Olympiacos-Juventus 1-0: quelli che giocano solo un tempo

Olympiacos-Juventus 1-0: quelli che giocano solo un tempo

Olympiacos-Juventus 1-0: quelli che giocano solo un tempo

Olympiacos-Juventus 1-0. Premesso che la Juventus meritava per lo meno il pari. Ancora una volta ha trovato davanti a sé un portiere in stato di grazia e una giornata particolarmente sfortuna. Ulteriore precisazione la voglio fare sulla nostra atavica mancanza di mentalità europea della quale abbiamo discusso praticamente da sempre e su cui non mi …

olympiacos-juve-editorialeOlympiacos-Juventus 1-0. Premesso che la Juventus meritava per lo meno il pari. Ancora una volta ha trovato davanti a sé un portiere in stato di grazia e una giornata particolarmente sfortuna. Ulteriore precisazione la voglio fare sulla nostra atavica mancanza di mentalità europea della quale abbiamo discusso praticamente da sempre e su cui non mi voglio soffermare visto che appunto è un discorso trito e ritrito. Detto questo, con i se e i ma non si vincono le partite. E seppure la Juve meritava ampiamente il pari, nello sport vince chi arriva primo e in particolare nel calcio vince chi fa gol. Loro hanno fatto gol noi no. Punto.

E ora veniamo agli errori. Intanto voglio capire perché da un po’ di tempo a questa parte si regala un tempo agli avversari. È capitato quest’anno sempre in coppa ma anche in campionato con Roma, Sassuolo e Atalanta. L’altra cosa mi piacerebbe capire se Pirlo ha un particolare contratto che preveda il suo impiego ogni volta che è disponibile. Altra cosa, ma se il modulo di Conte il famoso 3-5-2, in coppa non ha mai dato buoni frutti e anche ieri s è visto, ma cosa aspetta Allegri a portare la squadra alla difesa a 4? E per finire: ma avevamo già un mister che faceva i cambi al 90mo ma benedetto uomo ma pure tu? E che cacchio.

Non so se bastano questi pochi accorgimenti a sistemare le cose, purtroppo sappiamo di questa nostra mancanza di mentalità in Europa per cui si entra sempre in campo con la fifa anche contro Malmoe e Olympiakos salvo accorgersi poi quando magari è tardi, che valgono un Genoa o un Atalanta. Intanto, però, sarebbe opportuno per lo meno in coppa, operare questi accorgimenti. Difesa a 4 e giochi chi è più in forma. Se Pirlo, di cui sono un estimatore, vuol giocare sempre, cambi aria. La Juve non può prescindere da questi diktat e non può garantire il posto a nessuno.

Concludo ricordando la gran partita della squadra migliore del mondo. La differenza fra un 1-0 e un 1-7 è la differenza che passa fra una sconfitta e una disfatta. Noi abbiamo perso una partita loro hanno perso la faccia. Noi non siamo partiti per andare a spezzare le reni ai Greci (semicit.), abbiamo almeno il buon gusto di essere umili. Loro li aspettavano in 70000 e i tedeschi in 11 gli han rotto le ossa a tutti e 70000. E non è vero che prenderne uno o prenderne 7 è uguale a meno che tu non sia Cicciolina. Prova a prendere un Aulin e prendine invece sette e vediamo se è uguale. E complimenti a Garcia, uno che prima che si romanizzasse del tutto, trovavo pure simpatico. Il gesto di non stringere la mano a Guardiola dopo siffatta ripassata è uno di quei gesti che fanno bene al calcio.

20 commenti

  1. Io faccio parte di quelli che pensano che se non compri i giocatori al top in europa non vinci,però sono anche convinto che con la squadra che abbiamo siamo superiori sia all’Olympiacos che al Galatasaray.Per come la vedo io noi dovremmo essere quelli che hanno pareggiato a Londra con il Chelsea che li hanno battuti a Torino,che abbiamo vinto in Ucraina,invece ci perdiamo in queste partite con queste squadrette,sia l’anno scorso che quest’anno.Ci può stare perdere a Madrid contro L’Altletico (anche se meritavamo un pari),mettiamo in preventivo che attualmente Real,Bayern,Barcellona,Chelsea e qualcun’altra che mi posso dimenticare sono superiori a noi,ma le restanti squadre vanno battute,sempre,anche con la squadra che abbiamo adesso.
    Io penso che la Juve da due anni a questa parte in Europa abbia un grosso problema di mentalità,che non riesce proprio a superare.
    E’ un vero peccato,perchè continuiamo a fare figure di cacca in ogni dove

  2. Non credo che il problema sia allegri, lo scorso anno con conte non siamo riusciti a superare il girone. Quello che fa rabbia e vedere una squadra che anzichè correre come matti nei 90 minuti in coppa come ha fatto ieri la squadra greca e come fanno tutti entra in campo impaurita, molle ma ripeto è successo anche con conte e sono convinto che il modulo non c’entra. Rispetto a Madrid abbiamo fatto decisamente un passo indietro dal punto di vista mentale. L’unica nota positiva di ieri sera è la presa di coscienza di questa situazione da parte dei giocatori, vedi teveze e pogba, e che finalmente i tifosi si sono “incazzati” sottolineando e enfatizzando questo stato mentale perchè un conto e perdere con merito e perchè gli avversari ti sono superiori, un conto e recriminare sempre per quello che poteva essere e non è stato con squadre che effettivamente non valgono nemmeno un napoli, un milan , fiorentina o inter dell’attuale campionato.

    • @Paolo, sono d’accordo solo in parte con il tuo pensiero. Purtroppo si finisce sempre per dare la colpa delle sconfitte in campo internazionale, alla mancanza di esperienza e di mentalità giuste. Ci stiamo dimenticando (e in questo momento parlo solo della Juve) che il gruppo è costituito per la stragrande maggioranza da giocatori titolari di varie nazionali, molti dei quali hanno anche vinto importanti trofei. Eppure ogni volta si parla di testa che non c’è , di esperienza che manca ecc…. E’ come quando una va dal medico accusando disturbi generici e il medico non sapendo che pesci prendere dice che è colpa dello stress. Stiamo parlando di gente che è arrivata alla maturità calcistica e qualcuno vicino alla pensione….. Personalmente credo che tutto questo sia anche ma non solo, il frutto di uno scadente livello calcistico che si respira nei nostri campionati. La grinta se non ce l’hai te la devono insegnare i vari allenatori che hai a disposizione. Purtroppo la mentalità diffusa vigente è “primo non prenderle” , piuttosto che insegnare la grinta , la determinazione, il non mollare mai, nonchè i fondamentali del calciio ( vedi tiri alle stelle dei nostri eroi,,,)per poter annientare l’avversario. Insomma il nostro Mister non può cavarsela con dichiarazioni di convenienza. Il mea culpa che deve fare è forte. Sono anch’io tentato , come qualcuno ha fatto in altri interventi, a pensare che stiamo cominciando a vedere la mano di Allegri….(sigh !!!!). A questo allenatore la società non doveva chiedere di emulare le gesta di Conte, ma di dare una sua impronta al gioco, che deve essere un gioco moderno, efficace ed efficiente. Mancano i giocatori giusti? può darsi. E le cappelle fatte nel mettere in campo una squadra piuttosto che un’altra tuttavia non è colpa dei massaggiatori o dei magazzinieri. Se metti in campo in una partita delicata come quella di ieri sera, un fantasma che cammina (almeno corresse..) come Pirlo, allora ne subisci le conseguenze. Se non capisci che davanti c’è bisogno di fantasia, di velocità, e te ne accorgi solo a un quarto d’ora dalla fine allora ne subisci le conseguenze. Certo, non abbiamo Ronaldo o Robben in squadra, ma almeno metti prima chi può fare qualcosa di simile e decente. Eppoi anch’io come Alessandro Magno, ho sempre detestato l’atteggiamento di sostituire un giocatore a 5 minuti dalla fine partita. Era un vizietto di Conte che questo ha ripreso. Un allenatore con le palle e che ci capisce, senza farsi condizionare dai nomi, lo vede dopo 45 minuti se c’è da fare qualche cambio, senza sperare nel colpo di culo nei tre minuti finali. E’ umiliante anche per il giocatore che entra in campo a partita finita. A proposito di Pirlo, ho sentito dei brividi e tanta rabbia nelle dichiarazioni di Allegri il quale sosteneva che quel giocatore aveva bisogno di recuperare il ritmo partita visto la lunga assenza per infortunio…. E tu gli fai fare allenamento in una gara così delicata e decisiva? . Se questo è un grande tecnico…………..

    • Capitan Sparrow

      Ciao Paolo
      quando si parla della Juve di Conte si ricordano sempre le partite con Nordjelland e Copenaghen e quella col Galatasaray in casa; ci si dimentica però della partita col Chelsea a Londra, dove Vidal segnò da azzoppato riaprendo una gara che sembrava avviata a una goleada, quella sempre col Chelsea a Torino con un 3-0 figlio del gran gioco, quella con lo Shaktar in trasferta, dove conquistammo qualificazione e primo posto del girone, quella col Celtic a Glasgow (c’ero) vinta con un 3-0 che non ammetteva repliche, persino le sconfitte col Real a Madrid e con Bayern a Monaco, partite perse giocando bene, quella col Bayern in casa, dove per tutto il primo tempo tenemmo testa ai tedeschi perdendo contro la squadra che vinse la Champions (vista dal vivo era veramente impressionante), persino il pareggio col Real al termine di una bellissima partita. Questa Juve con Allegri non l’abbiamo ancora vista. Col Malmoe abbiamo vinto 2-0, col Nordjelland era stato 4-0 e col Copenhaghen 3-1. Abbiamo visto solo una squadra priva di personalità e di carattere, senza pressing, con una distanza enorme fa i reparti e fra i giocatori di ogni singolo reparto. Dov’è il bel gioco che molti si aspettavano, il 4-3-1-2 tanto agognato? Dov’è l’allenatore che “ha la mentalità da Champions”? Continuo a rimpiangere l’allenatore che aveva trasformato un’armata Brancaleone da settimo posto in una squadra, alcuni buoni giocatori in fuoriclasse, e aveva messo in condizione il vero fuoriclasse (Pirlo) di rendere al meglio. Forza Juve sempre

      • dai capitano su col chelsea all’andata regalammo un tempo proprio comel ‘olympiakos e ci salvo quagliarellacome ho scritto col donest in casa ci ridicolizzarono in trasferta trovammo un gol di stinco di giovinco abbastanza casuale . col bayern all andata non ci fecero vedere mai palla al ritorno complice anche il fatto che loro erano sicuri di passare la partita fu piu’ equilibrata col celtic andammo li e sembro’ di fare una grande impresa poi un po di mesi dopo quel celtic trovo’ il milan un milan quasi ormai penoso e fu asfaltato uguale anzi con piu facilità di noi l’unica bellla bella partita giocata da conte fu col chelsea quella vinta 3-0 ( parlo di coppa) e anche l’anno scorso le due col real madrid dai furono giocate con piglio tolte ste tre non si puo’ proprio dire che conte ha fatto bene in coppa l’anno scorso poi a non passare il primo turno e a non vincere l’europa league non si puo’ parlare di bella figura dai. specie in europal eague eravamo nettamentel a squadra piu forte e non siamo arrivati neppure in finale. poi che serve ancora rimpiangere conte? conte non c’è piu’ che vogliamo fare? dobbiamo parlare della juve di adesso non di conte conte è andato non ha veramente piu’ senso stare qui a piangerlo.

        • Capitan Sparrow

          Ciao A.M.
          mi sembri un pò ingeneroso con la squadra che ha giocato le partite che ti ho menzionato. Personalmente ne ho viste tre dal vivo (Chelsea, Celtic e Bayern) e non ho mai avuto la sensazione di casualità nel bel gioco e nelle vittorie, né ho mai visto una squadra dominata dall’avversario nelle sconfitte. Hai ragione, Conte non c’è più per cui è inutile rimpiangerlo; mettiamola così: non sono felicissimo di avere Allegri in panchina. Certo che parliamo di Juve, e con te è sempre un piacere.
          P.S.: l’andata col Bayern la ricordo bene: prendemmo un gol dopo pochi minuti su un’indecisione di Gigi, giocammo la partita e subimmo il secondo gol in un’azione viziata da fuorigioco. Detto questo, quel Bayern era veramente una grandissima squadra, e la Juve fu l’unica squadra che non venne travolta.

  3. Alessandro Magno

    non credo onestamente sia colpa dei parametri zero o del mercato se non si vince contro l’olympiakos ora un altra cosa è se parliamo di vincere la champions cosa che immagino nessuno creda al momento. ora raga senza voler togliere nulla a nessuno per battere sti greci che sono all stregua di un atalanta con un po di esperienza internazionale in piu basta e avanza la rosa che abbiamo. questi se li sognano i pogba i vidal i pirlo marchisio buffon questi ci hanno fatto ballare con dominguezche è uno zingaro che ha girato mezzo mondo e non ha mai giocato in nazionale quello che ci ha segnato che è uno scarto del palermo e hanno in squadra gente rotta come aphellay che è in prestito dal barcellona per cui davvero scindiamo le due cose . se mi dite questa rosa non è completa per competere ad alti livelli in coppa vi do ragione se mi dite non è abbastanza forte per passare il turno e battere i greci vi do torto.

    sul de profundis non mi piace assolutamente nemmeno a me come le cose van male suonare a morto. allegri non mi piace e non mi piaceva ma ora c’è siamo sicuri che cambiarlo dopo due mesi sia giusto? non credo. perp rendere chi guidolin o spalletti? la media piu o meno è quella raga anzi allegri vanta un curriculum maggiore almeno ha vinto uno scudetto e lo dico io che ancorap rima di prendere allegri gli preferivo sia guidolin che spalletti pero’ obiettivamente anche con loro non è garantito questo salto di qualità.

    gli acquisti che avete citato alcuni mi sembrano ok altri come mata onestamente non mi convi9ncono mi sa tanto di sopravalutato. meglio fare acquisti piu’ mirati. sto morata non è affatto male perreyra per quanto è bravino non segna come segna vidal certo se avessimo preso uno fra cuadrado e shancez forse era diverso.

    e veniamo a conte. conte se n’è andato per sua scelta. forse anche a ragione perchè ha capito che la società non voleva fare questo salto di qualità in europa e io penso che questo sia evidnete e chi mi legge sempre sa che scrissi questa estate che una juve che si propone di arrivare fra le prime otto in coppa io non la riconosco.

    detto questo conte con la juve in coppa ha fatto anche lui sempre abbastanza schifetto e anche il fatto che non sia riusicto a vincere l’europa league che era alla portata è grave ancora io non gli perdono quel vucinic a lisbona. non mi vwenite a raccontare che con conte in europa c’era un altra mentalità perchè non è vero me le ricordo nordjellandshakatar donest galatasaray eccetera e ogni tanto che s’è fatta qualche buona prestazione gli hap arato sempre il culo quaghliarella il sempre vituperato quagliarella che oggi con un po di fiducia in piu magari avremmo al posto di giovinco a disposizione.

  4. Ora capisco Conte (ma non lo rimpiango), quando ha chiesto un cambio di 7/8 giocatori e la società non lo ha accontetato hanno preso un Yes Man che non rompesse e la reputazione di una “prostituta intelletuale” (ricordatevi le sue dichiarazioni nei dopo partita al Milan? Modello Roma) ora io penso che la Juventus FC S.p.a. Torino farebbe bene ad andarsene dalla serie A, impareremmo a giocare anche le coppe dove tutti grandi e piccoli giocano corti, organizzati e se la giocano con tutti, senza paure e menate varie.
    Caro Alessandro io ho firmato la petizione, ma siamo sicuri che i padri padroni della Juve lo vogliano veramente?! Io Farsopoli non me la sono scordata questi hanno sacrificato un intera dirigenza forte e capace (Moggi e Giraudo) per una non meglio specificata “operazione simpatia” (Marchionne docet), rovinando decine di famiglie (ma x loro non è mai stato un problema) e costringendo all’ agogna mediatica e non 12 milioni di tifosi…….

    • Non c’è da meravigliarsi. La famiglia Agnelli & Company e’ riuscita a distruggere tutta l’industria automobilistica italiano: stanno ridimensionando la stessa Ferrari!
      Cosa vuole che importi loro la sorte della Juventus, per loro è’ solo un giocattolo con cui gingillarsi prendendo per i fondelli tutti i tifosi.

    • Alessandro Magno

      CIao amico no non credo che lo vogliano altrimenti ci avrebbero già pensato loro e non starebbero sempre zitti ad ogni tipo e genere di insulto che subiamo. grazie per aver firmato

  5. CHI GLIELO DICE AGLI ELKANN/AGNELLI CHE CON I PARAMETRI ZERI E LE SCOMMESSE NON SI VINCE LA CHAMPIONS? magari comprando forse qualche giocatorino da 30/40 che conosce e magari l’ha già vinta la champions, come chiedeva santantonio da lecce forse…

  6. premesso che non sono un estimatore di Allegri e che mi auguro di diventarlo, secondo me l’unico errore che gli si può imputare è l’utilizzo di un Pirlo in quelle condizioni e l’averlo sostituito al quarto della ripresa. E’ normale poi che arrivi tutto il resto, ha perso o buttato via tutte le palle che ha toccato, non ne ha recuperata una, in una zona delicata come la sua praticamente non avevamo nessuno, se poi addirittura si mette a fare assist agli avversari (quello del goal non è stato l’unico) …

  7. Arda Turan, giocatore fra i più rappresentativi dell’Atletico ha detto: la Juve è stata la squadra più difficoltosa da affrontare fra quelle scese al Calderon. Con l’Atletico si poteva portare via tranquilllamente il pareggio e con l’Olimpyakos altrettanto quanto meno, partite perse entrambe per 1 a 0. Ok i problemi ci sono, ma credo siano anche di carattere fisico oltre che di infortuni, qualcuno si ricorda il Vidal al top? Giocatore fondamentale e devastante, oggi un fantasma e certamente non per colpa di Allegri. La società ha contenuto gli investimenti e ne ha spiegato i motivi, quindi inutile recriminare su chi è o non è arrivato. Allegri? Nemmeno un Guardiola avrebbe fatto di meglio con simili premesse, pure lui, l’anno scorso, al primo impatto in Champions fece una figura barbina, ci ricordiamo le goleade concesse al Real? Suvvia, stiamo sereni, almeno noi juventini, non anticipiamo De Profundis a prescindere, salvo poi saltare sul carro, non dico del vincitore, ma magari di uno che, al primo impatto, potrebbe, alla fine, rivelarsi non proprio un disastro, in fondo la Juve è ancora prima in campionato e bene in corsa per la Champions, a patto di migliorare gioco e condizione? Ma certamente, ci mancherebbe!

    • Certo che il tifo è una fede religiosa, ma non essere in grado di constatare quanto gioca male la Juve nelle ultime partite e’ un dato scontato.
      La storia di un allenatore, ad esempio, non può essere modificata o manipolata. Le squadre allenate da Allegri hanno sempre giocato in modo mediocre e nessuno lo può smentire. O almeno non travisando la realtà.

  8. Partita penosa ieri sera. Non è possibile vedere il primo tempo di ieri sera. Sembrava che i greci fossero in 15 in campo, correvano dappertutto pressavano.
    Noi siamo abituati a giocare in Italia con squadre che si difendono in 10 restando ferme davanti al portiere e la Juve con il suo lentissimo giro palla riesce a vincere comunque.
    Ma quando troviamo squadre che non si limitano a difendere ma attaccano tipo il Sassuolo e l’Olympiakos andiamo in grosse difficoltà. Lichsteiner ed Asamoah non saltano un uomo che sia uno, non crossano mai e pertanto quando trovano qualcuno di più tecnico e veloce di loro arretrano portando la squadra a giocare con la difesa a 5 e sguarnendo il centrocampo. Per quello occorre passare alla difesa a 4 ma bisogna rischiare e farlo subito prima della partita di ritorno con l’Olimpiakos perchè altri errori non sono permessi.
    Pirlo ieri era imbarazzante, Vidal l’ombra di se stesso. Pogba non è decisivo. L’unico a salvarsi è stato Morata di cui ho apprezzato l’impegno e la tecnica.
    Non aggrappiamoci alle parate del loro pur bravissimo portiere: ieri si doveva minimo parreggiare.
    Ma se giochiamo così non andiamo da nessuna parte in Europa è meglio uscire subito perchè se trovi un Bayern come quello di ieri che ha distrutto la “squadramejodermondo” anche noi ne usciremmo con le ossa rotte (a proposito di Roma chi semina vento raccoglie tempesta, vero De Sanctis!!!)
    Comunque secondo me purtroppo si comincia a sentire il cambio di allenatore perchè ieri sera Lichsteiner ed Ogbonna litigavano su come difendere sulla destra denotando il fatto che Allegri non ha preso in mano la situazione: è lui che è l’allenatore e deve decidere e non gli altri e questo vale anche per Pirlo.
    Però se il gioco di Allegri è questo siamo messi bene: è inutile fare un’enorme possesso palla se poi non finalizzi. Anzi alla lunga stanca ed è noioso.
    Un’altra cosa che ho notato è che non si vedono più gli inserimenti dei centrocampisti in zona gol: infatti da un po’ di tempo segna quasi sempre Tevez e questo non è un bel segnale.
    Scusate se mi sono dilungato ma sono sconfortato perchè è da troppi anni da Lippi in poi (comprese la Juve di Capello e quella di Conte) la Juve in Europa fa pena salvo qualche eccezzione (partita con il Chelsea).
    Pur dando massima fiducia ad Allegri in futuro sarebbe bello rivedere Lippi come allenatore della Juve. Anche Ancelotti naturalmente sarebbe il massimo, ma credo che rimarrà molti anni al Real Madrid.

  9. Ti copio totalmente!!!

    A commento delle pagelle ho scritto che in europa non si attacca sulle fasce con due terzini, ma con uomini di fantasia ed estro.
    Ieri non riusciva un passaggio fluido, ficcante e semplice.
    Vidal… che pena vederlo così.
    Perché aspettare il migliore Pirlo?… si capisce che Allegri è stretto da certe gerarchie!!!
    Ogbonna può far crescere la sua autostima, ma non potrà trasformare la sua tecnica.
    Giovinco è inqualificabile: non azzeccò nemmeno i cross da punizione e da calcio d’angolo. Chissà perché ieri Cannavaro disse in tv che Giovinco andava inserito prima, perché salta l’uomo e spacca le difese… MA DOVE? QUANDO HA LA PALLA HA SEMPRE FRETTA DI FARE QUALCOSA DI MONDIALE E POI A) SI BUTTA A TERRA B) LANCIA ERRONEAMENTE. Lasciamolo partire e magari si recuperano 2-3 mlm!!!!

    La squadra non ha più fame da quando ha perso il suo condottiero. Allegri faccia presto a cambiarla, perché non potrà vivere di rendita!

    Ci servono degli esterni e un difensore centrale!!!

  10. Il fautolento skeletor naftalinallegri ha stufato i giocatori non lo ascoltano e non lo rispettano più.
    Le soluzioni sono due:
    1) Dimissioni, quindi allenatore nuovo (Guidolin-Spalletti- ? )
    2) La società (se non vuole perdere scudetto e champions) deve intervenire assolutamente con 3 innesti (vendi vidal e Llorente incassando 60ML) acquisti Shaqiri-Mata-Luisao.

    • condivido i nomi dei calciatori (dico lo stesso concetto nel mio precedente post)

      sui concetti ci siamo.

      sul nome dell’allenatore non sono d’accordo: aspettiamo evitando urgenze poco proficue e se non si raccoglie nulla fino a giugno pensiamo a un allenatore europeo che pianifichi e imposti la squadra e gli uomini per sbloccarci “dal male d’europa”.
      un nome su tutti? ANCELLOTTI

      • Mi pare che i problemi siano in primis che Allegri come tecnico sia un bluff, dopo soli due mesi la squadra già non lo segue più, appare evidentissimo! Questi spesso in campo litigano fra loro, non sanno trovare la posizione, con Conte almeno questo non accadeva mai, ognuno aveva i suoi compiti chiari e definiti e li doveva svolgere senza litigare con gli altri compagni. Questo livornese per me non vale nulla, sta dilapidando ciò che il suo predecessore aveva costruito. Atleticamente la squadra è imbarazzante, Assamoa una mummia in campo, Pirlo lo avete già detto e non mi ripeto, Vidal pure, ma anche il primo tempo di Pogba è stato penoso. D’accordo con l’articolo, anche il livornese sui cambi è quasi peggio di Conte che già non brillava perchè li faceva sempre troppo tardi.

        • E’ chiarissimo anzi cristallino anche che con i parametri zeri e scommesse non si và da nessuna parte, quindi, in questo la società ora che il rosso in bilancio è 0 e magari a giugno addirittura positivo metta le mani in tasca già a gennaio perchè almeno un trequartista forte (Shaqiri o Mata ma preferisco il primo) + Luisao o un centrale forte bisogna assolutamente prenderli, altrimenti tirchi come sono e come li conosciamo vorranno rimanere così sperando alla fortuna che sicuramente ci farà uscire hai gironi o massimo agli ottavi di champions e di farci arrivare secondi dietro la rometta.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi