Rafinha manda segnali di fumo: "Vorrei giocare in Italia" | JMania

Rafinha manda segnali di fumo: “Vorrei giocare in Italia”

Una squadra della Serie A possibilmente con diversi brasiliani in rosa: Rafinha, esterno destro dello Schalke 04, ha “disegnato” l’identikit di quella che potrebbe essere la sua prossima destinazione nel caso il club di Gelsenkirchen, alle prese con diversi problemi finanziari, decidesse di cederlo per fare cassa. E, ovviamente, vengono subito in mente Milan e Juventus, squadre …

5364728Una squadra della Serie A possibilmente con diversi brasiliani in rosa: Rafinha, esterno destro dello Schalke 04, ha “disegnato” l’identikit di quella che potrebbe essere la sua prossima destinazione nel caso il club di Gelsenkirchen, alle prese con diversi problemi finanziari, decidesse di cederlo per fare cassa. E, ovviamente, vengono subito in mente Milan e Juventus, squadre che lo hanno monitorato a lungo durante il mercato estivo.

“Seguo diversi campionati europei e tra quelli che mi piacciono di più c’è la Serie A, dove penso che potrei fare bene, anche se non so ancora niente del mio futuro – ha spiegato Rafinha in un’intervista esclusiva a 4-4-2.com – Di sicuro sarebbe bello giocare con altri brasiliani, perché abbiamo un background culturale comune, anche se poi ho tanti amici anche di altri paesi e mi trovo bene pure con loro”.
Tra le tante squadre che lo hanno seguito, oltre ai vari Bayern e Real Madrid, Juventus e Milan sembrerebbero avere dunque una corsia privilegiata in caso di addio a Gelsenkirchen. “Non saprei quale scegliere: parliamo di grandi squadre, tra le migliori al mondo e non ho preferenze – ha cercato di “nascondersi” il brasiliano – Di sicuro è un sogno di qualsiasi calciatore giocare in uno di questo club”.
E magari seguire le orme di Cafu, protagonista in Italia con Roma e Milan e giocatore cui spesso è stato accostato Rafinha: “E’ un paragone che mi rende feilce: Cafu è sempre stato uno dei miei eroi e vorrei imitarne la carriera – ha ammesso il laterale dello Schalke – E’ stato capitano della Nazionale e ha vinto la Coppa del Mondo con il Brasile: chi non vorrebbe raggiungere gli stessi traguardi?”
Chissà che per farlo il 24enne paranaense non si trasferisca nella Serie A: il prezzo del suo cartellino – complice la sorpacitata crisi economica dei tedeschi – è ormai sceso sotto i dieci milioni di euro e questo sembra proprio il momento buono per portarlo in Italia. Milan e Juventus sono avvisate.
(Credits: Sports.it)

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi