Napoli – Juventus, un diluvio di chiacchiere | JMania

Napoli – Juventus, un diluvio di chiacchiere

Napoli – Juventus, un diluvio di chiacchiere

(Di Alessandro Magno) Sono assolutamente d’accordo nel rinviare le partite di calcio laddove ve ne sia una reale necessità. Nessun problema e nulla da dire nel caso di Genoa-Inter dove era evidente una grave situazione di calamità, niente da dire in altri casi laddove c’era una impraticabilità di campo conclamata. Certo mi piacerebbe che quando …

(Di Alessandro Magno)
Sono assolutamente d’accordo nel rinviare le partite di calcio laddove ve ne sia una reale necessità. Nessun problema e nulla da dire nel caso di Genoa-Inter dove era evidente una grave situazione di calamità, niente da dire in altri casi laddove c’era una impraticabilità di campo conclamata. Certo mi piacerebbe che quando piove, piova per tutti e non a convenienza . Come non andare con la memoria a Perugia dove ci giocammo uno scudetto sotto un nubifragio (vero) o a Poznan dove ci giocammo un passaggio del turno sotto una tormenta polare?
A Napoli invece abbiamo assistito forse per la prima volta alla sospensione di una partita per stanchezza della squadra di casa. La situazione sulla decisione di rimandare la partita è un’assoluta stortura, nonostante da Napoli tentino di farci passare la cosa come legittima. Non esiste in nessun posto del mondo che venga indetto un vertice fra le parti in causa e al suddetto vertice non venga invitata né la Juventus, né la Lega Calcio.
Il prefetto, fra l’altro, oggi continua con le sue dichiarazioni ad alimentare i nostri dubbi e le nostre perplessità, dichiarando che sapevano che il tempo sarebbe migliorato. Pensate voi…
Ci sono già molti video su YouTube e su Facebook che testimoniano quanto la situazione fosse assolutamente normale per una città come Napoli dove ogni temporale crea disagi. Il campo era in perfette condizioni cosi come gli spogliatoi, le vie di accesso che portano allo stadio… Si parla di alcuni sottopassi allagati, ma comunque di sottopassi che molte volte vengono allagati dalle piogge durante l’anno in una città come Napoli, con particolari caratteristiche geologiche. Non mi pare si sia mai rinviata qualche partita per un sottopasso allagato, si chiude il sottopasso, si chiamano i vigili del fuoco a svuotarlo e tutto rientra nella normalità.
La cosa che ci ha fatto più pensare male è l’adoperarsi del Direttore Sportivo del Napoli Bigon. Non si comprende perché Bigon fosse presente al vertice con il Sindaco e il Prefetto, e Marotta no. Non si comprende perché a Marotta e alla Lega Calcio non solo non sia stato consentito di partecipare al vertice, ma non siano stati nemmeno avvisati degli esiti e della conclusione del vertice. Entrambi hanno dovuto apprendere del rinvio della partita dalle televisioni (Sky).
Che poi Bigon si sia anche affrettato a dichiarare la data del recupero della partita nel 14 Dicembre (giornata favorevole al  Napoli),  quando c’erano evidentemente altre due date almeno possibili (sfavorevoli al Napoli) – quella del giorno dopo e quella del 30 Novembre e poi non è compito suo fare date – credo sia la prova schiacciante che il Napoli non aveva nessuna voglia di giocare.
Diciamo che quando hanno visto che c’era da prendere questa bella palla al balzo, non solo l’han presa senza problemi, ma l’hanno cavalcata alla grande.
Ora, non mi aspetto 3-0 a tavolino (i tavolini lasciamoli agli altri), ma una bella squalifica o almeno pesante ammenda per Bigon e per lo stadio di Napoli. Non si può decidere di rinviare una partita senza consultare la Lega Calcio e l’altra squadra, cosi unilateralmente.
Per la Juve c’è la consapevolezza che iniziamo di nuovo a fare paura e la speranza è che questo rinvio al Napoli non sia servito a nulla, se non a far fare ulteriore brutta figura alla città.
Sarà ancora più bello battervi sul campo. Magari recuperiamo Quagliarella e segna proprio lui.

[youtube width=”540″ height=”370″]http://www.youtube.com/watch?v=0OjCLHY162I[/youtube]

11 commenti

  1. MarPal io ho parlato di fubate del calcio Napoli non di furbate in generale dei napoletani quindi nessun luogo comune. Come ti ha detto elkun se la citta’ di Napoli non e’ in grado di garantire un evento sportivo durante un emergenza neanche troppo esagerata, almeno rispetto a tutte le altre citta’italiane dove era ben piu’ grave e dove si e’ giocato, e’ sicuramente una carenza di Napoli. Ora che ce la volete pure far passare per prevenzione noooo dai.
    Qui adesso non si sa nemmeno chi ha detto al sindaco che il campo era allagato, tutti negano…..ma su che basi hanno deciso? Ma dai….

  2. Continuiamo a non avere risposte al quesito:”perchè la partita è stata rinviata?”.Qui non si tratta di fare luoghi comuni, ma da quello che affermi si evince che la città non è in grado di offrire quelle condizioni di efficenza e sicurezza di servizi che un evento del genere richiede.Tutto ciò sinceramnente una città come napoli non lo merita, e nessuno può credere a ciò, pur con tutti i mille problemi con cui questa città deve convivere.Pertanto se il tuo topic si chiude qui, noi di risposte non ne abbiamo avute…..di conseguenza quelli che prima erano solo dubbi ora cominciano a diventare squallida realtà………….

  3. Alessandro Magno, se mi avessi fatto la domanda alle 12 di Domenica ti avrei risposto NO senza se e senza ma; alla stessa domanda fatta alle 18 ti avrei invece risposto che si poteva giocare. Ma la domanda è un’altra: si poteva giocare in sicurezza? Se decidi di far muovere 60000 persone gli devi dare dei servizi: viabilità, parcheggi, mezzi di trasporto, agenti di polizia municipale e vigili del fuoco. E’ una macchina complessa che si mette in movimento ore ed ore prima della partita. Quindi non biasimo chi tale decisione ha dovuto prenderla. Comunque il mio intervento qui era legato agli aspetti della sicurezza. Poi se vogliamo restare legati ai luoghi comuni tipo: i napoletani sono furbi, gli Juventini ladri, gli interisti ladri prescritti, ecc.. allora siamo ai cori da stadio; fuori dallo stadio invece dovremmo essere tutti un coro.
    Il mio topic si chiude qui. Continuerò a seguire con affetto i vs. post.
    Grazie per la discussione.
    Buona Serata.

  4. “Si forse è filosofia ma vale la pena rischiare? Detto questo il 29 novembre, se siete più forti venite qui a prendervi i punti, che, mi sembra, nessuno vi ha ancora scippato.” qui il punto è un altro:possiamo capire il reale motivo del rinvio?Sinceramente di essere presi per il culo dal Presidente “Cinepanettone” non mi pare ilcaso.E’ stato Bigon a dire al sindaco De Magistris (Che ha fatto del suo gabinetto isttuzionale una cloaca a cielo aperto nominando narducci e Auricchio assessori e puttanate varie), che il campo era impraticabile?Insomma VOGLIAMO CAPIRE IL MOTIVO………….del resto ce ne freghiamo un amato ……..

  5. MarPal a Napoli la furbizia su questo evento è andata oltre la sicurezza . Oggi Bigon dice di non aver detto a De Magistris che il campo era allagato mentre dal video che c’è ed è di sky il SIndaco dice chiaramente che ”il campo è impraticabile sostanzialemnte perchè glielo ha detto il NAPOLI”

    http://www.youtube.com/watch?v=fFuDOxivmIg&feature=player_embedded

    Anche l’impraticabile sostanzialemnte è tutto un programma o è impraticabile o no ……cosa significa sostanzialemnte?
    Ora sarebbe simpatico sapere se almeno qualcuno ha fatto un sopralluogo allo stadio o se si son date le notizie con un passaparola ”io dico tu dici”.
    Non è il rinvio in se che da fastidio è la furbata che ha fatto il Napoli che da fastidio. Ho tanti amici di Napoli che mi ahn detto che si poteva giocare
    Mar Pal tu sei di napoli dimmi la verità si poteva giocare?

  6. Allora ragazzi, capisco la delusione per il rinvio della partita che, credetemi è anche mia. Ma in questo paese si scherza troppo con la sicurezza. Anche il vostro nuovo stadio ha avuto problemi sull’acciaio utilizzato nella costruzione e malgrado sia in corso un’accertamento della procura si continua a giocare perchè lo show deve andare avanti. Sono sicuro che nulla succederà: ma se dovesse succedere qualcosa allora la colpa sarebbe di chi ne ha autorizzato l’uso, delle istituzioni e della squadra avversaria. Si forse è filosofia ma vale la pena rischiare? Detto questo il 29 novembre, se siete più forti venite qui a prendervi i punti, che, mi sembra, nessuno vi ha ancora scippato. Neanche noi siamo siamo ancora al livello di qualche squadra del Nord.
    Buona Giornata.

  7. @Mrpal:I 3 punti a tavolino non li cedi a nessuno e tantomeno a noi,semmai ce li prenderemo sul campo.Che nella vita non esiste solo il calcio è vero, ma non possiamo tirare fuori questa filosofia solo quando ci conviene.Il morto per il maltempo c’è stato a pozzuoli e non a napoli tanto per iniziare.Il maltempo non c’era perchè sia il tempo(nel pomeriggio splendeva o’sole), che la viabilità erano nella norma come documentato da vari servizi.Basta stronzate…

  8. MarPal come da premessa nell’articolo ho detto che le partite è giusto rinviarle quando ci sono i presupposti per rinviarle , è evidente come a Napoli quei presupposti non ci fossero e il Presidente del Napoli e anche il suo DS non avessero nessuna voglia di far giocare la squadra , te l’ho spiegato per filo e per segno nell’articolo tutte le ”scorrettezze” che son state fatte in questa gestione della cosa ti ho invitato ad andare a vedere su youtube i video che circolano ( quello che ho messo io girato alle ore 16 , cioè 5 ore prima della partita è solo uno dei tanti).La vittima che c’è stata, è stata a causa di un albero caduto molte ore prima della partita , umanamente mi spiace per quella persona ma non capisco il rinviare la partita che cosa cambia , vengo da una zona (Torino) che è stata molto più colpita della zona di Napoli eppure qui le partite son state giocate tutte, ne mi pare si possa paragonare la situazione di Genova a quella di Napoli. Per quanto riguarda i tre punti a tavolino ti ringrazio ma non li vogliamo ne li abbiamo chiesti , forse ci hai confuso con altre squadre del Nord , semplicemente non ci piace essere presi per i fondelli.

  9. Io penso che la decisione di non giocare sia stata giusta. Nella vita non esiste solo il calcio. A napoli c’è stato un morto per il maltempo, molte stazioni della metro sono rimaste chiuse. Lo stadio è al centro della città e far muovere 60.000 molte delle quali provenienti dalle allagate cittadine di provincia poteva comportare dei rischi notevoli. La stessa Juve, il sabato sera, non si è potuta allenare al Campo Densa perchè reso impraticabile dalla pioggia battente. Se il problema è per i tre punti, come tifoso del napoli ve li cedo volentieri a tavolino, ma per una volta difendo le istituzioni campane anche per l’eccesso di prudenza (se l’avessero avuta anche a Genova 6 vite sarebbero salve). Buona serata.

    • Che avrebbero dovuto fare a Genova? Guarda che la partita è stata rinviata, molto tempo priam che a Napoli, ma prima parlandone con la Lega. Quello che non hanno fatto a Genova non lo hanno fatto neanche a Napoli… cioè amministrare bene negli anni scorsi. Il resto è fuffa

  10. Carissimo Alessandro Magno ricordo benissimo quella partita Perugia-Juventus con il GRANDISSIMO arbitro Collina che fece giocare una partita di palla a nuoto…male detto lui..eh si i Napoletani sono i soliti Furbi e noi dei Fessi incalliti..che rispettiamo le autorità …ora sveglia Marotta non farti fregare. Giochiamo quando fa comodo a noi

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi