Questa Juve con due uomini in meno... | JMania

Questa Juve con due uomini in meno…

Questa Juve con due uomini in meno…

(Di Alessandro Magno) Chievo – Juventus era una partita da vincere assolutamente e non si è vinto. Non siamo nuovi a questo, è capitato già in un altro paio di occasioni di perdere l’attimo. Conte a fine partita si è detto contento dell’approccio che ha avuto la sua squadra e su questo nulla da eccepire, meno quando …

(Di Alessandro Magno)
Chievo – Juventus era una partita da vincere assolutamente e non si è vinto.
Non siamo nuovi a questo, è capitato già in un altro paio di occasioni di perdere l’attimo.
Conte a fine partita si è detto contento dell’approccio che ha avuto la sua squadra e su questo nulla da eccepire, meno quando ha lasciato intendere che è contento di come ha giocato la squadra. La squadra ha giocato per vincere, ma non ha giocato bene.
Mi pare assodato che abbiamo difficoltà con squadre che si chiudono e ripartano, e il modulo a una punta non aiuta a scardinare le difese di questo tipo di squadre. Come mi pare assodato che abbiamo difficoltà con squadre che marcano a uomo Pirlo, l’unico in questo momento dotato di fantasia in un gruppo (quello in campo) che ne ha veramente poca, anche se ha grande grinta e dinamismo.
Vucinic per ora ci ha fatto vedere belle intenzioni ma ha sparato quasi solo a salve.
Tutte queste considerazioni già note ai più rientrano nella normale maturazione di una squadra che è nata da poco ed è figlia di quelle squadre bruttissime e incomplete che son state le Juventus degli ultimi anni (soprattutto degli ultimi due).
Niente di trascendentale o che Conte non sappia già. Con alcune squadre bisognerà tornare alle due punte e presto occorrerà cercare un alternativa di gioco a Pirlo. L’ingresso di una punta al fianco di Vucinic è facile prevederlo già dalla prossima partita, mentre la ricerca spasmodica del gioco sulle fasce che in verità latita ancora molto, è il segno che Conte sa già dove intervenire.
E’ difficile accettare a cuor leggero che quelli di Verona son altri due punti persi e l’ennesima occasione sprecata ma purtroppo la situazione è questa e non si può pensare che il tutto si potesse risolvere in sei partite o dopo una bella vittoria contro il Milan.
Quello che è mancato tanto a Verona, è che la Juventus ha giocato con due uomini in meno. C’è un caso Krasic abbastanza evidente e non credo si possa accusare Conte di non avergli dato delle opportunità , ma non si può nemmeno scendere in campo undici contro dieci per scelta tecnica.
Mi auguro che Conte riesca a trovare le parole giuste per farlo sedere in panchina sereno e per farlo lavorare in settimana perché il giocatore va assolutamente recuperato pero’ in campo è giusto che ci vada chi è più pronto.
L’altro uomo in meno purtroppo Conte lo può trovare solo in casa perché a mio parere è lo Juventus Stadium. La Juve attuale ci mette cuore e grinta ma in trasferta ha vinto risicato contro il Siena, pareggiato con Catania e Chievo e in tutte e tre le partite ha trovato delle difficoltà enormi, e questo nonostante l’approccio giusto di cui parla Conte.
Questo sarà un grosso problema per il futuro prossimo.
In attesa che questa Juve cresca, aspettiamoci due Juventus una da casa e una da trasferta.
In attesa che questa Juve cresca, prepariamoci a dare una grossa mano ai nostri ragazzi all’interno della nostra casa .
Lo Juventus Stadium.

20 commenti

  1. non so se lo tratta male aldoino , ho lìimpressione che krasic non capisceproprio la lingua e questo è un ulteriore problema

  2. per @alessandro magno – Del piero è a fine carriera, lo sappiamo tutti, ma Agnelli ha dimostrato poca sensibilità: che questo sarebbe stato l’ultimo anno LO DOVEVA LASCIAR DIRE A LUI (a meno che per evitare il solito tira e molla di fine campionato “RINNOVO O NON RINNOVO” ha fatto una dichiarazione ufficiale mettendolo di fronte al fatto compiuto).

    ALEX non merita di essere liquidato in questo modo: tutto qui.

    Per quanto riguarda KRASIC, se è vero quanto detto da te, Conte NON doveva farlo giocare.
    Comunque, durante la partita, lo tratta sempre male di fronte a tutti come se fosse un deficiente e quindi ottiene l’efetto contrario…..

  3. Parole di buon senso…d’accordo al 100%

  4. sinceramente oggi visto le reazioni ,credo che agnelli avrebbe fatto bene a non parlare di del piero. Tuttavia non mi pare abbia detto nulla di trascendentale o che non sapevamo gia’.sappaimo che ha un anno di contratto dal momento che l’ha firmato e sappiamo che questo e’ il suo ultimo anno bianconero per cui mi pare che andrea agnelli abbia detto una cosa scontantissima.
    Ho una stima sconfinata di del piero tanto da portarne un nome in suo onore (alessandro magno appunto) ma penso che questa storia sia giunta al termine come e’ giusto che sia.
    Ho una stima incondizionata anche del direttore Moggi che rimpiango tantissimo ma non per questo reputo che abbia sempre ragione.
    Uno che ha venduto zidane senza battere ciglio che abbia messo fuori rosa gente come davids o liquidato antonio conte perche’ vecchio, uno che aveva gia’ deciso di vendere buffon al milan ora fa la faccia da tola con del piero????.
    Del piero e a fine carriera e lo sa pure moggi e se ci fosse stato lui non avrebbe esitato a dirgli che non era piu utile al progetto.

    Tornando imvece all’articolo ho letto che krasic e’ sceso in campo dopo aver saputo che il padre e lo zio avevano avuto un incidente e quest’ultimo era perito. Credo che se questo fosse vero Conte ha fatto una cazzata immane a mandarlo lo stesso in campo.

  5. Kazzo se bloccato l’ulimo pezzo… alla juve apparte un centravanti come dio comanda serve un grande dirigente,che tenga ah freno la lingua di un presidente (che ogni volta che parla di farsopoli di moggi ecct mi manda in erezione juventinamente parlando XD)ma quando apre la bocca per sprecare fiato mia ammoscia peggio delle sorelle di marge simpson in bikini 😀

  6. @Aldolino quando cera lui una cosa del genere nn sarebbe mai successa… in primis perche cera lui che e un cane di pecora come pochi..(queste cose possono anke sfaldare uno spogliatoio)anke se nn mi sembra questo il caso.La seconda ragione per cui nn sarebbe mai sucesso, e che quando cera lui cera anke l’avvocato…. nn servono altre parole..
    Il cognome nn e sinonimo di classe,stile,eleganza e inteligenza sopratutto !!!! andrea agnelli doveva tacere punto !
    Certi personaggi nn nascono come i conigli ma pur troppo sono “merce” rara a sta juve apparte un centravanti come dio comanda serve un grande dirigente !!!!!!!

  7. Sentite cosa dice Moggi sulle parole dette da Agnelli su Del Piero:
    per me ha ragione.
    “(ANSA) – TORINO, 18 OTT – ‘L’uscita di Agnelli su Del Piero non l’ho capita. E’ un gioco a farsi male, si sta facendo di tutto per demotivare il giocatore”: e’il commento dell’ex dg Juve Luciano Moggi. ‘La societa’ – ha detto Moggi a Radio Mana’ Mana’ – avrebbe dovuto dire queste cose a marzo o aprile, non ora. Il modo in cui si liquida un giocatore che ha dato tanto alla Juve e’ sbagliatissimo. Sono convinto che Del Piero possa dare ancora molto. Conoscendolo non si tirera’ indietro ma senza dubbio sara’ demotivato’.”

  8. grazie raul l’esempio calza ;-).
    mauretto@ nessuna paura solo constatazione che la juve viaggia meglio in casa che fuori tra l’altro è strano come tutti concordino che i veri punti persi siano queli col bologna , guarda caso in casa e in 10, perchè per me non si è giocato contro siena chievo e catania come contro il bologna.
    ma non è un accusa a conte di cui ho una grandissima ammirazione è semplice constatazione dei fatti.

  9. Conte è una persona intelligente e vede prima di noi quello che non va, non è uno stupido e sa correggersi ………………….. la verità è che è come se avessimo paura da un momento all’altro di ripiombare nell’incubo degli ultimi due ………………. intanto accontentiamoci dei dati positivi ……………… giochiamo sempre la partita e teniamo in mano il pallino del gioco per abbondanti tre quarti di incontro, in cinque partite su sei non abbiamo praticamente corso rischi grazie al riassetto, in corsa, del quartetto di difesa, abbiamo quandi notevoli margini di miglioramento relativi alle fasce, da verificare Elia ed Esti e recuperare o utilizzare al meglio Krasic, ed all’attacco

  10. ragazzi ma se uscite con una tipa e non ve la da ma poi la sera dopo uscite con un altra che ve la da non e’ che la storia della sera prima non e’ un occasione persa.
    A Chievo si doveva vincere e si poteva poi che non tutte le cose che si vogliono si ottengono ma non vedo che male ci sia a dirlo.
    Perche’ non e’ forse vero che a parte un tiro di poco al lato di marchisio e un palo di del piero non si e’ costruito altro?
    Poi mi pare che alessandro magno in fondo in fondo dica quello che avete detto voi nei commenti.
    Non e’ scritto nell’articolo che forse bisognava giocare con due punte?
    Affiancare uno a Vucinic.
    Mah.

  11. condivido pienamente quanto espresso da magic66, sembra il mio pensiero trascritto da un’altra persona!!!!

  12. Se vogliamo parlare di “punti persi” mi viene in mente solo la partita pareggiata in casa con il Bologna….poi ovviamente conte ha preso in mano una squadra che, negli ultimi due anni, prendeva gol da chiunque. Quindi e’ normale che all’inizio abbia lavorato molto per risolvere questo problema. Conte e’ all’inizio del suo lavoro e trovo giusto che sia molto prudente nel suo approccio. Poi devo dire che in appena 6 partite ha gia’ fatto un lavoro impressionante dal punto di vista tattico e di organizzazione di gioco. Ora si deve necessariamente migliorare in attacco, ed a mio parere vucinic non puo’ giocare da solo, percio’ spero che conte gli affianchi uno tra quagliarella e matri, togliendo magari un esterno e lasciando in campo vidal che mi sembra gia’ quasi fondamentale….forza juve

  13. buongiorno a tutti intanto ringrazio chi capito lo spirito dell’articolo.
    Nel pezzo non c’e’ alcuna lamentela,quando si parla di occasione persa si dice cosi perche’ si e’ persa l’occasione di staccare e/o tenere a distanza le avversarie. Direi che non e’ controvertibile che purtroppo e’ stata un ccasione persa.capita nel calcio. Per il resto c’e
    semplicemente la constatazione da parte mia di quello che si e’ visto fino a d ora e mi pare evidente che la juve ha un passo migliore in casa che in trasferta e giochi con piu furore in casa che in trasferta.
    Non vedo davvero dove sono le lamentele???

    Caro marduk conosco molto bene l’autore di quegli articoli, prova a contraddirlo o a non esser daccordo con lui. Ti rispondera’ che non capisci nulla di calcio e che sei allenatore della domenica. Fa cosi con tutti.
    Quando non si arrabbia proprio e ti insulta e poi il buon Corsa corre a cancellare tutto.
    No grazie.
    Io non mi permetto di dare lezioni a nessuno e non sono professore. Semplicemente commento quello che vedo e lo condivido qui con chi ha voglia di farlo.

    🙂

  14. io avrei pazienza…
    … mi ripeterò, ma recuperare la sicurezza psicologica, il piacere di giocare e di mettere sotto l’avversario sono cose che non vedevamo da anni!
    questa rosa non è completa (lo sa anche mio figlio di 4 anni), non ci illudiamo che vinciamo lo scudetto, lo scopriremo solo da dicembre in avanti e per il momento siamo primi

  15. Lamenti no, ma la libertà di commentare lo sport che amiamo e la squadra che tifiamo

  16. E basta lamenti….. Aspettiamo e vedrete che il lavoro di Conte porterà i risultati che attendiamo da ormai troppo tempo, siamo in fase di ricostruzione, mi vengono i brividi solo a pensare come ci avevano ridotto…… un po’ di pazienza e il sole tornerà a splendere!

  17. “La squadra ha giocato per vincere, ma non ha giocato bene.” è una frase un po’ emblematica che può essere letta in vari modi. In altre partite abbiamo provato a vincere giocando, in questa non abbiamo giocato bene ma abbiamo comunque provato a vincere. Ecco. Il fatto di provare e tentare sempre è una buona cosa ed è una novità rispetto allo scorso anno ma se questa squadra vince solo ATTRAVERSO IL GIOCO e quindi impegnandosi SEMPRE sin dal primo minuto significa che abbiamo ancora dei limiti, grossi, che vanno colmati.

    Per vincere dobbiamo giocare sempre bene, per giocare sempre bene bisogna saper affrontare i propri avversari, ogni volta, in maniera diversa. Questo deve essere il grosso lavoro che Conte deve fare. A Verona, quindi, avrebbe dovuto camnbiare ancora una volta gioco per vincere.

  18. è una juve che è tornata a far paura alle squadre che affronta.

    e questo è molto più importante di una vittoria o di un gol segnato col chievo.

  19. ..personalmente condivido in pieno le considerazioni riportate in questo articolo -> http://www.uccellinodidelpiero.com/ma-che-cappero-volete/
    In particolare, facendo riferimento al discorso “occasioni perse” con i pareggi di Catania e Verona, concordo in pieno con le seguenti frasi dell’autore dell’articolo di cui sopra (prof. Kantor) “sento la gente lamentarsi perche’ non mette due punte a Verona? Come se poi fosse facile o scontato vincere a Verona (vero Mazzarri?), a Catania (vero Ranieri?) o a Siena.

    A questo proposito segnalo il commento del classico tifosotto da Forum: “i punti persi con Catania e Chievo ci costeranno cari”. Come no, se costano cari i nostri pareggi, figuriamoci le sconfitte degli altri.”

    Per quanto mi riguarda Non c’è altro da aggiungere.

  20. Penso che i commenti di alcuni giocatori del chievo nel post-partita valgano più di molte analisi: Juve squadra solida, compatta, gran corsa e pressione costante sull’avversario, la migliore affrontata da loro.
    Conte ha fatto un gran lavoro dall’anno scorso, lo 0-0 di domenica è capitato perchè non abbiamo avuto la fortuna che un colpo di testa da 4 metri sia entrato, e invece è andato sul palo. D’altronde col Milan è entrato un gol di rimpallo e ci era andata bene, potevamo fare 0-0 anche lì…
    Avessimo gli uomini di qualità sugli esterni che chiedeva Conte in estate, a quest’ora la seconda in classifica era già staccata.

    Continuiamo così, pressione sull’avversario e comando del gioco, intensità e possesso palla. Anch’io penso siano 2 punti persi, ma per ora ci accontentiamo.
    Dobbiamo sbloccare qualche uomo finora non utilizzato come Quaglia, Elia e Estigarribia, questo sì, è ora. Bisogna aumentare la qualità, questo sì. Però già adesso è un bel vedere, quando ti guardi la partita e pochi sapranno tenerci testa.
    L’occasione unica è che quest’anno vanno tutti un po’ a rilento e ci sarebbe spazio per inserirsi al vertice e starci, però occorre sbrigarsi adesso.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi