Pepe: "Non ci scioglieremo come la scorsa stagione" | JMania

Pepe: “Non ci scioglieremo come la scorsa stagione”

Pepe: “Non ci scioglieremo come la scorsa stagione”

Un Simone Pepe stanco al termine dell’allenamento mattutino a Dubaa, ha comunque la forza di presentarsi ai microfoni dei giornalisti di ‘Sky Sport’ ai quali chiede subito scusa per il fiatone: “Conte ci sta torchiando ma si sta bene, il posto è bello e abbiamo ricevuto un’ottima accoglienza“. L’ex Udinese archivia un 2011 che lo …

Un Simone Pepe stanco al termine dell’allenamento mattutino a Dubaa, ha comunque la forza di presentarsi ai microfoni dei giornalisti di ‘Sky Sport’ ai quali chiede subito scusa per il fiatone: “Conte ci sta torchiando ma si sta bene, il posto è bello e abbiamo ricevuto un’ottima accoglienza“.

L’ex Udinese archivia un 2011 che lo ha visto tutto sommato protagonista, soprattutto nella secondo metà dell’anno:

Il mio anno è stato un po’ come quello della squadra. Così così nella prima parte e ottimo nella seconda. Di quest’anno voglio ricordare proprio questi ultimi cinque mesi di lavoro fantastici e trascorsi sempre in vetta. A livello personale tutto ruota intorno all’andamento della squadra. Sicuramente sono cresciuto, soprattutto grazie al mister e credo che questo si possa definire l’anno della mia maturità. Ho imparato anche a segnare… Il mister mi ha martellato fin da quest’estate, dicendo che devo andare in profondità, verso la porta e lo sto facendo. Nascendo attaccante un po’ avevo queste caratteristiche, ma Conte mi ha aiutato molto nel migliorarle. Del resto di è sempre detto che un giocatore dà il meglio tra i 27 e i 30 anni e visto che io ora ne ho 28…“.

Cosa si aspetta ora Pepe dal 2012? La risposta è scontata:

Chiedo solo di rimanere in vetta e continuare a far bene. Il resto verrà da sé. La sensazione è che non si ripeterà quanto accaduto negli scorsi anni, in cui alla ripresa la squadra si è un po’ persa, perché stiamo continuando a lavorare bene e siamo convinti dei nostri mezzi. Il Milan? Loro forse tecnicamente sono superiori, ma noi abbiamo più fame e si vede da come scendiamo in campo. Conte poi è determinante per trasmetterci la sua voglia di vincere. Lui ce l’ha fatta da giocatore e cerca di darci la sua mentalità, anche solo in allenamento, continuando a “bacchettarci” e a stimolare la squadra. Ora tocca a noi non mollare“.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi