Pogba, parla Raiola: "Attenta Juve o sarà guerra"

Pogba, parla Raiola: “Attenta Juve o sarà guerra”

Pogba, parla Raiola: “Attenta Juve o sarà guerra”

Mino Raiola, agente di Paul Pogba, avvisa la Juventus in vista di giugno: Pogba andrà da chi è pronto a strapagarlo e a costruirci una squadra attorno

Mino Raiola, agente di Paul Pogba, ha rilasciato oggi una lunga intervista alla ‘Gazzetta dello Sport’. Il procuratore italo-olandese, ha spaziato su diversi temi, ma si è soffermato tanto sul centrocampista francese della Juventus. Dopo aver ammesso che il merito dell’esplosione del calciatore sia di Antonio Conte, Raiola ha rivelato un’indiscrezione relativa al 2012, quando i bianconeri lo presero praticamente gratis dal Manchester United: “Il Milan – racconta – voleva prenderlo insieme al Genoa e mandarlo lì: bocciato. L’Inter disse che non voleva fare uno sgarbo a Ferguson: bocciata. Con la Juve il patto era: lo prendi, gli dai subito uno stipendio da prima squadra, ti prendi la responsabilità e non lo dai in prestito. Il primo a cui lo proposi fu Sabatini. (lo imita tossendo) «Raiola, non mi proponi niente di buono». Prendo la penna e scrivo su un foglio: Pogba”.

La Juve difficilmente riuscirà a trattenere Pogba a giugno: sul giocatore si scatenerà una vera e propria asta, con diversi top club europei pronti a mettere sul piatto tanti soldi e diverse contropartite tecniche interessanti.

Vendere e pentirsi è meglio che non vendere e pentirsi. Se non vendi Pogba – continua Raiola – non hai soldi per fare una squadra con cui vincere la Champions. Se vuoi tenerlo, devi fare una squadra così forte che poi Paul ci possa ancora crescere, ma se non lo vendi non hai i soldi per farlo. La cessione di Pogba va considerata a prescindere da quello che poi fai con i soldi. Quando la Juve vendette Zidane poi aprì un altro ciclo. Io per quanto posso tenere ancora Pogba in Italia? Tutti hanno carta in mano, bisogna vedere quando giocarsela. Quella del Psg è la più naturale: se ci vuole chi gli può dire di no? Ma non so se è una giocarsi adesso. E poi: Pogba alla Juve può ancora un anno? Il mio rinnovo era facile: non rinnovando avrei creato un problema alla Juve oltre una debolezza a Paul: io voglio che chi lo compri creda in lui e lo strapaghi.

Ci sono diverse certezze in queste affermazioni: la Juve al massimo potrà tenerlo un’altra stagione, a meno che non ci costruisca attorno una super squadra; dalla sua cessione Raiola vuole guadagnare tanti soldi. E se la società bianconera non accontenterà l’agente? Ecco cosa succederà:

Se per Pogba alla Juve il City dà 110 milioni ma il Real è a 80, dico a caso, e Paul sceglie il Real – avvisa – , tra me e la Juve sarà guerra.

Un commento

  1. Mi sembra che questo Raiola vuole avere troppo potere ed è anche molto presuntuoso…
    La Juve violerebbe qualche regola tenedonsi Pogba anche dietro ad offerte astronomiche, magari accordandogli l’ingaggio richiesto?
    E’ bene che Raiola abbassi la cresta evitando di pensare solo ai suoi interessi: la decisione spetta solo alla Juventus ed a Pogba.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi