Pagelle Juventus-Napoli 7-8 dcr: non basta super Buffon

Pagelle Juventus-Napoli 7-8 dcr: non basta super Buffon

Pagelle Juventus-Napoli 7-8 dcr: non basta super Buffon

Pagelle Juventus-Napoli: i migliori e i peggiori in campo tra i bianconeri che hanno perso la Supercoppa 2014

Pagelle Juventus-Napoli: non basta San Buffon. La Juve spreca tre match point e consegna la Supercoppa 2014 alla squadra di Benitez, che si conferma “re di coppe”. Un vero peccato, perché i campioni d’Italia avrebbero potuto chiudere col botto un anno da record.

Piccola premessa: ho deciso di valutare le prestazioni dei giocatori nel complesso di tutta quanta la gara, comprendendo anche i calci di rigore. Chiaramente non sono stati questi a determinare in maniera pesante il giudizio su chi è sceso in campo, ma per qualcuno in particolare (vedi Buffon) sono stati proprio i calci di rigore a confermare l’opinione di una prestazione sopra la media.

Buffon 7.5: Il migliore assieme a Tevez. Nei tempi regolamentari lo salvano i due colleghi attaccati alla traversa, nell’extra time compie due prodezze pur di mantenere la squadra in vantaggio. Purtroppo lo sforzo non è bastato e nemmeno gli straordinari (3 penalty parati) durante i calci di rigore portano il trofeo a Torino.

Lichtsteiner 6: Il primo tempo lo passa infilandosi tra le maglie azzurre come un coltello nel burro, ma nella ripresa cala vistosamente. La dormita sul cross di De Guzman che ha portato al pareggio di Higuain è l’emblema del suo secondo tempo.

Bonucci 6: Sulle due reti di Higuain è quello che commette meno colpe e, obiettivamente parlando, gioca una partita su discreti ritmi. Perfetto il rigore sotto l’incrocio.

Chiellini 4.5: 45 minuti di dominio incontrastato sull’attacco del Napoli, poi la svista di testa sul cross di De Guzman e la marcatura approssimativa sul 2-2 di Higuain. Riguardo al rigore sbagliato, non lo si può incolpare più di tanto. I mezzi tecnici sono quelli.

Evra 6+: Propositivo e sciolto per un’oretta buona, attacca lo spazio e raccoglie i filtranti dei compagni. Poi la stanchezza si fa sentire e decide di acquietarsi sulla linea di centrocampo.

Marchisio 6: In 66 minuti da mezz’ala combina molto poco al centro del campo, mentre da regista fa sentire maggiormente la propria presenza nella manovra.

Pirlo 6: Fluidità alla manovra, ottimo palleggio e solo un paio di palloni persi in tutta la partita. A posteriori è facile, ma siamo davvero sicuri fosse lui l’uomo da estrarre dalla mischia?

Pogba 6.5: Il piglio è quello giusto, l’impegno non sembra mancare. Negli ultimi 20 metri avrebbe potuto incidere in maniera più netta, ma la forza dirompente con cui si libera per portare Tevez alla doppietta è emblema della sua voglia di trionfo.

Vidal 5.5: Passo avanti col Cagliari, passo indietro col Napoli. Perde una quantità immane di palloni che inutilmente recupera gettandoli in fallo laterale e sul gol dell’1-1 di Higuain commette un inutile virtuosismo (tacco in mezzo al campo) che lancia in contropiede i partenopei. Il rigore è impeccabile, ma il nervosismo lo sta martoriando.

Tevez 7.5: Due gol diversi tra loro, eppure portatori entrambi di quelle virtù che lo hanno da sempre contraddistinto, tenacia e lucidità. E in più tanta classe, tanta grinta, tanta fame, tante conclusioni nello specchio. Insomma, tanto Tevez, nonostante il neo finale del rigore sbagliato.

Llorente 6-: Voto generoso, ma l’impegno che impiega è sempre lodevole e nelle sponde per i compagni non sbaglia un colpo.

Pereyra 5: La superficialità con cui ha marcato De Guzman sul gol dell’1-1 ed il penalty sparato alto nel momento culminante pesano come un macigno sul suo giudizio finale.

Morata S.V.

Padoin S.V.: Ha sbagliato il rigore decisivo, sì, ma non può diventare lui il capro espiatorio.

Allegri 5.5: Il doppio vantaggio sprecato ingenuamente e la scelta immotivata di sostituire Pirlo le responsabilità che più gravano sulla sua testa, e che in parte potrebbero collegarsi l’una con l’altra. Chiaramente non stiamo parlando di un fallimento, è sempre una gara persa alla lotteria dei rigori, ma qualcosa poteva esser fatto (o magari non fatto, come nel caso del cambio di Pirlo) per evitare che il trofeo finisse nella bacheca degli avversari.

2 commenti

  1. Pereyra era appena entrato. La marcatura su De Guzman, sca..ata ed approssimativa, è un errore da matita blu (chi ha fatto latino alle superiori, può capire questo paragone) che grida vendetta. L’errore sul gol è SUO, non di Chiellini, Lichtsteiner o Buffon. Atteggiamento completamente sbagliato ed irritante. Si fa ammonire inutilmente. Mi pare che si mangi un gol ai supplementari, dopo il 2-1 di Tevez. Urgesi allenamento ai tiri in porta e cambio di atteggiamento: sei alla JUVE, NON al Napoli (o all’i***r o al Milan o alla Roma…)!

    Evra ha tirato fuori misura in un’occasione, invece di appoggiarla ai compagni liberi. Certo, se metteva dentro quel colpo di testa in tuffo ad inizio secondo tempo…

    Chiellini e Bonucci non mi sono piaciuti per niente. Il Bonny si “salva” col rigore impeccabile (temevo lo sbagliasse), ma mi pare di ricordare che la competenza su Higuain (sul 2-2) fosse anche SUA, oltre che di Chiellini: erano in due o no, sull’argentino?

    Buffon avrà anche parato tre rigori e fatto gli straordinari. Ma su Higuain, sia sul 2-2 che sul rigore, e su altri 3 rigori battuti dal Napoli prima e dopo Higuain, non ha nemmeno provato a pararla. Si buttava SEMPRE dall’altra parte. Perché??? Pure sul gol dell’1-1, quando tenta la parata, è poco reattivo. Ovviamente NON dico che è finito. Anzi, lo difendo da quelli che lo dicono e critico costoro. Però. Però non si possono guardare SOLO le parate ed esentarlo da OGNI colpa anche quando commette i suoi errori (che, per carità, ci stanno; ma dopo che hai parato il primo rigore, farti infilare così tutte quelle volte? Boh.. E i gol in partita? Altre volte, in occasioni simili, ha mostrato ottima reattività ed ha sempre salvato la porta..).

    In generale, l’atteggiamento della squadra, dopo il vantaggio, è stato SBAGLIATO. Non siamo brocchi, neppure finiti. Ma continuo a non capire perché ci si siede quando si è in vantaggio di UN SOLO gol, anziché chiuderla. Abbiamo fatto sembrare il Napoli una squadra di fenomeni (Pogba che si fa chiudere, tutte le volte, da Maggio, NON si può vedere! Anche lui, troppe “pause” e troppo sca..o in alcuni momenti; in un’occasione, a pochi metri dalla porta, non arriva a colpire perché non ha l’istinto del bomber. Per carità, di quello non gliene faccio una colpa. Però era pur sempre un’occasione; Pereyra, come già detto, ha compiuto un delitto calcistico su De Guzman..), squadra che ha mostrato una difesa imbarazzante contro la squadra da Serie B del Boscemo, e che in un campionato come quello inglese starebbe a metà classifica. Poi, si può parlare di arbitri, come fanno gli altri, e dire che Higuain non doveva più essere in campo prima del 66′. Si può dire che c’era un rigore su Llorente. Ma questo, appunto, lasciamolo agli altri: fosse successo a parti invertite, De Paola avrebbe intitolato “Supervergogna 2.0” l’edizione di oggi del corsporc. Dicevo, lasciamo gli arbitri agli altri: quando ti siedi in vantaggio di UN SOLO gol, SENZA chiudere la partita, non c’è arbitro che tenga!

    Allegri enigmatico. Non lo dico col senno del poi, perché già lo pensavo al momento: perché togliere PIRLO per PEREYRA, quando il Maestro di Brescia stava giocando bene la palla??

    Tevez ha fatto una grande doppietta, ma il rigore sul palo offusca quanto di buono fatto. Sicuramente manchi di lucidità quando giochi 120 minuti. Ma se lo metteva dentro, vincevamo 5-4, senza vedere le oscenità di Pereyra, Chiellini (fa sembrare Rafael Cabral un pararigori..) e Padoin.

    Però, ripeto, prima ancora che condannare i singoli, la squadra, in generale, si è specchiata troppo dopo il vantaggio. Il problema di atteggiamento è PEGGIORE di quello della tenuta fisica. Il campionato e la CI le possiamo regalare. Mi rincuora il fatto che siamo i più forti, ma spero che in futuro si conceda di meno agli avversari di questo tipo. L’amaro per aver buttato via una coppa già vinta, però, rimane.

    Non voglio passare per un tifoso “smemorato”, perché abbiamo pur sempre fatto 2 record in un anno: 102 punti in campionato e 95 nell’arco dell’anno solare. Però, essere arrabbiati per come la squadra ha gettato via questo trofeo, in favore di una squadretta che può giusto vincere questa coppa e la CI 2015, non è da “tifosi che non si ricordano dove eravamo prima”, se permettete…

  2. CACERES CHE 1 SETTIMANA GIOCA UN MESE NO, BARZAGLI LO RIVEDREMO FORSE A MARZO QUINDI MANCA SOLO UN DIFENSORE CENTRALE????? E L’ATTACCO IL TERZINO SINISTRO? DOVE SONO? SOLO TEVEZ NON BASTA VIA LLORENTE VIA GIOVINCO, CON ASAMOAH INFORTUNATO PER 4 MESI DENTRO UN TERZINO PER PIACERE SEMPRE INVECE DI INTASCARVI SEMPRE I SOLDI AVIDI E TIRCHI.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi