Parla la moglie di Bertini: "Arbitri succubi dei club" | JMania

Parla la moglie di Bertini: “Arbitri succubi dei club”

La storia di Paolo Bertini, arbitro dismesso nell’estate del 2008, viene raccontata dalle colonne de ‘La Stampa’ dalla signora Daniela Mariani, 41 anni, mamma di Tommaso 12 anni, Elena 7. La moglie dell’arbitro Bertini. Bertini, corretto con le regole dell’Associazione Arbitri, non può rilasciare dichiarazioni se non autorizzato. Il marito di Daniela è imputato per …

bertini--310x210La storia di Paolo Bertini, arbitro dismesso nell’estate del 2008, viene raccontata dalle colonne de ‘La Stampa’ dalla signora Daniela Mariani, 41 anni, mamma di Tommaso 12
anni, Elena 7. La moglie dell’arbitro Bertini. Bertini, corretto con le regole dell’Associazione Arbitri, non può rilasciare dichiarazioni se non autorizzato. Il marito di Daniela è imputato per associazione a delinquere e frode sportiva per diverse partite di A.

LO STATO D’ANIMO
«È lo stesso da 4 anni. Oggi sono certa che mio marito sia coinvolto in una storia che non ha alcun senso. È estraneo sotto ogni punto di vista. Gli ultimi avvenimenti non cambieranno la linea difensiva. Paolo è estraneo a tutti i capi d’imputazione».

LE NUOVE INTERCETTAZIONI
«Siamo sorpresi dello stupore con cui vengono accolte le intercettazioni. Sono situazioni  ovvie nel momento in cui viene partorita l’idea del doppio designatore. Gli addetti ai lavori avevano già capito quel che sarebbe successo. Non si può immaginare un dirigente federale che avvalla il progetto del doppio designatore e si sorprende se questi parlano con le società. Sono ignorante in materia, ma se nominano due designatori come referenti di altrettanti gruppi di società, il designatiore in questione come fa a non rispondere nel momento in cui una società, del gruppo che lo ha sostenuto, gli telefona?».

ORMAI E’ UN’ESPERTA
«Ho studiato molto, in questi ultimi quattro anni di inferno. La Lega, formata dalle società, ha voluto creare un vincolo più stretto con gli arbitri. Lo ha fatto con lo strumento economico, evidente anche a me, basta leggere. Gli arbitri sono la voce di costo della Lega che trasferisce i fondi alla Federazione. Ufficialmente i soldi arrivano dalla Federazione, ma di fatto il costo è delle società. Fu questa l’innovazione di Paolo Bergamo. Il suo piano prevedeva ritrovi a Coverciano, ritiri, preparatori atletici e tecnici. Un arbitro sempre più professionista che impone costi importanti e che le società accettano di pagare. Cose che peraltro lo stesso Bergamo ha già detto. Sono scritte sui giornali dell’epoca. Basta aver voglia di studiare».

ARBITRI SUCCUBI DELLE SOCIETA’
«Le società volevano che il legame con gli arbitri fosse più forte. Non è un concetto sbagliato: il problema è stata questa degenerazione che è sotto gli occhi di tutti. Non ci si può stupire delle intercettazioni. Tutti sapevano tutto. Non potevano non sapere. Basta  ascoltarle. Mi pare che Paolo sia gradito e sgradito da più parti. Era l’arbitro di tutti, nel bene e nel male. Situazioni che si intrecciano, si accavallano. Lo stesso Moggi, dopo gli errori di Atalanta-Milan, dice chiaramente che Paolo deve essere stroncato. Che ci fosse una stortura  nel meccanismo è evidente. Mi è parso di capire che nel processo sportivo c’erano persone giudicate da individui nominati da loro stessi. Forse si doveva azzerare tutto e permettere a persone estranee di guardare e giudicare. Gli arbitri coinvolti sono stati scelti a caso. E tra questi mio marito che paga senza aver rotto effettivamente nulla».

(Credits: La Stampa)

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi