Paco D'Onofrio sulla squalifca di Conte "Sentenza singolare" | JMania

Paco D’Onofrio sulla squalifca di Conte “Sentenza singolare”

Paco D’Onofrio sulla squalifca di Conte “Sentenza singolare”

“Bisogna leggere le motivazioni e finché non le vediamo è difficile spiegare. Ci vorranno un paio di settimane prima che arrivino. Certamente la sentenza è singolare, nel senso che 10 mesi erano il frutto di due imputazioni,  quindi se una è stata annullata automaticamente ci dovrebbe essere una riduzione della pena”. Si esprime così Paco …

“Bisogna leggere le motivazioni e finché non le vediamo è difficile spiegare. Ci vorranno un paio di settimane prima che arrivino. Certamente la sentenza è singolare, nel senso che 10 mesi erano il frutto di due imputazioni,  quindi se una è stata annullata automaticamente ci dovrebbe essere una riduzione della pena”. Si esprime così Paco D’Onofrio, ex avvocato tra gli altri di Luciano Moggi, commentando a ‘Tuttojuve.com’ la sentenza di secondo grado che condanna Conte a 10 mesi di squalifica. Nonostante sia caduta un’imputazione (per Novara-Siena) la pena è rimasta intatta. Possibile sia stata ritenuta ancora più grave l’omessa denuncia di Albinoleffe-Siena?“Può essere un’eventualità, ma sono cose che senza motivazioni in mano al momento non possiamo sapere”, continua D’Onofrio, secondo cui il fatto che sia caduta l’omessa denuncia per Novara-Siena è comunque un fatto importante. \r\n\r\n“Questo proscioglimento porterà un grande vantaggio, perché a questo punto Conte potrà concentrarsi sulla minor gravità del fatto e ottenere una riduzione della squalifica, oppure l’assoluzione. Appena escono le motivazioni – prosegue – la parte ha tempo fino a 30 giorni per presentare il ricorso e la controparte ha 20 giorni per depositare la propria memoria. Il tribunale poi fisserà l’udienza. Ci sarà un arbitro nominato da Conte, uno dalla Figc e questi due nomineranno un terzo. Tutti e tre sono all’interno di un albo tenuto dal Coni presso il Tnas”.\r\n\r\nLe tempistiche del Tnas, al momento, non sono certe: Potrebbero chiedere un procedimento d’urgenza, ma in ogni caso non sarà una questione di settimane, bensì di mesi. Quanti è difficile prevederlo, non conviene avventurarsi in calcoli perché le variabili sono tante. Paradossalmente potrebbe arrivare uno sconto della pena quando magari Conte avrà già fatto 5-6 mesi di squalifica”, conclude l’avvocato D’Onofrio.

4 commenti

  1. Per una giuria imparziale penso sia una bazzecola arrivare a un verdetto di assoluzione per Conte giusto il tempo di un buon caffè mentre ti rileggi le carte visti gli scempi obrobriosi di palazzi arrampicatore di specchi e caro(gna)bbio il bugiardo (in)credibile sbugiardato da tutta la squadra e soprattutto la vergognosa storpiatura della legge da parte degli organi giudicanti..Questo per una giuria del Coni imparziale ma che giuria sarà in questo ambiente di magna magna non e dato saperlo..Speriamo bene..

  2. Credo che di fronte a casi di questo genere l’avv. Paco D’Onofrio sia in grado di interpretare gli umori della giustizia sportiva. Partendo dal presupposto che non ho la cultura per poter interpretare le sentenze, a me quello che interessa, dal punto di vista del semplice tifoso, comprendere le ragioni che determinano siffatti scenari. Sui due capi di imputazione siamo di fronte a delle interpretazioni, completamente diverse, tra la procura federale e la commissione di 2° grado. Per palazzi era più grave la prima imputazione, mentre per l’organo giudicante, parole di Sandulli, era più grave la seconda, al punto da propendere per l’illecito, qualora fosse stato richiesto, ed in quel caso si sarebbe parlato di una condanna a tre anni. Questi giudizi diametralmente opposti mi fanno pensare alle diagnosi, totalmente diverse, di due medici, per la stessa malattia. Conclusioni: uno dei due non ha capito niente. Ritornando a Conte era talmente evidente che l’imputazione in Novara – Siena non avesse alcun fondamento giuridico, come dichiarato dallo stesso sandulli nell’intervista a Repubblica, perché è impensabile che un allenatore, sprovveduto che sia, possa annunciare al mondo intero qualsiasi tipo di malefatto. Da qui ne discernono altre considerazioni ancora più gravi: in Novara-Siena il palazzi, con un atteggiamento strafottente e di libero arbitrio, ha offeso l’uomo Antonio Conte nel considerarlo uno psico-labile per aver raccontato a circa trenta persone, i suoi propositi di combine. In Albinoleffe-Siena per essersi incartato in tutt’altre osservazioni e richieste di condanna, sottovalutando, secondo il sandulli, la portata delle dichiarazioni dello stesso Carobbio e Stellini. Un rimescolamento di giudizi degni della sagacia del miglior Sherlock Holmes. In tutta questa vicenda non erano inaffidabili solo i pentiti, ma soprattutto i palazzi e i grattacieli, che avevano preso per oro colato le loro dichiarazioni. Concludo dicendo che ascoltate le interviste di sandulli e degli avvocati difensori di Conte, sono convinto che la strada che porta al Tnas e impervia e irta di difficoltà, a cui dovranno farsi carico, con delle motivazioni impeccabili, il collegio dei difensori.

  3. Capitan Haddock

    Subito tribunale ordinario! Con procedura d’ugenza, a costo di bloccare il campionato. Com’e’ possibile che iil TNAS – che potrebbe anche revocare la squalifica – decida solo fra alcuni mesi!

  4. Chiaramente, Conte non sarà in panchina per il campionato 2012/2013.\r\nIl TNAS servirà solo a perdere tempo e continuare la farsa.\r\nSe il mister è veramente innocente (io ci credo), si faccia giudicare in altre sedi, più autorevoli e seri di quelli italiani.\r\nComunque, la riduzione della pena non accontenta nessuno.\r\nAssoluzione piena o ……. lasciamo le cose come stanno!!!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi