Pagliuca: "Ronaldo-Iuliano? Scudetto rubato al 100%"- il video con i furti dell'Inter del 97-98 | JMania

Pagliuca: “Ronaldo-Iuliano? Scudetto rubato al 100%”- il video con i furti dell’Inter del 97-98

Pagliuca: “Ronaldo-Iuliano? Scudetto rubato al 100%”- il video con i furti dell’Inter del 97-98

Intervista doppia oggi sul ‘Corriere dello Sport’, che a pochi giorni da Inter-Juventus, ha intervistato Mark Iuliano e Gianluca Pagliuca, due dei protagonisti delle sfide degli anni ’90 tra bianconeri e nerazzurri. A Iuliano, ovviamente, viene chiesto subito del famoso scontro con Ronaldo: “Con la maglia bianconera ho avuto la fortuna di vincere tutto, eppure …

iuliano-ronaldoIntervista doppia oggi sul ‘Corriere dello Sport’, che a pochi giorni da Inter-Juventus, ha intervistato Mark Iuliano e Gianluca Pagliuca, due dei protagonisti delle sfide degli anni ’90 tra bianconeri e nerazzurri. A Iuliano, ovviamente, viene chiesto subito del famoso scontro con Ronaldo: “Con la maglia bianconera ho avuto la fortuna di vincere tutto, eppure mi chiedono solo di quell’episodio. Il rigore si poteva dare o non dare, poteva starci lo sfondamento. Il punto non è quello, un episodio non può sminuire la legittimità di una vittoria, di uno Scudetto, di un ciclo, quella Juve era la squadra più forte del mondo”, ha detto l’ex difensore della Juve. “Noi eravamo primi in classifica e in vantaggio al momento del contatto, sento gente convinta che davanti fosse l’Inter e il risultato sullo zero a zero”, conclude Iuliano prima di parlare del campionato attuale. “Juve proiettata verso lo scudetto, Inter in difficoltà. Bianconeri al sicuro? No, però la squadra è organizzata, decisa. E dietro, diciamo la verità, nessuno corre…Il Bayern? I quarti di Champions sono durissimi, ci sono squadre di qualità, però la fame e il carattere possono fare la differenza più di un campione”.

Non è d’accordo con Iuliano, l’ex portiere nerazzurro Pagliuca: “Scudetto rubato al 100%. Quella partita fu la ciliegina sulla torta. Quell’anno successero cose strane. Tanti, troppi episodi a favore della Juve. Empoli-Juventus, colpo di testa del difensore dell’Empoli Bianconi. Il pallone è dentro di mezzo metro, Peruzzi si tuffa in ritardo, smanaccia e lo ributta fuori. L’arbitro Rodomonti non vede il goal…”. Sull’episodio Iuliano-Ronaldo, poi, aggiunge: “Rigore tutta la vita. In campo se ne sono accorti tutti, noi e loro, anche gli juventini, sì, inutile nascondere la verità. Certe volte ammettere la verità non sarebbe male, si fa più bella figura. Mi sono sentito preso per i fondelli. Eravamo fortissimi, quello Scudetto che fi fu tolto rimane la mia più grande amarezza. Arrivammo a Torino carichi e concentrati, invece tutto sfumò e non per colpa nostra…”. Strano che però Pagliuca non ricordi nemmeno un aiutino all’Inter di quell’anno. Bene glieli ricordiamo noi:

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=olU4W10thg8[/youtube]

9 commenti

  1. iosonojuventino92

    Ovviamente, quando dico che Del Piero cade prima, mi riferisco alla conseguenza del contatto: cioè, cade a terra, prima di Cauet, dopo che il fallo è avvenuto.

  2. iosonojuventino92

    Grazie ad Amedeo, prima di tutto, per aver fatto venire a galla una cosa colpevolmente sottaciuta per dare risalto al solo gol di Bianconi. Quindi, come il gol di Muntari, è nato irregolarmente anche quello e non si conta più nei “favori”. Inoltre, Rodomonti, per compensare l’episodio del gol, si inventa l’espulsione di Tacchinardi all’81’.

    Per quanto riguarda “ilrigoresuronaldo”…
    Beh, è sfondamento di Ronaldo. Lui sposta la palla, ma non IL CORPO. Rimane dritto su Iuliano e lo travolge. Per dribblare l’avversario, devi spostare anche il corpo, non puoi buttare la palla da un’altra parte per poi pretendere che l’avversario si scansi al tuo passaggio!
    Dite, poi, a Pagliuca che al 94′ di quella stessa partita è successo un contatto simile tra Cauet e Del Piero. Solo che Del Piero si era già spostato a destra e Cauet lo blocca col corpo, portando davanti anche la gamba sinistra. Del Piero cade prima.
    E sull’episodio del 70′ Iuliano si stava fermando e si gira a guardare il pallone, allargando le braccia. Prova ne sia che lui cade prima del brasiliano, fenomeno solo a buttarsi (come fece in diverse occasioni, quell’anno).
    Infine, quella che se n’erano accorti tutti(!) che era rigore, persino gli juventini(???), è una fantasia di Pagliuca che ha davvero dell’autoreferenziale e del ridicolo..

  3. Diciamo che nel girone di ritorno, l’Inter fece risultati penosi e non certo da squadra che lotta per lo scudetto!
    Diciamo anche che evidentemente, Moratti non pensava che l’Inter fu danneggiata in modo particolare per quell’episodio visto che un minuto dopo la fine del campionato esonerò all’istante l’Allenatore.
    Se poi aggiungiamo i fattacci pro-Inter visti nel filmato ed il fatto gravissimo che l’INTER giocava con un tale RECOBA, che se non gli avessero falsificato i documenti, non avrebbe nemmeno potuto scendere dall’aereo, e per questo la Società avrebbe meritato la RETROCESSIONE, non so di cosa si possano lamentare ‘sti interisti!
    Gli è andata pure bene…

  4. ok… ammettendo pure che il rigore fosse stato concesso, e successivamente realizzato, la partita sarebbe presumibilmente terminata col risultato di 1-1 e la juve avrebbe cmq mantenuto 1 punto di vantaggio in classifica, punteggio mantenuto nelle successive 3 partite (dove il distacco divenne di 4 punti dopo Juve-Inter 1-0 per diventare +5 al termine del campionato)…

    Detto ciò, se il rigore fosse stato concesso, l’Inter avrebbe superato i punti della Juve? NO

    Avrebbe pareggiato i punti della Juve? NO

    Quindi i vari perdenti rosiconi si stiano zitti e ripassino quantomeno la matematica!!! Assurdo che dopo 15 anni non siano ancora in grado di far due conti!!!

  5. che dire, a me ricorda tanto la storia “der gò de tturoneee”.

  6. Non sapete chi è Pagliuca?
    Ve lo dico io, è quel portinaio che alla bella età di trent’anni ha dichiarato in una intervista : “si, mi faccio ancora le s..e, che male c’è”, nessuna diciamo noi, ma ha forza di fartene ti si è ammosciato il cervello.

  7. Ora finalmente dovrebbe arrivare il turno di Gigi Simoni che potrà godersi il classico momento di notorietà annuale.

    La vera tragedia per lui sarebbe stato se quel rigore fosse stato assegnato: oggi vivrebbe nel totale anonimato.

    Tnato per buona memoria vale la pena ricordargli che il passaporto di recoba avrebbe da solo mandato in b i prescritti: dettaglio.
    cmq bel modo per preparare la gara senza tensioni, ma se succede qualcosa è colpa solo dei tifosi, BASTA!

    FOSSI ALMENO UN UOMO TI OFFENDEREI MA NON MERITI IL MIO DISPREZZO!

  8. è per questo che sto ancora godendoooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!..tanto ladravano e hanno perso lo stesso.. prescritti dal 2010,imbroglioni, piagnoni e perdenti da SEMPRE!!!!

  9. Pagliuca sarà stato un bravo portiere ma in quanto a conoscenza delle regole e memoria evidentemente è molto deficitario.
    1) è vero che il nella gara con l’empoli il colpo di testa di Bianconi era entrato, ma Pagliuca dovrebbe anche dire come era nata l’azione dell’Empoli. La ricordo io c’è stata una ripartenza a centrocampo degli empolesi con un evidente fuorigioco non segnalato ed il successivo calcio d’angolo tirato con palla in movimento e fuori dal lunotto (allora era regola che la palla per essere calciata doveva essere all’interno del lunotto)quindi il calcio d’angolo doveva essere ribatuto;
    2) sul calcio di rigore Iuliano e Ronaldo arrivano insieme e si scontrano ora il fatto che Ronaldo cada non giuistifica la concessione del calcio di rigore, se proprio si vuole sottilizzare poteva essere un calcio a due in area ma l’arbitro ha certamente valutato che lo scontro è stato contestuale e come si sa si favorisce sempre l’intervento del difensore.
    Infine anche nell’ipotesi della concessione del calcio di rigore Pagliuca è certo che sarebbe stato realizzato? eppoi in quel momento la partita ricorda Pagliuca qual’era il risultato? Troppe dimenticanze.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi