Pensaci, Arturo, pensaci! | JMania

Pensaci, Arturo, pensaci!

Pensaci, Arturo, pensaci!

Avevo intenzione di scrivere qualcosa su di te, Arturo. Un articolo un po’ romanzato sulla tua vicenda in bianconero, chissà, magari da come sei arrivato in casa Juve a come rischi di andartene. Oppure un editoriale sulla tua importanza nell’arco di questi tre anni, rimarcando allo stesso tempo il ruolo, di primo piano, che potresti …

vidal-operazione-juventusAvevo intenzione di scrivere qualcosa su di te, Arturo. Un articolo un po’ romanzato sulla tua vicenda in bianconero, chissà, magari da come sei arrivato in casa Juve a come rischi di andartene. Oppure un editoriale sulla tua importanza nell’arco di questi tre anni, rimarcando allo stesso tempo il ruolo, di primo piano, che potresti ricoprire in futuro. Eppure sai che c’è, Arturo? Ultimamente circolano su di te un sacco di voci. Su quel che farai a settembre, sulla tua destinazione. C’è chi ti vuole a Torino, felice e ritrovato, dopo un’estate alquanto movimentata. Chi a Manchester, indiavolato e ricoperto d’oro, con indosso la 7 che fu di Cantona, Beckham e Ronaldo. E chi a Jakarta, indeciso ed afflitto, impotente dinanzi all’ingordigia del nuovo mercato europeo.

Ah, quante ne sono state scritte in questi ultimi mesi! Soprattutto dopo la fine del campionato, in quei vittoriosi giorni di maggio, che ti hanno visto prendere posizioni sempre più dubbiose e titubanti. “Il mio futuro? Ci penserò dopo il mondiale. (Adesso sono concentrato su quello)” rispondevi a chi ti punzecchiava con le classiche domande di sorta. E il povero Marotta, dal canto suo, cercava di rattoppare la situazione coi metodi convenzionali, rassicurando i tifosi già impauriti e placando, momentaneamente, un mare di parole troppo esagitato. Real, Bayern, Chelsea, Liverpool, Manchester, la corte delle regine facoltose pronte ad assicurarsi le tue prestazioni. Trofei, successi e contratti a doppie cifre le tentazioni di cui si servivano per convincerti ad accettare. Hai resistito, volente o nolente, alle offerte più allettanti, nonostante i giornali d’oltremanica ti dessero ormai destinato a nuovi percorsi. Gli sarebbe piaciuto, aggiungo io. Ma malgrado tutto, con questi pericolosi chiari di luna, c’è poco da star sereni e cantar vittoria. Perché se una volta successe con Zidane, così può riaccadere con Vidal.

La storia, si sa, spesso si ripete. E tu, di questa evenienza, ne sei consapevole. Però ascolta questo consiglio e cerca di farne tesoro. Una piazza così esigente e desiderosa di primeggiare, non potrà accettare una tua defezione. Soprattutto dopo averti accolto e coccolato come un prestigioso gioiellino, rendendoti orgoglio e bandiera della tifoseria. Nessuno ti darà del traditore, certo, ma sarà difficile approvare la tua scelta. Anche perché dopo quel tragico 15 luglio, la Vecchia Signora si è ritrovata vedova. E perdere un guerriero come te, dopo l’addio del Condottiero, sarebbe una mancanza troppo grave. Ti senti davvero così sicuro di lasciare la regina d’Italia sola, sprovveduta ed in balia del nemico?

5 commenti

  1. Biancuorenero

    NON CI LASCIARE PURE TU GUERRIERO RESTA CON NOI “FINO ALLA FINE”

  2. A me Magno non fa’ tanto paura il fatto di cedere Vidal, a patto che arrivi una cifra più che consona (se Mangala vale 40 allora Arturo vale 60 puliti). Forse c’è anche da dire che il nostro Arturo ha smesso di giocare con l’infortunio di marzo, dopo di chè non è stato più lui e al mondiale sembrava il fratello timido e scarso, ci sono dubbi sul fatto che possa realmente ritornare quello di prima, io non ne sono certo ad esempio.
    A me quello che fa’ paura piuttosto è sapere chi vanno a prendere se per caso Vidal viene ceduto, si va su Guarin? Sono uguali uguali……come no. Andrebbero investiti i soldi per un grande acquisto e già sappiamo che questo non verrà MAI fatto da questa proprietà, si prenderebbero 3 giocatori medi come il profilo medio è ciò che cerca, per sue testuali parole, il signor Marotta. Faccio un esempio: vendi Vidal a 50/60 milioni e in cambio prendi Manolas, Guarin e Hernandez di punta. Saremmo più forti? Non credo proprio. Nessuno dei 3 cambierebbe di una virgola lo spessore della squadra.
    Se rimane Vidal sono tanto contento, se va via inizio ad avere paura di cosa farà la società con quei soldi.

    • se deve essere venduto questo e il momento buono….quei soldini non arriverebbero piu il prossimo anno……Cosa faranno dei soldi alla JUVE…aaaa pagheranno un po di debiti BBBB PAGHERANNO UN PO DI DEBITI…….le squadre non si fanno con le prese di posizione o i nostri sogni da tifosi…………..e poi siamo gia forti ..non hai visto ieri COMAN PEPE VITALE Pereira….UN PO DI FIDUCIA………

  3. ReArtur…! pensaci bene…! capisco che gli affari valgono molto nelle scelte della vita, che poi alla fine sempre i soldi fanno la felicità, ma per fortuna non è sempre così, in questo caso potrebbe essere veramente una disdetta, c’era bisogno di un cambiamento, Conte a dato l’imput, e se ora Max ci conducesse dove noi nemmeno nei sogni avremmo osato..! se te ne andrai di sicuro troveremo un sostituto o magari 2, se non te ne andrai saremo ancora più forti, mancano un paio di pedine che arriveranno sicuramente, abbiamo ritrovato un Pepe che scalpita dalla voglia ci sono nuovi giocatori pronti a dare tutto il loro supporto ed in fine chi già faceva parte della Juve ha ancora tanta ma tanta vogliia di vincere, io mi auguro che tu rimanga con noi, in ogni modo quest’anno ci divertiremo con o senza di te, ma questo solo tu puoi deciderlo.

    • egregio sono con te al 100%…..ma voglio anche essere realista ….per cui nel caso che………con dolore dovremmo accettare….Pepe sono felice di riavere uno pulito e dedicato……..per me una pedina importantissima per la sua duttilita…..spero che non si facciano invogliare da un paio di milioni per cederlo…….sarebbe une vergogna….dopo avergli dedicato tempo ed averlo aspettato…..non sarebbe da Juve..io la penso cosi un saluto

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi