Nordsjaelland-Juventus 1-1: tutte le interviste del post-partita | JMania

Nordsjaelland-Juventus 1-1: tutte le interviste del post-partita

Nordsjaelland-Juventus 1-1: tutte le interviste del post-partita

Tre partite e altrettanti pareggi per la Juventus in Champions League: appuntamento con la vittoria ancora rinviato, ma ciò che preoccupa i tifosi è una sorta di involuzione nel gioco dei bianconeri. Non è d’accordo Angelo Alessio, che evidenzia l’enorme mole di occasioni create: “Abbiamo creato tantissime occasioni, almeno 14/15, ma non siamo riusciti a …

Tre partite e altrettanti pareggi per la Juventus in Champions League: appuntamento con la vittoria ancora rinviato, ma ciò che preoccupa i tifosi è una sorta di involuzione nel gioco dei bianconeri. Non è d’accordo Angelo Alessio, che evidenzia l’enorme mole di occasioni create: “Abbiamo creato tantissime occasioni, almeno 14/15, ma non siamo riusciti a segnare. Meno male che alla fine Mirko ha pareggiato, altrimenti rischiavamo anche la beffa. Nel primo tempo ci è mancata un po’ di cattiveria, anche sotto porta. Mentre nella ripresa abbiamo fatto meglio e i ragazzi hanno fatto una buona prestazione. Peccato per questo pari, ora dobbiamo rimboccarci le maniche e andare avanti, cercando di vincere le prossime”, ha dichiarato a fine gara.

[metacafe]http://www.metacafe.com/watch/9274962/intervista_alessio_post_nordsjaelland_juve_1_1/[/metacafe]

Molto deluso per il risultato, ma non per la prestazione (almeno nella ripresa) capitan Gigi Buffon:

Sono arrabbiato per il risultato e per come è arrivato il loro gol. Abbiamo concesso una punizione evitabilissima e loro potevano segnare solo su un calcio piazzato o con una mischia. Il tiro è stato perfetto e non potevo fare niente. Il primo tempo è stato equilibrato, ma nella ripresa c’è stata solo una squadra in campo e mai come questa sera il risultato è frutto della casualità. Differenze con il campionato? Livelli diversi, quello che fai in Italia, in Europa non basta. In Champions non ci sono squadre materasso, il Nordsjaelland ha giocato alla pari con il Chelsea per quasi 75 minuti. Ora dovremo fare il possibile per vincere le prossime gare.

[metacafe]http://www.metacafe.com/watch/9275422/nordsjaelland_juventus_1_1_interviste_a_alessio_e_buffon/[/metacafe]

Meritava i tre punti la Juventus, secondo quanto dichiara a fine gara Giorgio Chiellini:

In 90 minuti abbiamo concesso loro una punizione e un’occasione partita con un lancio dal fondo. Noi abbiamo fatto 15 tiri e creato 30 potenziali occasioni. Torniamo a casa senza capire perché non abbiamo vinto. In alcune gare di campionato, vedi Genoa e Siena, abbiamo portato a casa vittorie concedendo più occasioni, stasera meritavamo molto di più.

[metacafe]http://www.metacafe.com/watch/9275401/intervista_chiellini_nordsjaelland_juve_1_1/[/metacafe]

In gol appena entrato, Mirko Vucinic avrebbe tranquillamente barattato la sua marcatura con i tre punti:

Di clamoroso nel calcio non c’è niente, non ci sono partite e avversari facili, prendiamo questo punto e pensiamo alla prossima gara. Oggi abbiamo creato tanto e il loro portiere è stato davvero bravo. Il gol? Preferivo non segnare io ma veder vincere la squadra, questa era la cosa più importante.

[metacafe]http://www.metacafe.com/watch/9274996/intervista_vucinic_nordsjaelland_juve_1_1/[/metacafe]

13 commenti

  1. La Juve vincera’ tutte e 3 le prossime partite di champions,vincendo il girone. Siamo forti. quest’anno possiamo permetterci di gestire il gioco a piacimento Chi dice che e’ una vergogna e’in malafede! Non dimentichiamo che Conte sta guidando la squadra da un BOX e sappiamo quanto pesi la sua presenza a bordo campo. L’importante e’ che la squadra sia al completo e in condizione per le partite col chelsea e a donetsk, e allora non ce ne sara’ per nessuna delle due.

  2. Manuel, il tuo post (ripreso da giulemanidallajuve) è francamente DISFATTISTA!!!

  3. P.S. dimenticavo: dopo gli anni, quelli si vergognosi, di Blanc, Secco, il cantante e compagnia cantante, il termine vergognoso è stato ritirato come le maglie dei giocatori del NBA. In ogni caso la squadra di Conte può deluderci ma non è mai da vergogna.

  4. Purtroppo giocare nel calcio italiano fa disimparare. La juve quest’anno, non so se e quanto c’entra la mancanza di Conte in panchina, è una squadra più compassata, meno aggressiva, tende a correre di meno e a far giocare di più l’avversario. In diverse partite abbiamo perduto il confronto relativo al possesso di palla, fatto che evidenzia come la squadra sia diventata più remissiva. La partita con lo Shakhtar e anche quella col Napoli ha mostrato una preoccupante propensione all’attendismo, che spesso ci ha portato a buttar via i primi tempi delle partite. Non credo alla teoria che col top player risolveremmo ogni problema, anche perchè negli schemi di Conte non è contemplato che la squadra giochi per le punte, ma il contrario, fatto che sacrifica gli attaccanti in favore del resto della squadra. Ma se si pensa di giocare senza ritmo, emerge chiaramente che questa squadra non ha grandi risorse tecniche e se non corre non fa paura a nessuno. L’esempio più evidente è quello di De Ceglie, che non è un cattivo giocatore, ma è monocorde. Se lo utilizzi in una manovra basata sulla corsa può addirittura entusiasmare, se lo fai giocare da fermo sembra un brocco. In conclusione: se non si riprende a correre, a prendere le partite e gli avversari per le corna, puntando sull’agonismo avremo delle sgradevoli sorprese, come quella di uscire prematuramente dalla Champions

  5. ma VERGOGNOSI sono i tifosi come te! questi ragazzi danno sempre l’anima, è da 47 partite che nn si perde in italia e 9 in europa! l’anno scorso nn si giocava ogni 3 giorni e nonostante tutto siamo ancora inbattuti quest’anno: 8 partite in campionato, 3 in champions e 1 in supercoppa! prima parlate di giocatori stanchi come vidal (che ha sempre giocato ed è stato anche in nazionale come quasi tutti gli juventini) e che dovrebbe riposare e poi quando conte fa un po di turn over con i vari isla,deceglie, matri, lucio ecc. non va bene (se nn facciamo giocare le seconde linee con i danesi quando?). io vi dico di ricordarvi come eravamo messi fino a poco + di 1 anno fa e (prima di sparare a zero) che con conte abbiamo già vinto 1 scudetto ed una super coppa e che quest’an faremo il bis (a meno di un miracolo). SEMPREFORZAJUVE30

  6. Se facciamo paragoni tra Serie A e Champions non ne usciamo. Oggi la Serie A vale meno del campionato portoghese, quindi il reale valore della Juve lo valuto in Champions, non in un campionato dove TUTTE le rivali si sono indebolite.
    Non abbiamo preso un attaccante forte per avere più sostituti in reparti comunque già pieni? Ma a che serve se poi non schieri i sostituti? L’anno scorso siamo andati avanti con gli stessi 11 fino a Natale, e infatti a gennaio e febbraio abbiamo fatto cagare (vi ricordo che siamo arrivati alla sfida-scudetto col milan schierando Quaglia-Borriello). Quest’anno con la Champions di mezzo, i centrocampisti (Vidal è già alla frutta) e gli attaccanti titolari finiranno la benzina ben prima di gennaio!
    E non datemi dell’OCCASIONALE solo perchè critico: il mio tifo resta uguale, ma le critiche, se produttive, servono eccome. Specialmente quando un tecnico si dimostra così cocciuto.

  7. Lo sappiamo dall’anno scorso che ci manca un campione davanti, ma non si può avere tutto.
    Nonostante gli attaccanti segnino poco, abbiamo comunque il miglior attacco della serie A.
    Certo che la palla va buttata dentro, ma i dati dimostrano che cmq la squadra ha creato gioco e occasioni, e questo resta una cosa importante.

  8. Nel calcio la palla va buttata dentro!
    batti 18 calci d’angolo e tiri 30 volte verso la porta DEVI SEGNARE almeno il 10% dei tiri che fai!

    ALMENO

    I nostri attaccanti non capitalizzano nemmeno il 10% dei tiri che effettuano.

  9. E cmq per chi continua a dire che la Juve non avrebbe meritato di vincere, nonostante il brutto primo tempo e la prestazione non soddisfacente, ricordo i numeri della partita:

    30 tiri effettuati
    15 tiri nello specchio della porta
    18 calci d’angolo contro i 5 dei danesi
    Il portiere danese eletto miglior giocatore della partita dalla UEFA.

  10. @Luke-Sun_Tzu
    La Juve dell’anno scorso non giocava ogni 3 giorni…

  11. Chiellini che dice “Torniamo a casa senza capire perché non abbiamo vinto” è da annali della “Menzogna verso se stessi”.

    Detto questo, la Juve dell’anno scorso questa partita la vinceva 2 o 3 a zero. E l’organico è PIù FORTE dell’anno scorso. Il mister deve capire dove cambiare (noi tutti mi sa che una mezza idea ce l’abbiamo) e accantonare la propria testardaggine. Sbaglierò, ma sono straconvinto che una delle soluzioni possibili sia Nicklas in un tridente.

  12. Ma basta con questi disfattismi. Vergognosi chi???
    Certo ieri la partita era da vincere e basta, ma la squadra nel secondo tempo ha giocato e creato tantissimo.
    Ci sono sicuramente stati anche degli errori, ma anche l’allenatore dei danesi ha ammesso che meritavamo di vincere.
    E’ passato poco più di 1 anno da quando finivamo bastonati quasi ogni partita, e adesso molti tifosi non fanno che lamentarsi di una squadra che non perde in campionato da 47 partite, e comunque è ancora imbattuta anche in Champions.
    VERGOGNOSI sono questi tifosi!

  13. VERGOGNOSI…

    Partiamo da una doverosa premessa: lungi dal sottoscritto dare “lezioni” a Conte ma stasera l’orrenda prestazione che molto probabilmente ci relegherà tra un mese e mezzo all Europa League è tutta sua.
    Se volevamo disperatamente trovare un difetto al Capitano l’abbiamo finalmente trovato: “cocciuto” più di un mulo e mi perdoneranno i muli.
    1) Lucio esterno destro nei 3 è raccapricciante. Non devo insegnare io a Conte che i 2 esterni dei 3 dietro devono avere corsa. Oltretutto il paragone col sontuoso Barzagli è offensivo per Andrea, il quale non manca anche di supportare la manovra;
    2) De Ceglie semplicemente inadatto. Una ventina di cross, forse uno sulla testa di un suo compagno. Un suo scarico amatoriale mette in difficoltà Chiellini che commette il fallo da cui nasce il gol;
    3) Insistere con questo Vidal è autolesionistico: a che serve cianciare di “centrocampo tra i più forti e completi d’europa se non si cambia mai?
    4) Isla è attualmente il cugino di 4° grado di quello ammirato a Udine;
    5) Giovinco…non so più che critica usare. Semplicemente NON decide mai una partita.
    Queste sono, a botta calda, le prime riflessioni che mi vengono in mente in una partita che per i primi 45′ la Juve NON gioca. Lenta, confusionaria, impacciata in troppi uomini e deficitaria in tanti altri. Di contro i danesi ci prendono sul possesso palla (!) soprattutto sull’asse sinistro dove la loro seconda punta manda a spasso Lucio che oltretutto limita i movimenti di Isla che quindi non sale praticamente mai (Caceres in panchina? a bersi una Ceres per caso?)…mah.
    Nel secondo tempo ti aspetti un cambio di marcia ma fa in tempo ad arrivare la già citata frittata di De Ceglie con Beckmann che toglie una ragnatela…siamo sotto e sinceramente è tragicomico che la squadra che non conosce ostacoli da 47 partite stia perdendo con questi qui.
    Oggettivamente ora la squadra schiuma rabbia, ma siccome Eupalla non è un fesso si materializza la classica serata in cui il portiere comincia a prendere anche le mosche e dove non arriva lui arrivano i rimpalli…finalmente entra Mirko e in dieci minuti dimostra per l’ennesima volta quanto sia fondamentale per le nostre manovre offensive. Cominciamo a prendere campo e profondità, e Isla azzecca finalmente un cross e Mirko impatta. 80′. Ci sarebbe anche il tempo per una rimonta peraltro disgustosa e non meritata visto quello che abbiamo messo in mostra. Ma rimpalli, lisci comici e anche un pizzico di “divina” sfortuna ci condannano ad un pari tremendo per il nostro cammino.

    CONCLUSIONE
    Non parliamo di livello del calcio italiano, non parliamo di sfortuna nell’ultima mezz’ora, non attacchiamoci al calendario. Qui c’è solo la colpa del Mister. E sarà anche il primo sbaglio che commette da quando è a Torino (ancorche’ bello grosso). La migliore Juve a questi dà 4 gol con un braccio legato dietro la schiena. Ma la cocciutaggine non paga a questi livelli, oltrechè delegittimare le aspirazioni di quelli che fanno sempre il loro dovere quando giocano 15 minuti…mi piacerebbe sapere cosa passa nella testa di Martin e Paul stasera. Personalmente ritengo che al 90% siamo in Europa League e, scusate, ma mi girano tipo mulino a vento…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi