Pogba Golden Boy 2013, Marotta: "Con lui vinceremo tanto"

Pogba Golden Boy 2013, Marotta: “Arrivò alla Juve come promessa, oggi è un campione”

Pogba Golden Boy 2013, Marotta: “Arrivò alla Juve come promessa, oggi è un campione”

Ieri la premiazione di Pogba quale Golden Boy 2013, Marotta coccola il francese e si appresta a fargli un contratto faraonico

Pogba-golden-boy-2013Paul Pogba è stato premiato ieri a Saint Saint Vincent (Aosta) dal quotidiano Tuttosport con il ‘Golden Boy 2013’: il centrocampista francese della Juventus è risultato il miglior giocatore under 21 europeo. Dopo la premiazione, Pogba ha parlato con il direttore di ‘Tuttosport’, Vittorio Oreggia, a cui ha dichiarato: “Sono felice, contento e orgoglioso. Quando penso a quand’ero un bambino e volevo fare questo lavoro, volevo vincere un premio come questo… Ora il mio prossimo obiettivo è vincere l’altro pallone dorato…”, ha detto Paul. Tante le persone a cui dedicare un momento magico come questo: “Alla mia famiglia che mi ha aiutato quando le cose non erano belle. Alla Juventus, tutte le persone che lavorano alla Juventus che mi hanno aiutato. Ma anche al Manchester che mi ha fatto crescere… Sono orgoglioso e contento”.

Intanto Pogba il Pallone d’Oro lo darebbe al compagno Pirlo e sogna la Champions: “Dobbiamo avere pazienza… La Champions League dipende dalla fortuna, dai sorteggi, dalla stanchezza che ti può portare il campionato, dalla testa dei giocatori, da tante cose…”

Orgoglio anche da parte del direttore generale della Juventus, Beppe Marotta:

“Oggi ci coccoliamo Pogba, nel futuro speriamo di conquistare insieme grandi traguardi – ha detto il dg – Paul è un grande calciatore ed un grande ragazzo; proprio perché è giovanissimo deve fare ancora tanta strada, ma possiede due grandi doti, il coraggio e l’intelligenza, che usa sia sul campo sia nella vita. È arrivato da noi che era una promessa ed è già un campione. Ecco, – ha concluso Marotta – Pogba ha tutti i numeri per conquistare più avanti quell’ambito premio per i migliori giocatori in assoluto (il Pallone d’oro, ndr)”.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

Un commento

  1. Grande Paul premio meritatissimo, ma perché non si taglia quella orribile cresta che porta sulla testa ! Inguardabile….perfino Balotelli mi sembra se la sia tagliata, ed è tutto dire.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi