Morini "Questa Juve ha il carattere di Conte, Vucinic faccio fatica a capirlo" | JMania

Morini “Questa Juve ha il carattere di Conte, Vucinic faccio fatica a capirlo”

Morini “Questa Juve ha il carattere di Conte, Vucinic faccio fatica a capirlo”

Francesco Morini ex calciatore e dirigente della Juventus, ha rilasciato una lunga intervista a ‘CanaleJuve.it’ nel corso della quale ha raccontato alcuni interessanti aneddoti della propria carriera e fatto il punto sulla Juve attuale, partendo dalla roboante vittoria con la Roma: “Mi sono divertito tanto. La Juve quest’anno sta entusiasmando, stanno facendo delle cose veramente …

Francesco Morini ex calciatore e dirigente della Juventus, ha rilasciato una lunga intervista a ‘CanaleJuve.it’ nel corso della quale ha raccontato alcuni interessanti aneddoti della propria carriera e fatto il punto sulla Juve attuale, partendo dalla roboante vittoria con la Roma: “Mi sono divertito tanto. La Juve quest’anno sta entusiasmando, stanno facendo delle cose veramente stupende. Molto di più di quello che mi aspettavo ad inizio stagione. Ci rende orgogliosi a tutti, vecchi giocatori, società e tifosi. E’ un piacere immenso vederla giocare”, ha spiegato Morini che non può che dare merito a Conte del gran lavoro svolto: “Assolutamente sì. Ha dato all’ambiente e alla squadra il suo spirito, da puro combattente. Uno spirito che ho avuto modo di vedere quando all’epoca ero dirigente e Antonio era appena arrivato alla Juve. E’ un ragazzo d’oro, gli dicevo sempre così prima di entrare in campo: “Chi ha testa, il fisico non soffre”. Ovvero chi ragiona poi in campo ha dei vantaggi… E’ una frase che ho appreso da Fulvio Bernardini, il mio allenatore ai tempi della Samp, e sono sicuro che anche Conte l’abbia detta ad inizio campionato alla squadra”.

Qualche perplessità, a Morini ancora la desta Mirko Vucinic: “Forse l’unico giocatore che faccio fatica a capire è Vucinic. Ha enormi potenzialità, ma a volte è proprio irritante, sembra sparire dal campo. Mi auguro che diventi più continuo, la Juve ha bisogno del suo talento. In avanti ci vuole imprevedibilità, lui è uno dei pochi in organico ad avere determinate doti. Basta che decida di sfruttarle però…”. Sullo scudetto, Morini rimane cauto: “Quando giocavo io, non eravamo mai abituati a parlare prima del previsto. Come dice il Trap non dire gatto se non ce l’hai nel sacco… Questa regola vale sempre. Scherzi a parte, bisogna andare avanti, rimanere concentrati ed evitare cali di tensione”. Intanto la Champions è stata già conquistata, cosa ci vorrà per vedere il prossimo anno una Juve al top? “Di sicuro un centravanti di caratura internazionale da venti gol a stagione. Per il resto chiedete a “Donna Allegra” (la mamma di Andrea Agnelli ndr), è l’unica che in società capisce di calcio…”, conclude Morini a CanaleJuve.

5 commenti

  1. Mirko e’ cosi’, non bisogna capirlo, solo amarlo…nel bene e nel male. E non e’ poi cosi’ male mi sembra

  2. Per Vucinic concordo in pieno. Mi aspettavo di più…e con tutte le palle che riceve. Temo che finirà come Krazic….

  3. Come non essere d’accordo? Il problema verrà quando la palla passerà da Conte a Marotta. Il top player finirà con l’essere Jovinco o un altro mezzo campione e allora……staremo a vedere.

  4. Mah… media voto solo per la Gazzetta sempre alta, se la fai anche per altri giornali è nettamente più bassa. Per più delle partite giocate sin qui è stato assente ingiustificato. Ha un potenziale mostruoso, se giocasse sempre come con Fiorentina, Inter e Milan all’andata sarebbe un top player. Ha pause troppo lunghe, una è durata addirittura un mese e mezzo. Peccato, mi spiace, ma non sono soddisfatto.

  5. MILANO – In testa alla classifica è arrivato un altro juventino, Mirko Vucinic, con la doppietta di assist (uno per Vidal, l’altro per Marchisio) nel 4-0 contro la Roma. Vucinic aggancia Pirlo, oltre a Cassano e Miccoli che a Cesena ha mandato in gol Silvestre, ma da calcio d’angolo, quindi non calcolabile in questa classifica che tiene conto degli assist solo in fase di gioco in movimento. A quota 4 è salito il napoletano Dzemaili.

    Classifica assist dopo 33 giornate

    7 assist
    Pirlo e Vucinic (Juventus); Cassano (Milan); Miccoli (Palermo)

    6 assist
    Pellissier (Chievo); Klose (Lazio)

    5 assist
    Cisse (Lazio); Robinho e Ibrahimovic (Milan); Lavezzi (Napoli); Giovinco e Biabiany (Parma); Lamela e Osvaldo (Roma); Armero (Udinese)
    (Fonte Corriere dello Sport)

    Considerando che ha fatto pure 6 gol, e ha una media voto che sfiora il 6.7, mi ritengo pienamente soddisfatto non solo delle prestaazioni individuali che questo giocatore ha offerto non in tutto l’arco ma nella maggior parte delle partite della stagione, ma anche, ampliando il discorso, per la sua fondamentale importanza nell’economia del gioco di tutta la squadra.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi