Moggi "Tavaroli ha cantato ma Moratti e Figc tacciono" | JMania

Moggi “Tavaroli ha cantato ma Moratti e Figc tacciono”

Moggi “Tavaroli ha cantato ma Moratti e Figc tacciono”

“L’articolo di martedì era titolato “tanto tuonò che piovve” in riferimento alle nefandezze perpetrate dalla Giustizia Sportiva su Calciopoli.Dopo la testimonianza di Tavaroli di qualche giorno fa,possiamo dire tranquillamente che adesso “grandina””. Luciano Moggi dalle colonne di ‘Libero’ torna sulla deposizione di Tavaroli al Processo Telecom che si sta tenendo nell’aula bunker di Milano. “Di …

“L’articolo di martedì era titolato “tanto tuonò che piovve” in riferimento alle nefandezze perpetrate dalla Giustizia Sportiva su Calciopoli.Dopo la testimonianza di Tavaroli di qualche giorno fa,possiamo dire tranquillamente che adesso “grandina””. Luciano Moggi dalle colonne di ‘Libero’ torna sulla deposizione di Tavaroli al Processo Telecom che si sta tenendo nell’aula bunker di Milano. “Di fronte ad affermazioni così nette e decise , sotto giuramento, c’è poco da arzigogolare, significa che Moratti ha mentito più volte. L’ “operazione ladroni”, i dossieraggi illegali sull’arbitro De Santis, il sottoscritto, le utenze Juve e quant’altro, fu tutto commissionato direttamente dal patron dell’ Inter, e rinviato a Facchetti solo per i dettagli operativi. Tavaroli, l’ex capo della security Telecom,  l’aveva più volte dichiarato, noi avevamo avvertito dell’esistenza di uno spionaggio industriale ancor prima che venisse fuori la bufera Telecom,nessuno fu creduto, meno che mai dalla Figc e dal suo procuratore Palazzi, che adesso dovrebbero però  spiegare perché hanno giudicato come verità le bugie di Moratti senza tenere minimamente conto di chi lo chiamava ripetutamente in causa con narrazioni di fatti precisi, dettagliati e neanche contestati”.

L’ex direttore generale della Juventus, dunque, grida ancora una volta al complotto, evidenziando l’illiceità dei pedinamenti e dei dossieraggi ai suoi danni, non autorizzati da alcun tribunale:

L’ operazione Ladroni risale tra la fine del 2002 e il 2003, ben prima delle indagini di Napoli, quelle monitorate ad personam e a mio esclusivo riferimento da Auricchio e Company,  che vollero vedere nelle utenze riservate  il passepartout di chissà quali magagne ed erano invece un tentativo  di  difendersi  da chi spiava in maniera abusiva e illecita fatti commerciali e di mercato della Juventus. E che fosse solo una difesa della politica aziendale l’hanno dimostrato prima la sentenza sportiva Sandulli”non c’è traccia di partite alterate” e successivamente le motivazioni  del processo ordinario di primo grado”Campionato regolare , sorteggio regolare”Ma anche loro(Moratti e Tronchetti),nonostante il grande dispiego di mezzi per cercare “fatti” che non esistevano,avevano capito che tutto era regolare(vedi il fascicolo “Ladroni”),ma tacevano la verità, perché, come dice una celebre canzone”la verità fa male”. Adesso finalmente il latrocinio degli
altri è venuto alla luce.

A questo punto, Moggi non può che chiedersi come mai Moratti e le istituzioni sportive tacciano e non chiariscano:

Non si leggono  finora  reazioni di Moratti, le vediamo difficili. Quelle dichiarazioni sono un duro scorno per chi si è ammantato sempre dalla figura di Ottimo e Massimo, nascondendosi tutte le  volte in cui ha portato l’ Inter e se stesso oltre la legalità. Per chi non lo sapesse  c’è stato anche un risibile tentativo contenuto in una memoria difensiva, “se c’è stato qualcosa, l’ha fatto Facchetti, che però non ne aveva le deleghe”. Così intaccata la figura in precedenza sempre corazzata del dirigente dell’epoca e nessuna reazione da parte del figlio, sempre causidico in altri casi. D’altra parte già davanti a  Borrelli, allora capoufficio indagini della Figc, nell’ ottobre 2006, e successivamente davanti a Palazzi ,Moratti aveva  detto che di tutto “si era occupato Facchetti”. Gli sviluppi del processo sono uno svegliarino per Palazzi da una parte e per Abete dall’ altra. Significa che le conclusioni prese allora nel giugno 2007 dal procuratore federale, archiviazione del procedimento per “la non emersione a carico dell’ Inter e dei suoi dirigenti di fattispecie di rilievo disciplinare procedibili ovvero non prescritte” e anche per improcedibilità per la prematura scomparsa di Facchetti, allora indicato come il principale tramite dell’ operazione ladroni, non sono corrette ed impongono un  giudizio di revisione in sede sportiva per il ruolo ora definito di Moratti, quale “mandante” smascherato dei dossieraggi.  Ad Abete ricordiamo la frase dell’ etica che non va in prescrizione. Se è così, il presidente della Figc ha il dovere di riprendere in mano tutta la pratica. Se non lo farà, avremo conferma che Abete tira il sasso, ma nasconde la mano, e che la Giustizia sportiva è tutto fuorché giustizia.
Su Carraro che ha fatto un richiamo ad Agnelli sui 28 scudetti e non 30, ma che nella realtà ha voluto  fare piaggeria alle tesi di Blatter, ci limitiamo a dire che chi si è salvato da Calciopoli nella maniera che sappiamo (è sempre quello che ebbe a dire al designatore“mi raccomando che non si aiuti la Juve, per carità di Dio”- e ancora”bisogna aiutare la Lazio fin dalla prossima domenica-la Lazio era in lotta per la retrocessione,-Ndr-..”) avrebbe fatto bene a starsene zitto, su una cosa possiamo però anche convenire. La Juve non patteggiò la pena da un punto di vista formale, ma in misura sostanziale sì, per bocca dell’avv. Zaccone. Quella posizione significò mancata difesa e fu un  grande sbaglio. E se l’ Inter ha potuto sconfinare nell’ illecito (così configurato da Palazzi) ammantandosi nello stesso tempo dei panni dell’ onestà, così facendosi assegnare anche uno scudetto di cartone, ciò è avvenuto sempre in conseguenza di quella mancata difesa della Juve che, così facendo,espose i suoi dirigenti alla gogna altrui. Non solo autolesionismo, addirittura un suicidio. Il risultato è quello che sappiamo, potrebbe correggerlo solo una Figc capace  di riconoscere i propri errori. Ma dubitiamo!

14 commenti

  1. moratti, il Prescritto, come i politici: ruba e non paga mai
    Inter vergogna mondiale

  2. oh lessy o come ti chiami guarda che ki tira in ballo facchetti è il tuo presidente e lo fa nel modo più indegno quello di salvarsi il culo dicendo che tutto lo ha fatto lui

  3. moratti tira in ballo facchetti in tutti i tribunali d’italia x salvarsi il culo, e poi lo beatifica dicendo che sono gli altri che lo tirano in ballo, e proprio una persona indegna uno così può fare di tutto pur di non essere inquisito aspettiamoci altre sconciatezze, e ebete sta zitto, non dice niente il patto con moratti sta scricchiolando

  4. Capitan Haddock

    perchè lasciamo stare facchetti?
    ha commesso una serie impressionante di illeciti sportivi, in proprio e pr conto del suo presidente, che non hanno eguali (e nessuno si azzardi a dire che quelli di moggi erano più gravi: la storia l’ha già dimostrato, quelli di moggi non erano illeciti).
    ha fatto l’uomo di paglia per moratti quando era vivo e continua a farlo da morto.
    e non ho visto querele di moratti a tavaroli, o sbaglio?
    cmq ha ragione MaiMorto: bisogna sterilizzare la FIGC

  5. Se fossi il figlio di Facchetti, aspetterei Moratti sotto casa. ‘Colpa di Facchetti, che ha agito senza deleghe, ha fatto tutto da solo.’. Allucinante.
    E sto poveraccio di Lesly che viene qui a mettere il naso per assopire la coscienza sporca…
    E la Rosa che se ne sta zitta zitta, che tanto se non pubblichi la gente non dà peso…
    E Moggi che ancora si sbatte, e non ha capito che Moratti si è comprato Carraro e Abete………

  6. Lasciamo stare Facchetti?Sarà stato sbagliato pedinare?Scusa ma in che mondo vivi?Comunque giusto per essere chiari,- proprio perchè ti sta tanto a cuore quello che tutti pensavano essere una brava persona, e invece s’è rivelata postumamente come e peggio degli altri,- è stato proprio moratti a seppellirlo letteralmente di merda, dichiarando mendacemente che l’operazione era stata fatta solo ed esclusivamente da lui.che brave persone, pur di pararsi il culo, inondano di merda il morto parlante…………

  7. operazione ladroni,sarà stato sbagliato pedinare…ma mai nome fu più azzeccato..e a citizenkave dico..lascia in pace facchetti..ne hai da parlare del tuo marciume bianconero..p.s
    paura di mettere le stelle è?

  8. Capitan Haddock

    Perche’ la Juve non potrebbe citare Moratti e l’Inter per spionaggio industriale? Voglio dire, questi fatti emergono “ufficialmente” ora, nel processo penale su Telecom. Lo spazio per una querela civile si apre adesso. Che poi non si voglia per motivi di opportunita’ , e’ un altro discorso.
    E ancora: Palazzi chiuse l’indagine nel giugno 2007. In quell’indagine Moratti menti’ al procuratore federale. Quanto e’ lunga la prescrizione? Non per lo spionaggio, per le balle raccontate sapendo di raccontarle?

  9. la cosa che più stupisce e che nessuno dice è che “il triplete” è merito di due martiri: Giacinto Facchetti, telmente onesto che, quando ha capito di come stavano per arrivare le vittorie della sua Inter ha finito per somatizzare un cancro; Adamo Bove, uomo della security telecom, suicidato quando stava per rivelare tutto.

  10. Prescrittopoli!

  11. E’ incredibile che devono passarla sempre liscia

  12. ….non ho parole

  13. Troppo tardi, avrebbero dovuto farlo allora…

  14. Ma a prescindere dalle conseguente sportive, la Juventus non può denunciare moratti e l’inter per spionaggio industriale e chiedere una bella montagna di soldi di risarcimento?

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi