Paqualin consiglia la Juve: "Prendi Fabregas!" | JMania

Paqualin consiglia la Juve: “Prendi Fabregas!”

L’edizione odierna di Tuttosport ha chiamato in causa cinque esperti con lo scopo di fare il punto sulla situazione Juve e per proporre i miglioramenti necessari affinché la Vecchia Signora torni competitiva già dalla prossima stagione. Di particolare interesse gli interventi di Claudio Pasqualin, influente procuratore ed esperto di calciomercato, e di Aldo Serena ex …

cesc_fabregas_victory_650949L’edizione odierna di Tuttosport ha chiamato in causa cinque esperti con lo scopo di fare il punto sulla situazione Juve e per proporre i miglioramenti necessari affinché la Vecchia Signora torni competitiva già dalla prossima stagione. Di particolare interesse gli interventi di Claudio Pasqualin, influente procuratore ed esperto di calciomercato, e di Aldo Serena ex bianconero e commentatore TV.

CLAUDIO PASQUALIN
«Direi che un regista di ruolo è assolutamente necessario, mi riferisco a un vero metronomo del centrocampo. Per inten­derci, più un Pizarro che un Pirlo. Anche se ulti­mamente viene impiega­to in posizione più avan­zata, l’identikit corri­sponde a Cesc Fabregas. Giovane, ma già esperto. Certo acquistarlo non sa­rebbe semplice, ma non ci sono dubbi sul fatto che lo spagnolo valga un tentativo. Quanto all’at­tacco, ho la sensazione a livello epidermico che questo sarà l’ultimo anno di Trezeguet alla Juve. Relativamente alla dife­sa, Bonucci è sulla bocca di tutti in questo mo­mento e, alla luce della giovane età, esporsi avrebbe senso».

ALDO SERENA
«La Juve per definizione deve puntare ogni anno al titolo. Riuscirci, poi, è un’altra storia, ma la di­rigenza in questi anni ha investito molto e la base si presenta buona. A mio avviso quello che real­mente in rosa è un cen­trocampista di qualità, in grado di accelerare la manovra. Un giocatore alla Pirlo, Pizarro, D’Ago­stino. Io lo inserirei al posto di Melo, che anche in prospettiva mi sembra meno importante di Sis­soko e Marchisio. Il tori­nese in particolare mi piace molto, ma quando può agire più vicino al cuore del gioco. Ultima­mente l’ho visto anche defilato verso la fascia e lì mi convince meno. In attacco invece le valuta­zioni devono essere d’or­dine anagrafico. Pazzini ha la capacità di giocare faccia a la porta che ad esempio manca a Gilardi­no, mentre il viola eccel­lente quando si trova spalle all’area. Punterei sul blucerchiato, anche in funzione dell’età».

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi