Ravanelli consiglia la Juve: "Vendi Diego e Melo e prendi Dzeko!" | JMania

Ravanelli consiglia la Juve: “Vendi Diego e Melo e prendi Dzeko!”

La Juventus è ripartia in previsione della nuova stagione, ma rimane un cantiere aperto. I nomi più gettonati sono sempre quelli di Dzeko e Krasic: nelle ultime ore indiscrezioni vogliono la Vecchia Signora prepotentemente sul bomber bosniaco. Sull’argomento è intervenuto ai microfoni di ‘Goal.com’ l’ex attaccante bianconero Fabrizio Ravanelli: “Dzeko? Me lo auguro che possa …

La Juventus è ripartia in previsione della nuova stagione, ma rimane un cantiere aperto. I nomi più gettonati sono sempre quelli di Dzeko e Krasic: nelle ultime ore indiscrezioni vogliono la Vecchia Signora prepotentemente sul bomber bosniaco. Sull’argomento è intervenuto ai microfoni di ‘Goal.com’ l’ex attaccante bianconero Fabrizio Ravanelli: “Dzeko? Me lo auguro che possa andare alla Juve, secondo me è un giocatore che potrebbe fare benissimo nel campionato italiano, robusto fisicamente e con grande qualità tecnica. E’ l’ideale per il 4-4-2 di Del Neri, potrebbe trovarsi alla grande”.
Più perplessita, l’ex ‘Penna Bianca’ le esprime sul brasiliano Diego: “Credo che nel 4-4-2 di Del Neri potrebbe provare a fare il secondo attaccante, ma non credo che abbia giocato spesso in quel ruolo, bisognerebbe vederlo. E’ sicuramente un giocatore di qualità, però… Se l’allenatore, come sembra, punterà su Del Piero, e non dimentichiamoci di Iaquinta, non so quanto potrebbe essere utile. Io credo che la Juventus farà bene ad usarlo come pedina di scambio per arrivare a qualche giocatore importante e più utile per il gioco della Juve”.
Niente spazio per Felipe Melo, invece, nella Juve ideale di Ravanelli: “Bisogna venderlo assolutamente. Melo non può tornare a giocare a Torino, credo che non sia un giocatore che possa far parte della Juve e non credo rientri dei piani di Del Neri. Ha limiti caratteriali, comportamentali e soprattutto tecnici: penso sia un giocatore molto sopravvalutato”.
Il mercato fin qui è stato buono, ma secondo l’ex attaccante della nazionale italiana mancano ancora diversi campioni. Con i solo “operai” non vai tanto lontano: “Sono giocatori che possono fare al caso, sono giovani, possono far parte della rosa, ma onestamente non credo che la Juve possa tornare a vincere il campionato, o tornare a far parte delle prime 3-4 forze della Serie A, con questi acquisti. Sono giocatori buoni, ma non su cui puntare al 100% dal punto di vista della titolarità in tutte le partite”.

3 commenti

  1. [email protected]

    se del neri è intelligente (se lo ha scelto andrea penso lo sia) non userà del piero, non ha caso sta provando diego come seconda punta alla cassano appunto per sopperire al capitano.

    @dasempre
    bè alla fine non ha sbagliato in tutto, purtroppo l’italia da sempre si regge sul blocco juve e quando questo ha fatto bene l’itaila ha sempre fatto bene. quest’anno purtropop era da puntare su altri cosa che lippi non ha fatto ed ecco il risultato, se poi contiamo che la squadra italiana che ha vinto tutto non ha dato neanche un giocatore perchè non ne ha…criticare la propria vecchia squadra non è sempre motivo di non riconoscenza, a volte le critiche ci vogliono

  2. Ravanelli dovrebbe stare zitto e non parlare più di Juventus!!!!
    Dopo l’eliminazione dell’Italia dal mondiale, l’ho sentito alla radio insieme a Italo Ciucci, pennaiolo del vomito rosa. Quando quest’ultimo ha asserito (per l’ennesima volta)che l’eliminazione è stata colpa dei giocatori della Juve, Rafanello, anziché ricordargli che non poteva essere colpa di chi giocatori italiani non ne ha in squadra, ha affermato”…béh, sì, considerando il campionato che ha fatto la Juve…”””. Ma va**an***o, scemo, sputare nel piatto dove ha mangiato per anni. La JUVE lo ha sgrezzato, sfamato e portato agli onori più alti e lui… Bleahhhh ma viene da vomitare

  3. Del Neri punterà su Del Piero? Se così fosse Andrea Agnelli licenzierebbe Del Neri domani. A penna bianca, ma fammi il piacere…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi