente è più scarsa del Real ma è una vera squadra tutta unita x lo stesso traguardo. Ho sentito Buffon che al fischio finale aveva già la testa alla finale x vincerla. Perché finali di Champions League sono difficili da raggiungere e Buffon ha dovuto aspettare 12 anni. Ora servirà una prestazione al 120% x battere il Barcellona e gente grintosa e di esperienza come Buffon ed Evra. Ricordiamo poi che ogni volta che siamo partiti con i favori del pronostico abbiamo perso (Amburgo Borussia) e viceversa abbiamo vinto partendo sfavoriti (Ajax). Speriamo che il Barcellona ci sottovaluti. In ogni caso grandi ragazzi e Mister. Ora sotto con la Coppa Italia.

  8. Bene Magno hai detto praticamente tutto. Aggiungo le parole di Evra il quale ha detto ai suoi compagni nei momenti critici, vedendoli un po’ in affanno, più di testa che di fisico, lo ha rivelato lui: ragazzi, è così, fatevene una ragione, stiamo giocando contro il Real! Grande Evra, sarà la sua quinta finale e la sua ENORME esperienza è e sarà ORO COLATO. Ora a BERLINO senza gambe molli e sapendo che davanti abbiamo 11 umani , esattamente come noi, qualcuno nel 2006 ha già calcato quel terreno e sappiamo come è andata….ma non lo dico!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi