Nedved: "Questa Juve mi mette tristezza" | JMania

Nedved: “Questa Juve mi mette tristezza”

La “Furia Ceka”, Pavel Nedved è uno dei calciatori più rimpianti dalla tifoseria bianconera in subbuglio. Il ceko og­gi parteciperà alla mezza maratona di Praga ( par­tenza alle ore 12 da Jan Palach Square) e finirà inevitabilmente per fo­mentare la nostalgia di chi tra i tifosi invoca professio­nalità, impegno, abnega­zione. Pavel Nedved, di allenarsi non …

Nedved Pallone d'oroLa “Furia Ceka”, Pavel Nedved è uno dei calciatori più rimpianti dalla tifoseria bianconera in subbuglio. Il ceko og­gi parteciperà alla mezza maratona di Praga ( par­tenza alle ore 12 da Jan Palach Square) e finirà inevitabilmente per fo­mentare la nostalgia di chi tra i tifosi invoca professio­nalità, impegno, abnega­zione. Pavel Nedved, di allenarsi non ha smesso mai e si allena quotidianamente nel parco della Mandria, dove la famiglia continua a vivere.
Uno come lui avrebbe fatto comodo, in questo momento buio, ma per Pavel il calcio giocato è un capitolo chiuso: « La Juventus mi aveva chiesto di fare l’assistente dell’allenato­re, ma ho rifiutato. Per quanto riguarda il calcio ho smesso. E pure per ciò che riguarda le voci sulla Nazionale, sulla Federa­zione Ceca posso dire che non c’è nulla di concreto: non ho ricevuto offerte » .
Quello che più fa male a Nedved, è però, il vedere la Juventus anzitempo fuori da tutto: « Non vado più allo stadio perché in tribuna mi sen­to a disagio, ma la squa­dra la seguo ancora. Ec­come. La situazione at­tuale mi rattrista. Ciò che sta succedendo è in­credibile: fuori da tutte le coppe. Nel giro di una settimana sono svaniti sia l’Europa League sia il quarto posto in classifi­ca… Quando mi sono riti­rato, non avrei mai im­maginato che si sarebbe­ro potuti verificare que­sti problemi. E pensare che a mio giudizio la squadra è più forte ri­spetto alle ultime due stagioni. Credo che il po­tenziale ci sia, ma biso­gna riuscire ad esprimer­lo».

Trovate il resto dell’intervista sull’edizione odierna di Tuttosport

Un commento

  1. a chi lo dici grande condottiero, per sempre nel ns cuore.
    rimettiti la maglia ritorna, maledetto chi ti ha voluto far andar via, 2 anni ancora ci saresti servito come il pane

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi