Ordine pubblico: Milan - Juventus anticipata a sabato 15 maggio? | JMania

Ordine pubblico: Milan – Juventus anticipata a sabato 15 maggio?

«La proposta di anticipare Milan-Juventus è senz’altro sensata»: è il commento del direttore generale della Lega Calcio Marco Brunelli alla richiesta avanzata da Telelombardia e Antenna 3 di anticipare a sabato la gara Milan-Juventus, in programma domenica alle 15, alla stessa ora di tutti i match dell’ultima giornata di campionato. L’emittente ha chiesto questo cambiamento …

«La proposta di anticipare Milan-Juventus è senz’altro sensata»: è il commento del direttore generale della Lega Calcio Marco Brunelli alla richiesta avanzata da Telelombardia e Antenna 3 di anticipare a sabato la gara Milan-Juventus, in programma domenica alle 15, alla stessa ora di tutti i match dell’ultima giornata di campionato. L’emittente ha chiesto questo cambiamento di programma considerando il bacino d’utenza dei telespettatori interessati a questa partita, di cartello seppur non decisiva ai fini delle posizioni di classifica valevoli per coppa o scudetto. «Già un anno fa – ha detto Brunelli a Telelombardia – avevamo previsto questa situazione e dall’anno prossimo sarà possibile suddividere le gare anche dell’ultima giornata in blocchi di partite omogenee stante la contemporaneità per le gare con gli stessi interessi di classifica». Anche a Roma, con la gara Lazio-Udinese, ci sarà «una situazione simile a quella di Milano. Le due partite in questione non sono decisive per nessun titolo sportivo, quindi – ha spiegato il dg della Lega – non ci sono controindicazioni». Ci sono però «vincoli televisivi per il contratto con la Rai che dà diritto alla Rai di avere 10 gare contemporanee nelle ultime 2 giornate di campionato». E poi, «il Ministero dell’Interno sta esaminando la questione di ordine pubblico». «Aspettiamo le loro valutazioni. Se ci dovessero dire che effettivamente rende molto più semplice la gestione della sicurezza lo sfasamento temporale delle gare a Milano e Roma – ha proseguito Brunelli – non avremmo nulla da obiettare. È vero che è sempre successo e potrà accadere in futuro una squadra che vince lo scudetto mentre l’altra squadra cittadina è in campo. Non può diventare sempre un problema di ordine pubblico. Stavolta anticipare le gare non contrasta con l’idea che le gare si debbano giocare in continuità e quindi si pu• prendere in considerazione. Noi abbiamo rispetto dei contratti, ma anche del buon senso. Speriamo – ha concluso – si prenda una decisione in questo senso».

Credits: ANSA
Fracassi Enrico – Juvemania.it

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi