Calcioscommesse, nuovo ciclone: 120 presunte combine nel mirino

Nuovo ciclone scommessopoli: tutti i nomi dei calciatori indagati

Nuovo ciclone scommessopoli: tutti i nomi dei calciatori indagati

Partito un nuovo filone d’inchiesta sul calcioscommesse: la Procura di Cremona indaga su 120 presunte combine, tra cui 12 gare di Serie A

brocchi-gattuso-calcioscommesseOre 14.54 Spuntano altri nomi nel nuovo filone del calcioscommesse: oltre a Gattuso e Brocchi sarebbero indagati: “Claudio Bellucci, ex giocatore di Modena, Napoli, Bologna e Sampdoria, attualmente allenatore giovanile; Davide Bombardini, ex di Roma, Bologna, Atalanta e Albinoleffe; Leonardo Colucci, ex di Modena e Bologna attualmente allenatore giovanile; Lorenzo D’Anna, ex del Chievo oggi allenatore giovanile; Nicola Mingazzini, ex di Bologna e Albinoleffe, attualmente al Pisa; Claudio Terzi, giocatore del Siena; Samuele Olivi, ex di Salernitana, Piacenza e Pescara oggi al Grosseto; Fabrizio Grillo, giocatore del Siena”. Lo riferisce ‘Tuttosport’.

La Procura di Cremona lo aveva promesso: arriverà un nuovo ciclone di calcioscommesse. Ovviamente, stiamo parlando di indagini e nulla è stato ancora provato. A differenza di quanto riportato oggi un po’ da tutti i giornali, andiamoci con i piedi di piombo. Qualche quotidiano ha ricevuto delle veline dalla procura e le ha rese note, ma prima di arrivare alla prova provata di colpevolezza ce ne vuole. Intanto, nella notte è scattato un blitz della polizia che ha portato all’arresto di quattro persone, che avrebbero fatto da intermediari tra giocatori e scommettitori. Sono quindici le perquisizioni effettuate in quattro città italiane e diversi i calciatori di Serie A e Serie B che si sarebbero prestati alle presunte combine. Tra gli indagati eccellenti, ci sono anche Rino Gattuso e Christian Brocchi, ex centrocampisti ex compagni al Milan.

In tutto, le partite nel mirino degli inquirenti di Cremona sarebbero 120, di cui una dozzina di serie A. Tra queste ci sarebbero anche Milan-Lazio del primo febbraio 2011, Chievo-Milan del 20 febbraio 2011 e Milan- Bari del 13 marzo sempre del 2011. Sospetti anche su Palermo-Inter 1-0 del 28 aprile 2013 e su alcune partite della Juventus. Attenzione, perché nelle indagini si parla di “tentativo di influire sui risultati di partite di Milan, Inter e Juve” da parte degli scommettitori tramite intermediari. Non è detto che siano coinvolte le suddette società o alcuno dei loro tesserati. Anche se la gogna mediatica è già iniziata.

Tra gli arrestati ci sono Salvatore Spadaro e Francesco Bazzani, persone che secondo le testimonianze dei precedenti filoni d’inchiesta erano stati identificati come “Mister X” e “Mister Y”. I due avrebbero fatto da  tramite gli scommettitori e i calciatori e i club. Spadaro, secondo l’accusa, sarebbe legato al giro dei “bolognesi” (precedentemente associati solo a Beppe Signori), mentre Francesco Bazzani avrebbe avuto rapporti sia con i commercialisti di Beppe Signori, Bruni e Giannone, sia con il leader degli zingari Almir Gegic.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

5 commenti

  1. Capitan Sparrow

    Let’s go to England

  2. quoto Bruno.
    quante volte ancora dobbiamo ripeterlo?

  3. è giunto il momento che la JUVENTUS F.C. lasci il calcio italiano.Milioni di investimenti per poi sentirsi sempre accusati di ogni nefandezza, sempre al centro di sospetti costruiti ad arte per coprire un malaffare che non coinvolge SOLO IL CALCIO. VIA DA QUESTO SCHIFO!

  4. Vedrete che pian pianino i giornalisti butteranno nel calderone qualche partita della JUVE, perchè anno visto e sentito che 2 bambini di 9 anni anno detto “scommettiamo che la JUVE contro la FIORENTINA perde?” e quindi la JUVE deve essere spedita in serie c, e così salveranno INTER MILAN ROMA LAZIO NAPOLI E FIORENTINA che sono come al solito innocenti. Quasi quasi si accettono scommesse. Forza JUVE

  5. Domanda:
    Come mai tutto questo viene alla luce proprio in concomitanza con la fase finale del processo Farsopoli?

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi