Pjanic: "A Palermo contava vincere" | JMania

Pjanic: “A Palermo contava vincere”

Pjanic: “A Palermo contava vincere”

Miralem Pjanic, centrocampista bosniaco della Juventus, è stato intervistato oggi da Sky Sport: “Siamo un gruppo unito, cresceremo”

Miralem Pjanic, centrocampista bosniaco della Juventus, è stato intervistato oggi da Sky Sport. Le prime parole dell’ex Roma sono per la prestazione di Palermo. Si salva davvero solo il risultato?

“Possiamo sicuramente giocare meglio di quanto abbiamo fatto a Palermo soprattutto sotto il punto di vista tecnico. Ma l’allenatore ci aveva chiesto di vincere e non prendere gol: lo abbiamo fatto – rivela – , dimostrando un temperamento da grande squadra. Sono proprio le grandi squadre quelle che vincono anche quando non giocano nel modo migliore: noi abbiamo fatto 15 punti su 18 e abbiamo ancora margini di crescita”.

Dopo la sconfitta rimediata contro l’Inter, la Juventus non ha preso più gol, ma resta da migliorare la fluidità del gioco.

“Questa settimana ci siamo parlati, Allegri ci ha fatto capire cosa non andava e su cosa puntare, e la nostra risposta è arrivata con due vittorie, adesso pensiamo a Zagabria”.

Dopo il pareggio casalingo contro il Siviglia, la Juve deve andare a Zagabria per vincere, altrimenti il cammino in Champions rischia di complicarsi seriamente.

“Vogliamo e dobbiamo vincere – continua Pjanic – , giocando bene e imponendo il nostro gioco, perché sarà una partita calda e difficile, ma il nostro obiettivo è arrivare primi nel girone. Siamo un gruppo unito, lo dimostriamo sempre sul campo, siamo tutti coinvolti nelle rotazioni, viste anche le tante partite che disputiamo, tutti si fanno trovare pronti e danno il massimo. Anche noi nuovi cominciamo a integrarci nel modo migliore, io ho avuto bisogno di un po’ di tempo per ambientarmi e ora sto benissimo, col passare delle settimane non potrà che andare ancora meglio”.

Pjanic e la posizione in campo

Quanto alla sua posizione, il campo ha confermato che il bosniaco giochi meglio da mezzala, anche se con la continua emergenza potrebbe dover giocare nuovamente da regista.

“Sono a disposizione di Allegri, per giocare davanti alla difesa, come mezzala o anche trequartista. Mi piace distribuire la palla e far giocare i compagni, sto apprendendo gli automatismi del gioco e sono fiducioso sul fatto che le cose miglioreranno ancora”, conclude.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi