Quagliarella chiarisce su Zeman: "Mie parole mal interpretate" | JMania

Quagliarella chiarisce su Zeman: “Mie parole mal interpretate”

Quagliarella chiarisce su Zeman: “Mie parole mal interpretate”

Fabio Quagliarella non ci sta e viste le reazioni del popolo bianconero alla sua intervista rilasciata al settimanale Chi, usa la propria pagina Facebook per fare delle puntualizzazioni che hanno tutte un comun denominatore: l’intervista è stata travisata. Ciao a tutti, volevo brevemente spiegarvi che le mie dichiarazioni a Chi sono state mal interpretate. In particolare …

Fabio Quagliarella non ci sta e viste le reazioni del popolo bianconero alla sua intervista rilasciata al settimanale Chi, usa la propria pagina Facebook per fare delle puntualizzazioni che hanno tutte un comun denominatore: l’intervista è stata travisata.

Ciao a tutti, volevo brevemente spiegarvi che le mie dichiarazioni a Chi sono state mal interpretate. In particolare alla domanda su Zeman ho risposto come credo avrebbe fatto qualsiasi altro giocatore e cioè che è un allenatore che pratica un gioco molto offensivo che permette a tutti gli attaccanti di mettersi in ottima luce. Non sono intenzionato a lasciare Torino, città magnifica in cui mi trovo molto bene, e la Juventus con cui ho vinto – e voglio continuare a farlo – 2 trofei importantissimi come lo Scudetto e la Super Coppa. Ora vi saluto, sicuro che abbiate capito ciò che intendevo dire, e inizio a concentrarmi sulla gara di domenica contro il Catania».

2 commenti

  1. Eh Fabio Fabio, avresti dovuto azionare il cervello prima di SPARARE ua simile cazzata.Hai subito un grave infortunio,e’ vero, ma la Juve ti ha aspettato, curato, coccolato, consapevole delle tue buone qualita’ dimostrate anche recentemente. La tua uscita suona come una critica nei suoi confronti e nei confronti di chi ti allena,oltre che verso noi tifosi. Sai benissimo chi e'”sceman” e cosa pensiamo di lui. Stai attento perche’ se, come dici, ti piace Torino, rischi di chiudere li la tua carriera in maniera mesta e malinconica come sta succedendo ad un certo Juaquinta, autoemarginato e dimenticato in ” magazzino” come una scarpa vecchia.

  2. Avrebbe potuto dire che pensava che Zeman fosse la nipote di Mubarak, avrebbe avuto la stessa credibilità.
    Fare le carezze a Zeman e vestire la maglia bianconera stona parecchio.Pisciata fuori dal vaso e di certo due paroline accomodanti non ti faranno riguadagnare la stima che in un attimo hai perso.
    …se fossimo su quel reality … ” Fabio sei fuori “

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi