Calciopoli & Co Editoriali

Palazzi: 85 giorni per condannare, 150 di immobilità

Tenete a mente questi due numeri: 86 e 150. Perché sono i protagonisti d’una strana storia cominciata 4 anni fa. La scintilla che fece scoppiare il devastante incendio di Cal­ciopoli scoccò il 2 maggio, con la pubblicazione delle prime intercettazioni. Passarono 86 giorni e la sentenza della Cor­te Federale (il secondo grado della giustizia sportiva) con­dannò: la Juventus alla B e alla revoca di 2 scudetti; Milan, Fiorentina e Lazio a penalizzazioni di varia entità; una deci­na di dirigenti e arbitri ad ammende e squalifiche. Bastaro­no, insomma, 2 mesi e mezzo per istruire non uno ma due processi ed emettere una sentenza che ha cambiato la storia del calcio italiano.\r\n\r\nL’ESPOSTO BIANCONERO\r\nIl 10 maggio 2010, a quasi 4 anni dallo scoppio dello scanda­lo, la Juve ha presentato un esposto alla Federcalcio, firma­to dal presidente Andrea Agnelli, nel quale si chiede in mo­do circostanziato e motivato che la giustizia sportiva analiz­zi i nuovi e fondamentali elementi emersi durante il proces­so penale di Calciopoli. Secondo la Juventus, sulla base del­le nuove intercettazioni, 40 delle quali riguardano i dirigen­ti dell’Inter, si può rivedere la decisione che il 27 luglio 2006 assegnò lo scudetto proprio ai nerazzurri e valutare un’even­tuale revisione dell’intero processo. Da allora sono passati 150 giorni, quasi il doppio di quelli che ce ne vollero percon­dannare la Juve alla B, e la Procura Federale non si è mos­sa. Dov’è finita la fretta di fare chiarezza del 2006? Dov’è fi­nita la proverbiale celerità della giustizia sportiva? Perché ci vuole così tanto a leggere 40 intercettazioni e provare a trar­ne una conclusione?\r\n\r\n5 MESI DI IMMOBILITA’\r\nSono passati cinque mesi da quando sulla scrivania del pro­curatore Stefano Palazzi è at­terrato l’esposto della Juven­tus. Ne sono passati sei e mez­zo da quando le prime inter­cettazioni dei dirigenti dell’In­ter sono comparse sui giornali. Si è avuta notizia dell’apertu­ra di un fascicolo a riguardo, senza che poi se ne avessero al­tre su eventuali sviluppi con­creti. Se qualcuno ricorda la frenesia della torrida estate del 2006, non può non notare come strida la differenza con i tempi rilassati con i quali la giustizia sportiva si occupa dell’argomento oggi.\r\n\r\n(Credits: Tuttosport)

4 Commenti

  • E’ vergognoso assistere alla condanna di un MITO ” JUVE ” in 86 giorni e poi far finta di niente in 156 giorni con prove lampante di telefonata che coinvolgono ” gli Onesti del Calcio ” sul tavolo del Procuratore PALAZZI.\r\n\r\nE’ qusta si chiama Giustizia!!!… Quale esempio diamo ai ragazzi che crescono? Il Calcio è tutto truccato?\r\n\r\nVergogna!!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi