Napoli-Juventus - È crisi vera

Napoli-Juventus – È crisi vera

Napoli-Juventus – È crisi vera

Napoli-Juventus. Bruttissima Juventus ieri sera al San Paolo di Napoli. Contro un Napoli non trascendentale la Juve è riuscita a sbagliare di tutto. La squadra che a detta del suo allenatore aveva un crisi di risultati ma non di gioco ha evidenziato invece gravissimi limiti proprio su quest’ultimo fattore. Non un passaggio di prima, non …

Napoli-Juventus. Bruttissima Juventus ieri sera al San Paolo di Napoli. Contro un Napoli non trascendentale la Juve è riuscita a sbagliare di tutto. La squadra che a detta del suo allenatore aveva un crisi di risultati ma non di gioco ha evidenziato invece gravissimi limiti proprio su quest’ultimo fattore. Non un passaggio di prima, non uno scambio fra i giocatori. E’ sembrata francamente una banda di solisti. Nel caos totale si è salvato il solo Lemina che è sembrato un giocatore di calcio. E in parte i subentrati Morata e Cuadrado.

Non mi è piaciuto l’uscire sorridente dell’allenatore dal campo e neppure il dichiararsi non preoccupato nelle interviste post-gara. La situazione è bruttissima e siamo quindicesimi scavalcati in classifica anche da Genoa e Udinese con dietro solo Empoli, Verona e le neopromosse Bologna, Carpi e Frosinone. Con 5 punti in 6 gare a una media di nemmeno un punto a partita siamo in perfetta media retrocessione. Quindi non ci trovo nulla da ridere e nemmeno da stare sereni e distesi. I discorsi sui carri, sui vincitori, sul fino alla fine, francamente li trovo infantili. Nessuno si dissocia dal tifare e seguire la squadra men che meno io. Nessuno ha piacere di buttare la croce su questo o quello o fare il tifo contro. Ma non possiamo esimerci dal dire che non c’è quasi nulla che funziona e che pure in un anno sfortunato o sabbatico la Juventus non può e non deve avere questa classifica. Non voglio fare lo jettatore ma ho visto in passato squadre attrezzate al minimo per fare l’Uefa retrocedere in serie B quando si sono trovate invischiate in una situazione che non conoscevano a fondo. Mi viene in mente la Fiorentina di Battistuta ed Effenberg (capitano della Germania). Mi viene in mente la Sampdoria di Cassano e Pazzini in anni più recenti. Non siamo ancora a quei livelli, siamo solo alla sesta giornata e c’è tutto il tempo per venirne fuori ma non è certo rimandando a domani che la situazione migliorerà. Bisogna venirne fuori al più presto.

Tutto questo è bene dirlo è colpa in primis della dirigenza e non può essere che così. Siamo pronti ad applaudire quando si prende Tevez a poco o Pirlo gratis. Siamo tutti pronti a toglierci il cappello ad aver scoperto Pogba (quello degli anni scorsi). Così è giusto dire dove si è sbagliato e non è questione di simpatie ma è mera cronaca. Se si prende un Alex Sandro 25 milioni di euro e non gioca se si prende un Hernanes l’ultimo giorno di mercato quando si è inseguito altri giocatori se si prende Khedira per rimpiazzare Vidal è evidente che se i risultati sono questi si sono fatti degli errori. Se prendi Zaza e regali Llorente per risparmiare uno stipendio quando per l’italiano hai speso 18 milioni e non è più forte dello spagnolo. Se dai in prestito Coman e quello va in Germania e fa sfaceli se compri Cuadrado e il tuo mister non sa come lo deve utilizzare. Mi pare si sia sbagliato al minimo qualcosina. Mi pare si sia peccato molto di presunzione smantellando una squadra a cuor leggero che a detta di tutti era un giocattolo perfetto. Idem il discorso per Allegri. Non abbiamo mai fatto i conti sulle traverse sui pali o sui rigori negati. La Juventus quella che conosco io anche con la primavera in campo deve fare 9 punti in casa contro Udinese, Chievo e Frosinone. Ne abbiamo fatti 2. La smetta di cambiare formazione ogni secondo mi sembra Ferrara in quell’annata che non riusciva a capire come doveva utilizzare Diego. Trovi un modulo funzionale e definitivo e un 11 titolare e insista su quello e inizi a fare punti.

Sarò qui a seguire la mia amata Juve continuasse a fare ancora più schifo di quello che sta facendo, ma non chiedetemi di dire che va tutto bene perché tutto bene non va. Non ho fatto sconti mai a nessuno né a Lippi o a Ferrara, né a Deschamps o Conte. L’anno scorso quello che è stato è stato. Ormai è andato. I trofei sono in bacheca fanno parte del passato. E’ oggi che conta. Siamo la Juve non ci siamo mai guardati indietro. La battaglia più importante è sempre la prossima.

8 commenti

  1. non è una situazione normale ragazzi. non era mai successo nè con del neri nè con maifredi quando si è rimasti fuori dalle coppe. si è iniziato peggio. bene evra e buffon che non hanno minimizzato. non c’è nulla da minimizzare ma solo da darsi da fare

    • ottimo articolo, come sempre! concordo nonostante non stia vedendo le partite…otto formazioni in 8 gare è sinonimo di confusione totale…conte cambiava i giocatori, ma il modulo era uno e tutti sapevano farlo…qui sembra una continua ricerca della quadra e non è un bel segnale…io per gioco ho iniziato a fare il toto allenatori, perchè se stasera si perde e contro il bologna non funziona nulla, credo che si inizieranno a guardare in giro prima che sia troppo tardi…e dico anche che un’eventuale vittoria oggi o contro il bologna non significa aver risolto tutti i problemi se la squadra non gioca…basta guardare l’inter di 5/5 vittorie e poi prende una squadra normale ma che gioca meglio di quelle che ha incontrato e finisce a sberle…

      bisogna avere e dare certezze a partire dal modulo e senza alibi…è vero che si allenano poco in questo periodo ed è per questo che credo che la dirigenza aspetterà prima di pensare ad un cambio, ma un minimo di gioco e risultati sarebbe ideale vedere prima di natale…lo scudetto è andato ed è andato in un campionato che paradossalmente sembra più scarso dello scorso anno…più livellato ma più scarso…basti pensare a chi c’è in testa

  2. Eutanasia di una squadra. Questo sarebbe un giusto titolo per raccontare la partita di sabato. Pensavo che la sconfitta sarebbe stato il dolore peggiore, ma ho dovuto ricredermi. Il dolore peggiore è stato vedere la squadra giocare in quel modo e regalare letteralmente due gol agli avversari. Il Napoli non ha giocato male, ma senza i nostri errori probabilmente la partita sarebbe finita 0-0 tutta la vita. Per quanto mi riguarda ci sono stati due riusciti suicidi sabato. Il primo è stato la squadra messa in campo da Allegri, senza Cuadrado che, a quanto sembrava, era l’unica vera paura di Sarri. Il secondo è stato quello di mettere per ben due volte gli avversari in condizione di fare gol. Devo dire che stavolta neanche Buffon è esente da colpe. Il tiro di Insigne non era irresistibile e probabilmente, se fosse stato attento come a Manchester, poteva quantomeno deviarlo. Di Hernanes meglio non parlarne. Probabilmente è stato messo li per far vincere lo scudetto all’Inter. Fa male, lo so, ma la migliore battuta che ho sentito ieri è stata: “Tranquilli abbiamo comunque tre punti in più del Carpi”. Poveri noi, che Dio ci aiuti! Inoltre non mi piacciono neanche tutte quelle notizie di gossip sulla dirigenza che sto leggendo. Non centrano niente con il calcio, certo, ma sicuramente in questo periodo possono solo contribuire a peggiorare la situazione. Ci sono troppe cose che stanno girando male e questo rende poco lucidi.
    FINO ALLA FINE, FORZA JUVE…….si, ma preferibilmente non questa!!

  3. D accordo su quasi tutto. Per quanto riguarda coman anche lo scorso anno con noi all inizio ha fatto benissimo per poi perdersi. Khedira è più un sostituto di pirlo che di vidal. Non ha certo la fisicità del cileno e poi ancora non lo si può giudicare perché lo abbiamo visto in un paio di amichevoli, il problema più grosso è il suo stato fisico ma anche vidal l anno scorso ha fatto più dentro che fuori.l assenza di vidal e pirlo si fa sentire soprattutto per l aspetto caratteriale e cmq le loro partenze erano da preventivare. Io quella che non capisco e non capirò mai è la cessione di tevez la saudade non poteva aspettare un altro anno? Anche perché uno che pensa di finire la sua avventura a fine carriera non lo fa dall oggi al domani. Il vero motivo è un altro ossia per il tipo che è non ha avuto garanzie da parte della società sul fatto che avrebbero costruito una squadra che avrebbe puntato dritta alla champions quest anno. A questo punto ha deciso di anticipare la sua dipartita un anno prima cercando di vincere con il boca ciò che non avrebbe vinto con noi ossia campionato., Libertadores e perché no mondiale per club.

  4. Vendi i buoni e compri i tristi pagandoli tra l’altro profumatamente questo è quello che succede!

  5. Mettiamoci anche le colpe dell’allenatore. Permettimi una battuta provocatoria: qualcuno ha etichettato chi rimpiange Conte come “le vedove di Conte”; vorrei sapere oggi cosa pensano quelli “felicemente sposati con Allegri”…..

  6. Disamina perfetta, come sempre.

  7. Articolo perfetto che condivido in pieno. Soprattutto quando parli del fatto che ogni partita Allegri schiera una formazione diversa con un modulo diverso. I giocatori sono demoralizzati e quindi avrebbero bisogno di sicurezze non di continui stravolgimenti. Ma se Zaza e Dybala non hanno mai giocato una partita insieme li fai giocare proprio con il Napoli? Che senso ha fare tutto questo turnover visto che siamo a inizio stagione. Siamo in zona retrocessione e pensiamo alle partite di Champions? Tanto con questa squadra non andiamo da nessuna parte men che meno avanti in Champions. Abbiamo vinto a Manchester perché abbiamo trovato una squadra che giocava a ritmi bassi come noi. Appena troviamo una squadra che fa pressing andiamo in crisi. La cosa che mi da più fastidio è abdicare lo scudetto senza nemmeno lottare magari regalando lo scudetto ai prescritti. Stiamo facendo la fine del Borussia Dortmund dell’anno scorso: squadra vice campione d’Europa smantellata e a rischio retrocessione. Pazzesco. Come dici tu gran parte è colpa della dirigenza.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi