Pirlo: "Abbiamo una fame da lupi" | JMania

Pirlo: “Abbiamo una fame da lupi”

Pirlo: “Abbiamo una fame da lupi”

Nonopstante abbia terminato il 2011 un po’ affaticato e con qualche acciacco, Andrea Pirlo è pronto a ripartire per un 2012 denso di emozioni. Lo ha ribadito il diretto interessato al termine della seduta mattutina di allenamento presso il campo privato del principe reale Hamdan bin Rashid bin Mohammed Al Maktoum. “Lo scorso luglio – …

Nonopstante abbia terminato il 2011 un po’ affaticato e con qualche acciacco, Andrea Pirlo è pronto a ripartire per un 2012 denso di emozioni. Lo ha ribadito il diretto interessato al termine della seduta mattutina di allenamento presso il campo privato del principe reale Hamdan bin Rashid bin Mohammed Al Maktoum.

Lo scorso luglio – esordisce il fantasista bresciano – c’era la voglia di cominciare una nuova avventura, ma anche tanta curiosità. Non sapevamo dove saremmo potuti arrivare, perché dovevamo ancora diventare squadra. Diciamo che in montagna avevano un semplice appetito mentre ora che siamo al mare, dopo essere partiti con il piede giusto, abbiamo maggiore consapevolezza nei nostri mezzi e ci siamo resi conto di avere le qualità per fare bene e per cancellare le ultime due stagioni negative. Se è possibile, noto ancor maggiore entusiasmo rispetto a quando abbiamo cominciato il ritiro a Bardonecchia. E quel “languorino” estivo è aumentato partita dopo partita trasformandosi in una fame… da lupi. Sì, siamo famelici e nel 2012 vogliamo regalare ai tifosi le soddisfazioni che meritano. Mi hanno accolto fin dal primo giorno con affetto e stima e voglio ricambiare la cortesia… “.

Il 2011 ha chiuso la lunga parentesi rossonera di Pirlo…

Ma ne ho iniziata una nuova altrettanto bella ed esaltante. Avevo bisogno di nuovi stimoli e sono sempre più convinto di aver fatto la scelta giusta venendo alla Juventus. Cosa mi auguro per il nuovo anno? Non posso che ripetermi: voglio saziare almeno in parte quella fame di cui parlavo… “.

Per ripartire al massimo, Conte ha scelto di riprendere la preparazione al caldo di Dubai:

“Venire al caldo durante la pausa di campionato paga. Ho potuto riscontrarlo appunto col Milan negli anni scorsi: i muscoli lavorano meglio a queste temperature e, anche durante gli esercizi tattici, si riesce a prestare maggiore attenzione perché non si è preoccupati di rimanere in continuo movimento per non patire il gelo. Anche i miei ex compagni sono qui a Dubai in questo periodo ed è un po’ come se la sfida continuasse pure a campionato fermo. Spero che il testa a testa tra noi e loro continui sino alla fine e stiamo lavorando duramente per questo”.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi