Platini "Del Piero? Il mio addio fu diverso" | JMania

Platini “Del Piero? Il mio addio fu diverso”

Platini “Del Piero? Il mio addio fu diverso”

Michel Platini lasciò la Juventus quasi in silenzio. Se ne andò, così come era arrivato, per scelta personale. Molto differente quanto sta accadendo oggi con Alex Del Piero, il numero 10 che molto probabilmente nessuno mai più eguaglierà nei record frantumati con la casacca della Vecchia Signora. Un addio voluto dal presidente Agnelli, una decisione …

Michel Platini lasciò la Juventus quasi in silenzio. Se ne andò, così come era arrivato, per scelta personale. Molto differente quanto sta accadendo oggi con Alex Del Piero, il numero 10 che molto probabilmente nessuno mai più eguaglierà nei record frantumati con la casacca della Vecchia Signora. Un addio voluto dal presidente Agnelli, una decisione che sta facendo tanto discutere, ma nella quale ‘Le roi’ non vuole entrare: “Dipende sempre dal rapporto tra la società ed il giocatore – dichiara all’Ansa Platini sul divorzio tra Del Piero e la Juve – Non conosco quello che pensa la società – ha continuato Platini – e non conosco quello che pensa il giocatore, sono situazioni differenti da quelle che ho vissuto io, non sono dentro, non posso giudicare”.

13 commenti

  1. Ma per quale motivo Del Piero dovrebbe essersi precluso un futuro da dirigente fin quando Andrea Agnelli sarà presidente?

    Purtroppo il presidente a quanto pare ha fatto questa scelta.
    Sentimentalmente inaccettabile per tutti noi tifosi, visto che Del Piero è simbolo delle vittorie e della resurrezione della Juventus dalla Serie B.

    Non ci sono aggettivi o parole che possano descrivere quanto Alex sia grande per tutti quanti noi.

    Anche tecnicamente parlando, io uno come Alex lo terrei in vista della Champions League.
    Lui accetta il ruolo “marginale” e Conte sa di avere a disposizione un vero fenomeno in qualsiasi partita ed in qualunque momento voglia.

    Ma io non credo debba esserci astio tra i due.
    Fossi in Alex ci rimarrei male sì, ma prima o poi le storie finiscono.
    Poteva essere gestita meglio, sicuramente… ma per il bene della Juventus io credo che in futuro le parti troveranno un accordo.

    Alex sarà bianconero a vita, non può non far parte della Juventus anche del futuro!

  2. Perché non gliene frega niente (parere personale) e conta come il 2 di picche!! elementare watson..

  3. agnelli non ha digerito la sceneggiata del contratto in bianco dell’ultimo anno fatto da Alex.Personalmente ritengo un grosso errore se non altro di marketing la partenza di del piero. Perche’ presidente è disposto a perdere dei soldi così allegramente?

  4. @el.kun, conoscevo (e dico sul serio) questa storia, ne parlai non molto tempo fa con un’amica e quindi mi allaccio all’ultima parte.

    “concludo affermando con la giusta sicurezza, che altri non è stato A.A. che uno spettatore impotente di quella farsa messa in atto con il benestare di un ramo della famiglia nel 2006.

    Ecco il punto!! Era qui che volevo arrivare. Agnelli Andrea (..visto, per l’occasione l’ho scritto correttamente.. 😉 ) ha accettato (volente o nolente) la carica e come rappresentante principale (sulla carta, of course) doveva e poteva fare di più, molto di più!! Okay, non nè ha le possibilità? Bene, esistono le dimissioni!!! Esiste una dignità!! La sua figura altro non è che una semplice quanto traballante facciata, dietro di lui (e qui mi ripeto) ci sono delle bestie e lui si è piegato al loro volere. Questo è quanto.

    Ciao..

  5. @el.kun, conoscevo (e dico sul serio) questa storia, ne parlai non molto tempo fa con un’amica e quindi mi allaccio all’ultima parte.

    “concludo affermando con la giusta sicurezza, che altri non è stato A.A. che uno spettatore impotente di quella farsa messa in atto con il benestare di un ramo della famiglia nel 2006.

    Ecco il punto!! Era qui che volevo arrivare. Agnelli Andrea (..visto, per l’occasione l’ho scritto correttamente.. 😉 ) ha accettato (volente o nolente) la carica e come rappresentante principale (sulla carta, </strong of course) doveva e poteva fare di più, molto di più!! Okay, non nè ha le possibilità? Bene, esistono le dimissioni!!! Esiste una dignità!! La sua figura altro non è che una semplice quanto traballante facciata, dietro di lui (e qui mi ripeto) ci sono delle bestie e lui si è piegato al loro volere. Questo è quanto.

    Ciao..

  6. @Drugo: rispetto le tue opiioni, ma sinceramente non le condivido.Si fa presto a dire che la FAMIGLIA ha tradito la Juve, ma di quello che fu un grande casato e una grande dinastia, cos’è rimasto?Sinceramente di mettere sullo stesso piano l’ultimo degli Agnelli con gli Elkann mi pare esagerato.
    Secondo il mio modesto parere la genesi della fine di tutto si ebbe, come si evince dalle pagine dell’ultimo libro dell’ex AD di FIAT Cesare Romiti ” Storia segreta del capitalismo italiano”, in occasione della nomina di John Elkann a “erede” dell’Avvocato in Fiat.Umberto Agnelli racconta, voleva per la designazione suo figlio Andrea, e nel corso del consiglio dell’Accomandita, la “cassaforte” della famiglia, dice:”Gianni, tu ci hai convocato oggi per decidere la designazione di John.Voglio venga messo agli atti che è esclusivamente una tua decisione”.Romiti ribatte:”Io dissi che era una convinzione di tutti i presenti.Umberto replicò:” No caro Romiti è una decisione dell’Avvocato”.
    Da allora nulla sarebbe stato più come prima.E’ lapalissiano l’odio degli Elkann nei confronti della triade, il viaggio del giovane Yaki a Monaco ad incontrare Blanc e a chiedergli se era disposto a prendere il posto di Moggi.Ma in tutto questo il giovane Andrea che c’entra?La Juve è un asset della Fiat, e piaccia o no, a decidere su tutto e in particolar modo sulla nomina del nuovo presidente Juve, è necessaria la volontà di chi quel giorno sopracitato fu per volere dell’Avvocato nominato a capo dell’impero sabaudo.Concludo affermando con la giusta sicurezza, che altri non è stato A.A. che uno spettatore impotente di quella farsa messa in atto con il benestare di un ramo della famiglia nel 2006.

  7. Non sono di’accordo. Non esiste “il più grande” ogni epoca calcistica ha il suo giocatore più rappresentativo. I paragoni (che non hai fattto ma che tanti fanno e sbagliano) sono la cosa più odiosa che si possa leggere o sentire.

    Saluti..

  8. Michel Platini…..il piu’ grande che abbia indossato questa maglia (almeno per quelli che ho visto io), …. fuoriclasse fenomenale…..forza juve

  9. @el.kun, ciao, io non odio nessuno (quello è un sentimento duro e molto particolare che nello sport, sempre che lo si voglia chiamare ancora così, non può e non deve esistere) l’agnello (ti scoccia tanto se lo chiamo così?) è nato e vissuto in un ambiente con tradizioni precise, ti sembra che le stia rispettando? Lui e soltanto lui (dopo esser stato messo lì) poteva dire fare ma soprattutto agire, ti sembra che l’abbia fatto? Lui è solo il braccio (sgangherato, ovvi motivi) la mente è un’altra!! Insomma, dalla gestione Del Piero sino ad arrivare alla cosiddetta difesa (solo facciata e nulla più) dove sono i risultati che dovrebbero indirizzarmi ad un rispetto? Personalmente (ma è solo un mio parere) ritengo il nuovo corso poco credibile e poco concreto ma soprattutto intento a guadagnare (soldi in primis) il rispetto di chi non è al corrente, di chi non ha seguito, di chi saltella e pensa solo alle agognate vittorie!!!!

    p.s la compagine è nel mio cuore (non potrebbe essere altrimenti) la proprietà (tutta) no!!

    saluti..

  10. @DRUGO: non capisco tutto questo odio viscerale nei confronti di A.A.Quale sarebbe la sua colpa?Quella di voler porre rimedio ai misfatti altrui?Quella di volerci ridare DIGNITA’ SPORTIVA?

  11. Vabbè, vorrà dire che quando (?) il Capitano deciderà il ritiro la Juve cesserà di esistere…
    E comunque penso che la riconoscenza debba essere reciproca nel senso che non mi sembra che Del Piero in questi anni abbia raccolto bruscolini dalla Juve, anzi…
    Agnelli NON potrà fare il passo indietro mentre Alex temo si sia giocato anche un suo eventuale futuro dirigenziale, almeno fino a quando ci sarà Andrea presidente che, non dimentichiamo, ci sta facendo tornare a lottare per i posti che ci competono.
    FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS
    Karl

  12. “cuore che?” chi? l’agnello??? Zè..lascia perdere, qui tempi (e quelle passioni) sono morti e sepolti. Ora quel che conta (sopra tutto e tutti, nessuno escluso.!!) sono i SOLDI!!! ..che amarezza

  13. si è veri uomini solo quando si ammettono i propri errori e vi si pone un rimedio. Questa volta, anche solo per riconoscenza, dovrebbe essere Andrea a firmare un contratto in bianco al Capitano che lo accetterebbe anche per 1 solo Euro; Alex ha dato tutto alla Juve, l’ha portata sul tetto del mondo e l’ha seguita all’inferno della B per riportarla sù. la Juve deve ripagarlo con un riconoscimento che tutti gli amanti della Juve e del calcio, in tutto il mondo, si aspettano. Andrea, lascia da parte l’orgoglio e fa quello che ti dice il tuo cuore bianconero!!!! Ci sarà solo e sempre un solo Capitano! Fino alla fine forza Juventus!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi