Parlano di top player... poi prendono Tiago e Almiron | JMania

Parlano di top player… poi prendono Tiago e Almiron

Parlano di top player… poi prendono Tiago e Almiron

Il tifoso juventino ormai non ne può più. E non è per i risultati che non arrivano. Perché se le mancate vittorie non fosser oaccompagnate da tanti proclami, il tutto sarebbe più indolore. Negli ultimi 5 anni i tifosi bianconeri, oltre agli sfottò degli avversari, hanno dovuto sorbirsi una serie infinita di dichiarazioni mirabolanti, proclami …

Il tifoso juventino ormai non ne può più. E non è per i risultati che non arrivano. Perché se le mancate vittorie non fosser oaccompagnate da tanti proclami, il tutto sarebbe più indolore. Negli ultimi 5 anni i tifosi bianconeri, oltre agli sfottò degli avversari, hanno dovuto sorbirsi una serie infinita di dichiarazioni mirabolanti, proclami di guerra (come quello di Del Neri dopo Palermo-Juventus: “Per batterci da oggi in poi ci dovranno passare sopra con i carri armati”, seguirono 5 sconfitte consecutive…), e tante altre menate che lasciamo a voi classificarle come meglio credete. In merito, ha scritto qualche battuta oggi Christian Rocca, sul suo blog ‘Camillo’. Ve le riportiamo e ci togliamo il cappello, come sempre, in segno di rispetto nei confronti del ‘maestro’.

Tra le frasi calcistiche più porta sfiga degli ultimi anni quella che mi sembrava imbattibile era “d’ora in poi saranno 10 finali”, credo pronunciata per primo da Pippo Inzaghi ai tempi della Juve (e dello scudetto naturalmente alla Roma). La frase, nella sua banalità, si è diffusa enormemente. E’ diventata la nuova “lotteria dei rigori”, la nuova “è normale che…”.
La pronunciano tutti, quindi perlomeno l’effetto sportivo si azzera (ma non il fastidio).
Ora ce n’è un’altra, tutta juventina. Il mio è un appello accorato: pregherei i dirigenti della Juventus, adesso che sono ancora in tempo, di non pronunciare mai più a proposito della campagna acquisti, in nessuna combinazione, le parole “top player”. Grazie.

15 commenti

  1. E’ ovvio che nessuno è tenuto a saperlo, ci mancherebbe, ma quando acquistarono Almiron e Tiago (per non parlare di Andrade) fui criticissimo, perchè mi sembrava che con due giocatori tecnici e sostanzialmente portatori di palla, non saremmo arrivati da nessuna parte.
    Idem quando arrivò Amauri (pippa assoluta) accompagnato da Poulsen (giocatore che poteva stare in rosa come riserva, non certo come alternativa a Xabi Alonso…) ed uguali perplessità ebbi con l’acquisto di Melo (soprattutto per il costo) e Diego (in particolare per costui, poichè acquistato prima di decidere l’allenatore, contro ogni logica calcistica).
    Allo stesso modo anticipo che secondo me Pirlo,SE giocherà, farà rimpiangere Aquilani, perchè si tratta di un giocatore assolutamente non integro, già avanti con gli anni e da inserire in un sistema di gioco Come quello di Conte che prescinde quasi sempre dal regista classico.
    Anche in avanti Conte gioca sostanzialmente con due punte con caratteristiche simili (a Bari due seconde punte come Barreto e Kutuzov a Siena due prime punte come Mastronunzio e Calaiò): a tal fine penso che Quagliarella e Matri dovrebbero integrarsi bene tra loro (al massimo si può andare a prendere un Gilardino per completare il reparto) e riserverei quindi il grosso del “tesoretto” per rinforzare centrocampo (da rifare completamente) e difesa.
    Nomi?
    A centrocampo proverei a puntare su 2 tra Essien, Mascherano, Fernando, L.Diarra, Schweinsteiger…insomma gente di questo livello.
    Sulle fasce 2 tra Bastos, Ribery, Walcott, Podolski, Vargas, Malouda etc…
    In difesa 2 terzini non troppo di spinta (Ziegler, per dirne uno, sarebbe fin troppo offensivo, ma se arriva gratis…) quindi vedrei bene un Lichtsteiner (meno di spinta di Beck) e magari un Bosingwa…
    Poi possiamo aprire gli occhi ed ammirare gli acquisti di Marotta…

  2. tredix non sono d’accordo. Prima di prendere tiago e almiron i tuoi centrali erano emerson vieira, il top del top. Tiago era ed è un mediocre giocatore che anche al primo vero grande club fu rivenduto subito (scambio essien tiago fra chelsea e lione) e almiron veniva da un discreto anno ad empoli, e si è poi rivelato un buon giocatore da bari, niente più. Amauri un fuoco di paglia e comunque non un campione, diego idem. Poulsen non ne parliamo. La verità è che dovevamo sostituire ibra, zambrotta, cannavaro, emerson e abbiamo preso riserve e mediocri spendendo quanto per i campioni.

  3. Beh, allora allarghiamo l’elenco, giusto per completezza: grygera, boumsong, andrade, bojinov, mellberg, Salihamidžić. sommiamoli a poulsen tiago almiron sissoko iaquinta ed amauri.
    ricordiamo che Xabi Alonso venne valutato troppo caro. che muti venne regalato ala fiorentina. e lasciamo stare il resto, via, che mi vien male.
    concordo sul fatto che la newentus rovini i giocatori. ma nessuno dei citati, nessuno, era un top player, al momento dell’acquisto. Potenzialmente al momento dell’acquisto? Forse. Ma di certo NON un top player.

  4. Per me Poulsen non era male.
    è ovvio che non puoi fargli fare il regista, non è il suo mestiere, ma tra lui e Felipe Melo, per esempio, il dubbio su chi impiegare lo avrei…

  5. @Frano: è quello che dico da un pezzo pure io. Negli ultimi anni abbiamo la capacità di rovinare i giocatori. Come faceva l’inter una volta, che dava via i Pirlo, i Seedorf, i Roberto Carlos, i Cannavaro…
    …il punto è che speravo che la tifoseria bianconera avesse un po’ più di sale in zucca e maggior senso critico.

  6. Se stiamo a discutere anche Legrottaglie…

  7. Certo che la maglia con Paperino di Almiron il giorno della presentazione mi fece subito capire che qualcosa non andava…..così come il primo Legrottaglie in infradito e pantaloncini…..

  8. frano fiumicino

    Forse sarebbe opportuno che in società valutassero quanto accade nella squadra.
    Effettivamente validi giocatori (non dico ANDRADE,POULSEN, ed altri)quando arrivano alla JUVENTUS dopo poco diventano scarsi (DIEGO e THIAGO su tutti).
    Quest’anno si è preso BONUCCI, applausi da tutti gli operatori di mercato, ed è diventato un mediocre!
    C’è da riflettere!

  9. Quando la juve prese DIEGO e MELO lo fece battendo tante grosse squadre sul tempo, ora non venitemi a dire che non eravamo tutti felici quando la juve prese: TIAGO, ALMIRON, GROSSO, AMAURI, DIEGO, MELO Eecc…… erano signori giocatori che poi hanno fatto flop..
    DIEGO lo riprenderei subito e MELO lo terrei, con un allenatore in gamba questi giocherebbero alla grande.

  10. @ Tredix Ti quoto su Tiago che a me piaceva molto, ma Almiron… vi prego. Si è visto qeust’anno. Cmq i nomi sono giusto per dire il concetto. Basta dirne uno, chessò Andrade…

  11. Grazie ragazzi.. 😀

  12. Ti straquoto!!

  13. Anche io quoto pure le virgole di Tredix.

  14. D’accordissimo con Tredix

  15. Capisco l’articolo, ma il discorso su Tiago e Almiron non lo capisco. Entrambi quando furono presi dalla Juventus erano signori giocatori. Non i Lampard di cui si parlava, ma nemmeno le schiappe che sono diventate. Stessa cosa per Diego e Melo e Amauri. Sarebbe stato invece giusto fare il il nome di Poulsen. E comunque per me è stato l’ambiente Juventus a tenere sotto una certa soglia il rendimento dei calciatori. Per chiarire, personalmente penso che in un ambiente debole anche dei possibili campioni diventano giocatori mediocri.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi