Palazzi deferisce Conte per la conferenza stampa del 23 agosto | JMania

Palazzi deferisce Conte per la conferenza stampa del 23 agosto

Palazzi deferisce Conte per la conferenza stampa del 23 agosto

Il tecnico della Juventus, Antonio Conte, è stato deferito dal Procuratore federale, Stefano Palazzi, per avere espresso “giudizi e rilievi lesivi della reputazione e dell’operato degli Organi di Giustizia Sportiva“. I fatti avvennero lo scorso 23 agosto, quando Conte tenne la ormai famosa conferenza stampa nel corso della quale rendeva pubblico il funzionamento ridicolo della …

Il tecnico della Juventus, Antonio Conte, è stato deferito dal Procuratore federale, Stefano Palazzi, per avere espresso “giudizi e rilievi lesivi della reputazione e dell’operato degli Organi di Giustizia Sportiva“. I fatti avvennero lo scorso 23 agosto, quando Conte tenne la ormai famosa conferenza stampa nel corso della quale rendeva pubblico il funzionamento ridicolo della giustizia sportiva. In particolare, Palazzi contesta a Conte di “aver adombrato dubbi sulla imparzialità delle decisioni rese e sull’operato dell’Ufficio della Procura Federale“. Deferito anche il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, per non aver ritirato il premio della Supercoppa Italiana a Pechino. Il solito Palazzi, insomma, veloce con alcuni, lentissimo con altri: mentre Conte sconta una squalifica per omessa denuncia senza essere oggetto di indagini da alcun tribunale, ancora si attende che il procuratore federale di pronunci su chi è stato in carcere e continua tranquillamente a scendere in campo.
Di seguito il comunicato integrale della Figc:

Il Procuratore federale ha deferito oggi alla Commissione Disciplinare Nazionale Aurelio De Laurentiis, Presidente e Amministratore delegato del Napoli, Antonio Conte, tecnico della Juventus, e Giuseppe Iodice, segretario della Nocerina, oltre alle rispettive società chiamate in causa per responsabilità oggettiva. E’ stato deferito anche il calciatore Cristian Bertani. Due i deferimenti ascritti al Presidente del club partenopeo: il primo “per aver dato disposizione di non far partecipare la propria squadra alla cerimonia di premiazione della Supercoppa di Lega 2012-13, e per aver espresso pubblicamente rilievi atti a ledere il prestigio del Direttore di Gara”; il secondo “per avere, presso la sede della Lega Calcio, in occasione del Consiglio di Lega del 4 luglio 2012, proferito espressioni offensive nei confronti dei giornalisti presenti e minacciose nei confronti del giornalista Andrea Longoni”. Il procedimento nei confronti del tecnico bianconero ha origine invece dalla conferenza stampa del 23 agosto, successiva alla sentenza emessa dalla Corte di Giustizia Federale sul calcio scommesse: a Conte viene contestato di avere espresso in quell’occasione “giudizi e rilievi lesivi della reputazione e dell’operato degli Organi di Giustizia Sportiva, adombrando dubbi sulla imparzialità delle decisioni rese e sull’operato dell’Ufficio della Procura Federale”. Cristian Bertani è stato deferito per avere espresso attraverso le dichiarazioni rilasciate e pubblicate su un organo di stampa lo scorso 11 agosto “giudizi e rilievi gravemente lesivi della reputazione di persone e di organismi operanti nell’ambito del FIGC, per aver ingiuriato il Procuratore Federale e per aver adombrato dubbi sull’imparzialità di quest’ultimo e dei componenti gli Organi della Giustizia Sportiva”. A Iodice, infine, è stato contestato di “aver violato i doveri di correttezza, lealtà e probità esprimendo, mediante dichiarazioni rese in pubblico, durante la riunione-udienza del 31 maggio 2012, giudizi lesivi della reputazione della Commissione Disciplinare Nazionale della FIGC.

6 commenti

  1. Bene!! Anche il corriere della sera (dove si nasce interisti) ha emesso la sua SENTENZA!!

    I contatti tra Conte e i suoi ex giocatori che destano sospetti tra i magistrati

    “E per cancellare le prove delle sue chiamate con i giocatori
    della Salernitana Guberti ha addirittura rotto il telefono”

    Pennivendoli all’opera, ecco l’ultima fatica di di Andrea Arzilli&Arianna Ravelli

  2. Leggete in questo link le dichiarazioni di Moratti

    http://www.gazzetta.it/Calcio/SerieA/Inter/04-07-2011/moratti-attacco-inaccettabile-801873675359.shtml

    e questa è la risposta di Abete.

    http://sport.sky.it/sport/calcio_italiano/2011/07/05/calciopoli_processo_inter_facchetti.html

    Evidentemente c’è qualcuno che può dire qualsiasi cosa senza correre rischi ed altri (Conte) che invece subiscono di tutto e devono stare zitti.

    Non ho parole ma così funziona in Italia.

  3. Conte deferito per aver detto la semplice e pura verita’…… di giudizi “gravemente lesivi” nei confronti degli organi della GS e della FIGC, non c’e’ traccia nelle dichiarazioni di conte……Palazzi e’ la vera vergogna del calcio italiano ed insieme a lui la FIGC che ha avuto il coraggio di riconfermarlo per altri 4 anni…..scandaloso e inacettabile……forza juve

  4. Ma come?? Stanno bombardandogli casa, ammazzando i suoi figli, violentando donne e bambini e lui dice che è ingiusto?? Ma dai…CAZZO!!!

    Mi auguro che queste dichiarazioni non siano vere o che in qualche modo siano state fatte in un contesto particolare e che le vere strategie di difesa siano altre..no?? Anche perché se così non fosse..(O.O) Domanda: secondo voi ha fatto queste dichiarazioni prima o dopo il deferimento?? No perché, se le ha fatte sapendo allora è proprio un tonno e io mi sono rotto i maroni!!

  5. E ch deferisce Palazzi per il suo operato a dir poco vergognoso?????…….forza juve

  6. In altre parole quanto tempo resta fuori ancora dopo la squalifica??

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi