Al via l'epurazione Juve: nove i partenti | JMania

Al via l’epurazione Juve: nove i partenti

In qualunque modo finisca la stagione, questa Juventus ha già mietuto tanti di quei record negativi che difficilmente non troverà posto nella storia (triste) del club bianconero. I risultati delle prossime sei giornate, seppur positivi, non consentiranno a gran parte del­l’attuale rosa di invertire la propria rotta. Dopo il 16 maggio, quindi, scatterà  una vera …

cristian_poulsen_frattura_peroneIn qualunque modo finisca la stagione, questa Juventus ha già mietuto tanti di quei record negativi che difficilmente non troverà posto nella storia (triste) del club bianconero. I risultati delle prossime sei giornate, seppur positivi, non consentiranno a gran parte del­l’attuale rosa di invertire la propria rotta. Dopo il 16 maggio, quindi, scatterà  una vera e propria epura­zione dato che molti elementi hanno dimostrato di non valere la Juve. O di non va­lerla più. A complicare le operazioni in uscita, però, ci sarà il monte ingaggi che si è mantenuto alto: piazzare giocatori in esubero non è mai agevole, ma diventa pro­blematico quando i prota­gonisti si portano dietro accordi plurimilionari.
La rosa bian­conera è innanzitutto ca­rente di esterni, mentre di mediani ne annovera an­che troppi, visto che lo stesso Felipe Melo va an­noverato nella categoria comprendente Momo Sis­soko, Christian Poulsen e, con caratteristiche diver­se, lo stesso Claudio Mar­chisio. Uno dei quattro partirò e molto probabilmente sarà il danese, mentre a Melo verrà fornita un’altra occasione. La scorsa estate Poul­sen seppe resistere alla corte del Fenerbahce e, spariti dalla scena i turchi, nessun altro si fece avanti. In dodici mesi però la si­tuazione è parzialmente cambiata, perché con un solo anno di contratto il centrocampista bianconero potrebbe dimo­strarsi più disponibile ad ascolare il canto di even­tuali sirene. Identiche le premesse per quel che riguarda Seba­stian Giovinco, chiuso dal­la presenza di Diego e An­tonio Candreva. Finora il piccolo trequartista si è op­posto con forza a ogni ipo­tesi di cessione, ma un an­no passato a fare da spet­tatore, lo por­terà inevitabilmente a prendere in considerazio­ne l’idea di lasciare la Ju­ve. Il giovane bianconero, a differenza del collega danese, però, ha mercato: soprattutto in Italia, infatti è probabi­le che Roberto Bettega lo inserisca in qualche scam­bio di assoluto livello (Pazzini, Kjaer?). Stessa sorte toccherà a De Ceglie, a meno che il val­dostano accetti il ruolo di sostituto del terzino sini­stro che la Juve va cercan­do.
In attacco partiranno Trezeguet e probabilmente Amauri: destinazione Lione per il primo (nonostante le sirene brasiliane), mentre per il secondo ci sarebbero interessamenti da parte di club inglesi (con il Milan sempre vigile). Per Cannavaro non verrà rinnovata l’opzione ad un secondo anno di contratto, mentre a Grosso, Zebina e Grygera è stato già fatto capire di cominciare a pensare ad una prossima destinazione.

(Credits: Tuttosport)

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi